Il degrado del PalaTiziano, caduto in disgrazia

IL DEGRADO DEL PALATIZIANO – A pochi passi da Ponte Milvio, non nella più degradata periferia suburbana, sorge un impianto che per anni è stata la casa del basket romano e ha ospitato le migliori squadre italiane ma, come la squadra che ci ha giocato negli ultimi anni (la Virtus Roma), è caduto in disgrazia. Il PalaTiziano è ormai ridotto in condizioni vergognose: danni alla pavimentazione, uffici nel caos e danni anche alla sala stampa, un lontano ricordo di quello che è stato il Palazzetto molti anni fa.

LO STATO DI ABBANDONO – Il Palazzetto dello Sport si presenta in pessime condizioni: fanghiglia e infiltrazioni d’acqua all’ingresso e nei corridoi che portano agli spalti, distributori automatici di cibo e bibite danneggiati, pavimentazione esterna parzialmente divelta; anche la sala stampa, dove si dovrebbero tenere le conferenze, si trova in uno stato di abbandono a pochi mesi. Ma la soluzione più efficiente, ovvero quella che vedrebbe prendersi in carico l’impianto direttamente il Comune, sembra piuttosto remota, mentre la strada che verrà probabilmente scelta sarà ancora una volta quella dell’affido temporaneo del PalaTiziano.

IL BANDO E I RINVII –  Come ogni anno si va avanti con il bando di locazione per singola stagione e, come nell’anno passato, l’impianto dovrebbe ospitare le gare interne della Virtus Roma e dell’Eurobasket (entrambe squadre di serie A2 italiana) nella stagione ormai imminente. Sicuramente un metodo poco efficiente, dato che altri paesi avrebbero preferito organizzarsi con un anno di anticipo sulla scadenza con il precedente gestore con un nuovo bando, con il fine di assicurare continuità al momento opportuno. Invece la Virtus negli anni passati è andata avanti grazie a una proroga dopo l’altra, rendendo inutile qualsiasi intervento di manutenzione non essendoci certezza di poterlo riutilizzare.

Vai alla home page di LineaDiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

@maurizio_gaddi

Vuoi commentare l'articolo?

maurizio Gaddi