Coppa Italia, Milan e Napoli ai quarti

Il Catania era l’unica testa di serie casuale, grazie all’ottavo posto della scorsa stagione, ma quest’anno sta avendo oggettive difficoltà. Proprio dopo la disfatta in Coppa Italia il presidente Pulvirenti ha esonerato De Canio, richiamando Rolando Maran, a sua volta precedentemente esonerato per De Canio. Il Siena vince 4-1 e prenota un posto per i quarti di finale, dove sarà attesa dal derby toscano contro la Fiorentina.

Tutto facile per il Milan, che a San Siro batte 3-1 lo Spezia. Primo gol segnato da Robinho, il secondo da Pazzini, che pone così fine al suo calvario, e il terzo dal neo arrivato Honda. Per i liguri la magra consolazione del gol della bandiera segnato da Ferrari nel recupero. Ai quarti i rossoneri affronteranno l’Udinese, sempre a San Siro.

Soffre più del previsto, ma alla fine anche il Napoli si qualifica, dopo il 3-1 su un’Atalanta piena zeppa di seconde linee. I bergamaschi vanno però in vantaggio al 13’ con De Luca, anche se vengono subito raggiunti da una prodezza di Callejon. L’Atalanta sembra poter resistere e costringere il Napoli ai supplementari, ma arriva l’episodio che cambia la partita. Lancio per Higuain, che è in netto fuorigioco, Del Grosso però, che si trova sulla traiettoria del passaggio e stava chiamando il fuorigioco, viene colpito sulla schiena dalla palla. La sfera finisce a Insigne, che con l’Atalanta tutta ferma ha buon gioco nel segnare il 2-1. Furiosi i giocatori atalantini, in particolare Yepes che viene espulso. L’Atalanta perde la testa, e il Napoli segna ancora con Callejon. Ai quarti al San Paolo ci sarà Napoli-Lazio.

Il successo del Napoli salva anche l’Olimpico come sede di Roma-Juventus, il quarto più interessante. I biglietti comunque erano già stati messi in vendita. 

 

Vuoi commentare l'articolo?

Alessandro Paparella

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->