Capolavoro Paris sulla Steif

Bello davvero bello il super G di ieri sulla Streif di Kitz, bello per la tracciatura veloce e divertente ma soprattutto per la vittoria di Dominik Paris, esploso quest’anno grazie ad una continuità notevole di risultati e ai miglioramenti in super G che hanno portato alla prova di ieri. Il palmaresse di Paris è di nove podi cinque dei quali sono arrivati nella stagione in corso, questo per quanto riguarda la regolarità. Inoltre fino all’anno passato Dominik era considerato un discesista provetto mentre i risultati in super G erano più modesti con appena 4 piazzamenti nei primi venti ottenuti quasi tutti a Kvitfjell. Quest’anno nelle quattro prove della disciplina sono arrivati tre podi ed un quinto posto. Che dire? Ovviamente l’atleta della Forestale è ormai il numero uno dello sci italico: è sesto in classifica generale e può lottare fino alla fine per le coppe di entrambe le discipline veloci.

 

Sul podio con l’azzurro ci finiscono due atleti di casa che hanno mantenuto (non avevamo dubbi) alti i colori dell’Austria e cioè Mayer e Streitberger. Jansrud si accontenta della settima piazza, mentre gli altri azzurri che vannoa punti sono Innerhofer col 9/o posto, Werner Heel col 16/o e Klotz che col 30/o tempo racimola un punticino.
Il super G di ieri oltre a valere come gare in sè era valido anche come prima manche della combinata alpina che ha visto i partecipanti vedersela, per la seconda manche, tra i pali snodati dello slalom. Nella combinata Hirscher riesce a strappare un secondo posto che sa di miracolo. Vince, come al solito ormai, il francese Pinturault uno dei più competitivi della disciplina. Terzo finisce Bank tornato sul podio dopo un lungo digiuno. Kostelic si deve accontentare di un quarto posto.
In classifica di super G c’è da divertirsi: con il risultato di oggi il nostro Paris, secondo con 285 punti, tallona Jansrud che ne ha 316, quindi molto da vicino. Il terzo è Reichelt un po’ staccato a quota 207. Il tutto quando mancano tre prove all’assegnazione della coppa e cioè il super G di Saalbach, quello di Kvitfjell e quello delle finali di Meribel. Per Dominik il sorpasso sarà difficile, ma sarebbe sbagliato non crederci fino alla fine.
In classifica generale, Hirscher coi punti della combinata è salito a quota 916, Jansrud lo segue a quota 734. Poi c’è Pinturault con 611 che lotta per il podio finale tallonato dai tedeschi Neureuther e Dopfer quarti a quota 542 e da Domink Paris sesto a 532. Reichelt che è settimo è staccato a quota 438. Quindi anche il classifica generale Dominik potrebbe ottenere un piazzamento notevole e sognare è d’obbligo.
Stamattina discesa libera dove gli italiani, gli austriaci e Jansrud sono i favoriti. Anche le donne stamattina saranno impegnate in una discesa libera a Bad Kleinkirchheim.

Vuoi commentare l'articolo?

Francesco Corrado