Miles Aldridge: I Only Want You To Love Me

Who? Miles Aldridge. Why? Stessa risposta della domanda precedente. Miles Aldridge è uno tra i fashion photographer più noti a livello internazionale. Londinese, classe ’64, esperienza nell’illustrazione e nel video pop prima di apparire nel mondo della moda nel bel mezzo degli anni Novanta. Un periodo che per quanto riguarda l’intera gamma artistica – moda compresa – potrebbe esser definito minimal, nitido, quasi elementare. E tutto ciò cosa ha a che fare con Miles Aldridge? L’unica risposta valida potrebbe essere “il fascino dell’andare controcorrente”.

Il suo stile? Provocante prima di tutto. Colorato, energico, spesso esagerato. Ambiguo. Narra di donne “in stato di contemplazione”. Cosa fanno? Posano senza rendersene conto lasciando una scia di attrazione, fascino e curiosità, (soprav)vivono. Urla silenziose, vetri rotti, una testa premuta su un letto, il contrasto del rosso del ketchup con il bianco e il nero del pavimento. Esperienza, studio, intuito, talento. Non si sa, è Miles Aldridge, raccontato scrupolosamente da Miles Aldridge: I Only Want You To Love Me che oltre a essere il titolo della mostra è anche il libro pubblicato dalla Rizzoli. Oltre agli scatti più celebri, la retrospettiva dà la possibilità di scoprire il vero Miles Aldridge attraverso books, inediti e testimonianze. Lui che tra colori e donne non si sa chi sia la sua più grande passione, o meglio ossessione.

Una donna spinta in una piscina vuota, un viso coperto dal politene e il tutto – sempre – legato al mondo della moda di cui il fotografo non ha mai rispettato alcun trend andando avanti per la sua strada. La sua visione artistica – e del mondo – è stata definita “ampia e profonda”. D’altronde da un autentico filmmaker non ci si poteva aspettare altro. La sua fotografia è una centrifuga dell’illustrazione psichedelica del padre Alan, dell’eleganza di Richard Avedon, di Federico Fellini – “artigiano che non ha niente da dire, ma sa come dirlo” e del surrealismo di David Lynch. Ogni immagine racconta una storia come se fosse una sorta di short film, tutto si aggira tra cinema e fotografia che comunicano l’uno con l’altro. Enjoy Miles Aldridge: I Only Want You To Love Me, alla Somerset House di Londra, dal 10 luglio al 29 settembre 2013.

Vuoi commentare l'articolo?

Silvia Vetere

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->