“Cinquanta sfumature di grigio”: secondo trailer

Il film “Cinquanta sfumature di grigio“, tratto dall’omonimo libro, sarà nelle sale italiane in tempo per San Valentino, per chi desideri festeggiare la propria ricorrenza romantica con una storia d’amore alternativa: l’uscita della pellicola è prevista per il 12 febbraio.
Data più vicina, invece, quella dell’uscita di un nuovo trailer, prevista per il prossimo 14 novembre: pochi secondi che danno qualche particolare in più su un film che si appresta ad essere un grande successo.
Il primo trailer uscito era focalizzato sulla figura della “innocente” studentessa Anastasia Steele, interpretata da Dakota Johnson, perfetta per ricoprire il ruolo con i suoi occhi azzurro intenso e una frangetta sbarazzina. Si tratta di un trailer di due minuti e mezzo circa, nel quale viene mostrato il primo incontro tra i due e in cui viene riportata la frase che più di tutte identifica il personaggio maschile: «I miei gusti sono molto singolari non capiresti. A quanto si evince dal trailer, però, Anastasia sarà pronta a scoprire di cosa si tratta».
Se il primo trailer si basa sulla figura della protagonista femminile, probabilmente il secondo ci darà modo di “saperne di più” su Christian Grey, reso in carne e ossa da Jamie Dornan.
Non resta che aspettare il 14 novembre per questo piccolo assaggio che placherà momentaneamente la curiosità di molti fan della saga.

Vuoi commentare l'articolo?

Maria Laura Serpico

Bionda, bassa e sognatrice. Se è vero che ogni riccio è un capriccio, con me la vita non è mai noiosa. Mi definisco una “persona frenetica”, alla continua ricerca di nuovi stimoli. Il mio colore preferito è il verde, perché la speranza è l’ultima a morire! Le cose che preferisco fare sono: parlare, parlare e… parlare! Ma non temete, in caso di necessità, sono pronta ad ascoltare: ogni incontro, ogni viaggio, ogni situazione imprevista può essere fonte di arricchimento personale. I miei studi mi hanno portato verso il mondo della scienza politica poiché credo che, benché i più non lo vogliano ammettere, niente e nessuno le è immune. Spettacolo e cultura mi affascinano da sempre, in quanto mix perfetto di storia e sensibilità personale. Perché scrivere? Per dare modo a tutti di “vedere” (quasi) tutto: una pretesa impossibile, ma d’altronde la vita è una sfida continua.