Chiamami Peroni, sarò la tua birra ma vado in Giappone!

La Peroni, la celebre bionda nata a Vigevano nel 1846, è l’ennesimo grande marchio italiano che si accinge ad andare all’estero, e più precisamente in Giappone. Ebbene si, già nel 2003 era stata acquisita al 60% da SabMiller oltrepassando la Manica, adesso, invece, si prepara ad intraprendere un viaggio ben più lungo e ad essere bevuta, e speriamo anche apprezzata, dagli abitanti dell’Impero del Sol Levante. La multinazionale Asahi Group Holdings, che ha sede a Tokyo, ha infatti acquistato il marchio da Ab InBev, il colosso belga che attualmente sta fagocitando la britannica SabMiller, che, come suddetto, in passato aveva già rilevato la Peroni.

La Asahi Group Holdings, un’azienda storica nata ad Osaka nel 1889, è per fatturato la prima produttrice giapponese di birra, dunque un gigante del settore che ha sotto il suo controllo numerosi marchi, e non solo di birra. Il gruppo, infatti, non solo si occupa della vendita di bevande non alcoliche, ma controlla anche il 20% del marchio di birra cinese Tsingtao, e negli ultimi anni ha iniziato ad occuparsi di acquisizioni in diversi paesi, dall’Asia alla Nuova Zelanda. AB InBev avrebbe accettato un’offerta (dal valore di ben 2,55 miliardi di euro) dalla Asahi Group Holdings per l’acquisto di diversi brand europei di SabMiller che comprendono, oltre alla nostra bionda, anche l’olandese Grolsch, e la britannica Meantime. Nonostante manchino alcuni dettagli per completare la fusione, AB InBev ha già reso ufficiale la notizia con una nota.

L’offerta preliminare era già stata presentata nel febbraio scorso per avere il via libera dalla Ue alla maxiacquisizione della SabMiller. L’attuale fusione sarà definitiva nella seconda metà di quest’anno, e permetterà ad Asahi di entrare sul mercato europeo, ed alla Peroni di cambiare purtroppo continente dopo essere rimasta nelle mani della famiglia fondatrice per ben cinque generazioni.

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Claudia78P

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellegrini

Nasce a Sora nel lontano 1978. Cresce divorando libri di ogni genere e consumando penne su fogli di quaderno. Tra una storia e l’altra si diploma al Liceo Classico, e sceglie di lasciarsi alle spalle la Ciociaria ed i gatti per tentare la fortuna a Roma dove, nel corso degli anni, consegue prima una Laurea Magistrale in Lettere Moderne, e poi, più per noia ed abitudine che per amore dello studio, ritorna nei corridoi della Sapienza per conseguirne un’altra in Editoria e Scrittura. Lettrice seriale e maniacale (toglietele tutto ma non i suoi libri), “gattara” e pizzaiola, divoratrice di film horror e serie tv, nonostante sia ormai un reperto archeologico ancora non ha trovato la sua strada nel mondo. Forse è nascosta tra le pagine di un libro magari scritto proprio da lei.