Acilia: esplode palazzina per una fuga di gas

Acilia: esplode una palazzina per una fuga di gas. Via Giacomo della Marca n. 36 ore 14, un grande boato e poi il crollo del piccolo stabile di soli quattro appartamenti. Secondo le prime indiscrezioni e stando a quanto riportato da il Messaggero a scoppiare sarebbe stata una bombola di gas utilizzata in un appartamento del primo piano abitato da una famiglia alla quale era stata disattivata l’utenza del gas per sfratto.

I soccorritori hanno estratto dalle macerie un uomo trasportato in codice giallo all’ospedale Giovan Battista Grassi di Ostia e una donna di 68 anni è stata trasportata con l’eliambulanza in codice rosso per traumi di schiacciamento al Policlinico Gemelli di Roma.

Risultano ancora disperse  mamma Deborah e sua figlia Aurora di 8 anni, ma fortunatamente la piccola risulta viva e i Vigli del fuoco interagiscono con Lei e con l’aiuto dei cani da maceria stanno facendo il possibile per trarla in salvo. Immediatamente dopo la notizia dell’esplosione di una palazzina per una fuga di gas, il primo cittadino romano si è recato sul posto ma al momento non ha voluto rilasciare dichiarazioni.

I testimoni che vivono nella palazzina difronte parlano di un grande boato simile ad una sparatoria: ” La casa ha tremato, mi è caduta anche una bottiglia dal tavolo”, parla anche un conoscente della famiglia coinvolta nell’esplosione: “Mi sono scese le lacrime agli occhi, il papà della famiglia rimasta coinvolta nell’esplosione lavora con me, – racconta – mentre la mamma è un’insegnante ed era in casa con la figlia piccola. Il figlio più grande era fuori casa e quando è tornato si è lasciato andare in un grido disperato”.

Continuano le ricerche, restano accese le speranze per la piccola Aurora e la sua mamma, intanto la procura di Roma apre le indagini per disastro colposo.

Vai alla homepage di Lineadiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @_MelaniaFusco_

 

Vuoi commentare l'articolo?

melania fusco

Classe 1982, romana e romanista doc, "fresco" avvocato con la grande passione per la scrittura e l'animo umano. "La penna è il mio pennello e realizzerò grandi opere di libertà".