Rio 2016: Neymar e la gioia verde e Oro

Ieri sera nella finale olimpica di calcio tra Brasile e Germania, Neymar ha riportato il sorriso sui volti di milioni di tifosi brasiliani cancellando, almeno parzialmente, l’incubo del Mineirazo di due anni fa.

CALCIO – La finale tra Brasile e Germania si è rivelata fin dai primi minuti una partita piuttosto equilibrata. Se non fosse stato per i colpi di genio di Neymar da un lato e di Brandt dall’altro (ragazzo dal talento cristallino), la sfida probabilmente non avrebbe reso onore alla finale olimpica.

Al 27′ l’ispiratissimo Neymar ha portato in vantaggio i verdeoro con un calcio di punizione: una parabola talmente perfetta da sembrare più un canestro che un gol (non a caso, Neymar ha disputato i giochi olimpici con il primo paio di scarpe da calcio con il logo di Michael Jordan!).

Quando la partita sembrava destinata a terminare sull’1-0, a seguito di un disimpegno sbagliato della difesa brasiliana, è arrivato il gol di Meyer che ha gelato lo stadio intero. L’ingresso del laziale Felipe Anderson non è servito a rompere di nuovo gli equilibri e così, man mano che la fatica si accumulava nelle gambe dei giocatori impedendo agli stessi di creare particolari occasioni da gol, Germania e Brasile sono arrivati prima ai supplementari e poi ai rigori.

Le esecuzioni dagli undici metri sono state, forse, più spettacolari della partita intera: 8 gol nelle prime 8 esecuzioni, poi l’errore di Petersen. Il destino del Brasile passava di nuovo tra i piedi di Neymar che, nonostante i crampi e le critiche delle giornate scorse da parte dei suoi stessi tifosi, si è presentato sul dischetto per regalare la prima medaglia d’oro al suo Paese. Il rigore è stato impeccabile, Neymar si inginocchia in lacrime, consapevole di essere stato il principale artefice della vittoria verdeoro. Una vittoria che, nel calcio, mancava da troppo tempo.

SETTEBELLISSIMO – Per quanto riguarda il nostro Paese, la gioia più grande è arrivata dalla medaglia conquistata nella pallanuoto maschile. Giorni fa avevamo parlato della “rivalsa italiana“, in occasione delle medaglie di Viviani e Bruni vinte nonostante le avversità. Il bronzo conquistato dagli azzurri nella pallanuoto ha lo stesso sapore di quelle medaglie lì. Contro tutto e tutti, i nostri ragazzi hanno tirato fuori gli artigli, gettando il cuore oltre l’ostacolo. Questo è il nuovo stile italiano, e porta sempre grandi risultati.

Vai alla Home di Lineadiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Alex Marino

Vuoi commentare l'articolo?

Alex Marino