Una notte al museo

Sabato 28 dicembre tutti i luoghi d’arte statali italiani saranno aperti al pubblico e l’ingresso sarà gratuito, inoltre l’orario di chiusura verrà posticipato alle ore 24:00. “Per le festività natalizie – dichiara il Ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Massimo Bray – abbiamo pensato di regalare ai visitatori italiani e stranieri una giornata da dedicare al nostro patrimonio storico-artistico, che permetterà a cittadini e turisti di scoprire luoghi ed opere d’arte del nostro Paese”. Inoltre l’apertura dei musei statali romani sarà affiancata da alcune iniziative come per esempio quella del Museo Nazionale Romano alle Terme di Diocleziano che grazie a La Civica Scuola delle Arti, Accademia di Musica del Municipio Roma II, delizierà il pubblico con delle esecuzioni strumentali e vocali tratte da musiche da film facendo particolare attenzione alla produzione cinematografica Italiana e Francese. La Galleria Nazionale d’Arte Moderna per l’occasione presenterà i due Progetti di Francesco Lo Savio realizzati per la serie dei Metalli ed esposti alla Gnam per il cinquantenario della sua morte. Nel teatro del Museo Nazionale Romano di Palazzo Altemps avrà luogo lo spettacolo di Edoardo Vianello “Il suono delle fontane di Roma”, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea ospiterà Promenade da Bach al Novecento, un concerto per flauto e arpa, inoltre si potrà usufruire di visite guidate alla Crypta Balbi e infine, ma non meno importante, il Sesto Senso al Museo Etrusco di Villa Giulia. Un’occasione, in questi giorni di festa, per tutti quelli che: “Sono nato a Roma, ma non sono mai potuto andare a vedere quel museo o quella mostra perché lavoro e non ho tempo”.

 

Vuoi commentare l'articolo?

Arianna Arete Martorelli

Nasce a Roma lo stesso giorno di Francesco Facchinetti, che coincide casualmente con la data di morte di Leonardo da Vinci. Dopo il primo vero colloquio della sua vita, nell’ottobre 2013 diventa redattrice della sezione cultura e spettacolo per Lineadiretta24.it tra un articolo e un altro, nel tempo libero, si interessa di molte cose: cinema, teatro, fotografia, musica… concretamente gira, vede gente, si muove, conosce, fa cose. Dopo la laurea vorrebbe partire alla volta di New York per intervistare David Letterman. Spera di non dover mai scendere a compromessi meschini, odia bere l’acqua dalle tazze e i “no” a prescindere, crede fermamente che comunque, in fin dei conti, il destino ha sempre più fantasia di noi.

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->