Olimpiadi Rio: Il giorno dei cecchini Italiani Campriani Oro nella carabina, Pellielo Argento nella fossa maschile

ORO CAMPRIANI – Campriani medaglia d’oro nella carabina dai 10 metri.campriani Dopo l’oro di Londra 2012, il cecchino azzurro si conferma il più forte atleta del mondo con la carabina. Dopo essere stato il migliore nelle qualificazioni, per via dei nuovi regolamenti, l’azzurro ha dovuto ricostruire da capo la sua gara nella fase finale: un durissimo ruond a eliminazione. Il momento più difficile è stato sicuramente a metà gara, quando a causa dello scatenato tifo per l’atleta indiano Bindra (alla fine quarto) l’azzurro è scivolato in quarta posizione, ma da quel momento in poi non ha più sbagliato un colpo, chiudendo la sua fantastica gara con due colpi da 10.6 e 10.7 che sono valsi la medaglia d’oro Olimpica nella specialità.

Si infrange invece al quarto piattello degli Shootout il sogno d’oro di Pellielo nella fossa olimpica maschile. Dopo un match combattutissimo è il croato Glasnovic a vincere l’oro, mentre per l’azzurro è medaglia d’argento.

TIRO CON L’ARCO – L’esordiente Madia è stata eliminata ai 32esimi di finale di tiro con l’arco dall’americana Brown. Bene invece l’arciere Nespoli che ha superato facilmente i primi due turni imponendosi sull’indonesiano Muhammad Hanif Wijaya per 7 a 3, e sul kazako Sultan Duzelbayev con il punteggio di 6 a 0. Venerdì 12 Agosto, alle ore 14:39 affronterà l’altro indonesiano Riau Ega Agatha.

SPORT A SQUADRE – Pesante sconfitta per le ragazze dell’Italvolley contro la Cina.Settebello Un netto 0-3, il secondo consecutivo dopo quello con la Serbia, che rischia di compromette il percorso olimpico delle azzurre guidate da Bonitta. Partita a senso unico, con le nostre atlete surclassate dalle Cinesi in tutti gli aspetti del gioco.

Buone notizie invece dalla pallanuoto maschile, dove  il settebello regola i transalpini con un perentorio 11 a 8 e centra la seconda vittoria in due partite. Ottima prestazione anche del duo azzurro Carambula-Ranghieri del beach volley maschile, con la vittoria sul Canada per 2 a 1, l’Italia è ufficialmente prima del suo girone a punteggio pieno, davanti al Brasile padrone di casa.

Nella notte altra grande prestazione di Team USA nel basket che, nonostante un primo quarto chiuso in parità, domina il venezuela 113-69. Sugli scudi Melo Anthony che scavalca Michael Jordan al terzo posto come miglior marcatore degli USA ai giochi.

SCHERMA – Nella scherma giornata amara per le italiane impegnate nella sciabola. Ci eravamo illusi con la grandissima impresa della Gulotta che aveva eliminato la campionessa olimpica in carica, la Koereana Kim, con il punteggio di 15 stoccate a 13, ma la sua corsa olimpica si è fermata ai quarti di finale, battuta 15-4 dall’ucraina Kharlan. In precedenza erano state eliminate le altre due azzurre, Ilaria Vecchi e Rossella Gregorio.

BOXE – Clemente Russo, nella categoria oltre 91 kg uomini,clemente-russo-boxe vince, non senza qualche difficoltà, il primo incontro, superando ai punti il tunisino Hassen Chaktami. Russo è stato premiato da tutti e tre i giudici, ma visto il valore relativo dell’avversario era lecito aspettarsi qualcosa di più.

Vittoria anche per Vincenzo Mangiacapre, categoria welter 69 kg che, in un bellissimo match contro il Messicano Romero, riesce a ribaltare nell’ultimo round lo svantaggio iniziale.

TENNIS – Lorenzi non è andato oltre il secondo turno nel singolare maschile. L’azzurro si è arreso allo spagnolo Agut in due set.

PellegriniNUOTO – Bene la Pellegrini che ha vinto la propria batteria di qualificazione nei 200 stile libero con un ottimo 1:56 e nella semifinale ha dato vita a un bellissimo duello con la Ledecky e la Sjöström. Il terzo tempo assoluto nelle semifinali è sembrato il frutto di una strategia ben precisa atta non mostrare subito tutte le sue carte, ma a controllare da vicino le due fuoriclasse avversarie. L’impressione è che il podio sia assolutamente alla portata di Fede. Male invece la Trombetti e la Franceschi che sono state eliminate nelle loro batterie dei 200 misti.

Vai alla home page di Lineadiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Mauro.Zini14

Vuoi commentare l'articolo?

Mauro Zini

Coach di basket, aspirante giornalista sportivo, laureando in comunicazione pubblica e d'impresa, sarebbe fantastico saper fare almeno una di queste cose. Appassionato di libri, cinema e serie TV, praticamente un Nerd da quando non era di moda esserlo.