China e caffè: i nudi femminili di Bato

Inimitabile il tratto, unica la tecnica: con china e caffè Bato ha realizzato in occasione della sua ennesima personale una ventina di opere ad elogio del corpo femminile. Il caratteristico timbro essenziale e deciso delinea questa volta i profili sinuosi di donne assorte, sdraiate e genuinamente scomposte nella solitudine dei loro pensieri, ma mai sgraziate. Le donne di Bato sono spontaneamente seducenti, serene se avvolte da linee morbide e gentili, irrequiete se definite da un tratteggio tortuoso e frastagliato. Volutamente lontano dai lustrini dell’arte contemporanea cosiddetta “ufficiale”, l’artista e scenografo romano, classe 1977, è impegnato da anni nel progetto BATO and Smoker’s Hot Club, realizzato in collaborazione con Alessandra Lenzi. {ads1}

L’iniziativa nasce dall’ incontro tra la sua sensibilità artistica e le suggestioni della musica Jazz e lo vede artefice di affascinanti performance di Live Painting che richiamano ogni volta un pubblico numerosissimo e attento. La serata inaugurale dell’esposizione è stata una nuova occasione per la realizzazione di opere “in diretta” sotto la guida di antiche melodie e reading poetici. I versi di Neruda, Alceo, Parini e Goethe inneggianti a San Martino hanno orientato la mano dell’artista, coinvolgendo i presenti un’ atmosfera magica e inebriante che solo le linee sinuose di un corpo femminile e un calice di vino sanno suscitare. L’esposizione è ospitata da La Maison des Artistes, affermata realtà culturale romana che ha da poco trasferito il proprio laboratorio di arte e artigianato dal quartiere di San Lorenzo a Rione Monti: una vera e propria fucina di talenti in cui sarà possibile ammirare, oltre ai lavori di Bato, opere di artisti-artigiani provenienti da tutto il mondo, dalla Grecia alla Cina. Curatrice della mostra Alessandra Lenzi.

Vuoi commentare l'articolo?

Eva Elisabetta Zuccari

Per lavoro e per passione racconto storie. Dalle esistenze straordinarie di persone comuni ai "pancini sospetti" del Gossip. Giornalista in divenire, classe 1989, curiosa. Spio tutto e tutti: voi non sapete chi sono io, ma io potrei già sapere chi siete voi.

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->