Dalla parte dei bambini

Ognuno dei partecipanti ha brillantemente evidenziato quanto sta succedendo nel nostro Paese: 1 adolescente su 4 ha ricevuto messaggi o video a sfondo sessuale, il 15,09% di ragazzi ha subito bullismo o cyberbullismo. Per non parlare dell’aumento di suicidi, pedofilia, violenza tra coetanei, aumento del gioco d’azzardo, di disturbi mentali in età evolutiva. E davanti a questi numeri, a questi allarmi che risuonano cosa fa lo Stato? Propone un taglio fino al 30% dei Fondi Nazionali per l’infanzia e l’adolescenza con la recente Legge di Stabilità.

Il Telefono Azzurro, che ormai si occupa da più di 25 anni di minori, è stato il primo a dar voce ai bambini, prima ancora della Carta dei Diritti dell’Onu del 1989. E oggi continua a parlare per loro, a manifestare per loro, come le donne che scendono in piazza e riescono a proteggere ciò che gli spetta di diritto. Così Telefono Azzurro evidenzia in 14 punti fondamentali le preoccupazioni per i giovani, e consiglia su come cooperare insieme per raggiungere un grande risultato. Insieme. Non fate finta di non sentire. Anche se non li vedete, le piazze sono piene delle loro voci.

di Cristina Battioli

Vuoi commentare l'articolo?

admin

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->