Buono Ikea da 500 euro: #occhioallatruffa

L’ennesima truffa è servita! In queste ultime ore molti utenti di WhatsApp hanno ricevuto un messaggio sgrammaticato e truffaldino che recita: “Partecipa al nostro sondaggio di 1 minuto per vincere un buono Ikea Voucher EUR500. Ikea si sta espandendo ad Rome. Per questo abbiamo bisogno della tua opinione. Rispondi 4 semplici domande per avere la possibilità di vincere 1 dei 15 buoni Ikea da EUR500″.

Come sappiamo bene le truffe che si avvalgono delle applicazioni di messaggistica istantanea, come appunto WhatsApp, sono parecchie e insidiose. La frase contenuta in quel messaggio, decisamente invitante, potrebbe stimolare la curiosità dell’ignaro utente che, all’oscuro di ciò che sta per accadere, potrebbe cliccare sul link indicato e prendere parte al fantomatico sondaggio. A questo punto il malcapitato viene inviato a una pagina web non sicura e da lì, se ha avuto l’infelice idea di inserire i propri dati personali, incappa in diverse conseguenze: rischia di vedersi sottoscrivere un abbonamento SMS a pagamento o, peggio ancora, di farsi rubare informazioni personali che possono essere utilizzate successivamente da malintenzionati. Questo tipo di truffa in gergo da internauta si chiama “phishing” e, letteralmente significa appunto “ottenere dati personali promettendo dei vantaggi”.

Nonostante la somma promessa nel titolo del messaggio potrebbe allettare molte persone, soprattutto in questo periodo di crisi, con un pizzico di buonsenso bisognerebbe rendersi conto che non è semplice “regalare” buoni da cinquecento euro a molte persone, e quantomeno assurdo soprattutto prendendo parte ad un semplicissimo sondaggio trovato in rete. La polizia postale, infatti, sulla pagina Facebook “Una vita da social“, sta mettendo in guardia gli utenti dal prestare fede a questa ennesima bufala. Chiunque abbia ricevuto questo messaggio dovrebbe cancellarlo subito ed invitare la persona che lo ha inviato a fare altrettanto, in modo da non diffondere la truffa. E chi è incappato nell’inganno, secondo quanto la polizia stessa ha consigliato, dovrebbe chiamare immediatamente il proprio gestore di rete per farsi togliere tutti i servizi ai quali si è abbonati. Purtroppo nessuno ci regala nulla, quindi #occhioallatruffa !

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Claudia78P

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellegrini

Nasce a Sora nel lontano 1978. Cresce divorando libri di ogni genere e consumando penne su fogli di quaderno. Tra una storia e l’altra si diploma al Liceo Classico, e sceglie di lasciarsi alle spalle la Ciociaria ed i gatti per tentare la fortuna a Roma dove, nel corso degli anni, consegue prima una Laurea Magistrale in Lettere Moderne, e poi, più per noia ed abitudine che per amore dello studio, ritorna nei corridoi della Sapienza per conseguirne un’altra in Editoria e Scrittura. Lettrice seriale e maniacale (toglietele tutto ma non i suoi libri), “gattara” e pizzaiola, divoratrice di film horror e serie tv, nonostante sia ormai un reperto archeologico ancora non ha trovato la sua strada nel mondo. Forse è nascosta tra le pagine di un libro magari scritto proprio da lei.