Ecco i testi delle canzoni di Sanremo

La kermesse canora più controversa, criticata e seguita dell’anno è finalmente alle porte.

20 “Campioni” e 8 “Nuove proposte” si scontreranno sul palco del Teatro Ariston di Sanremo, dal 10 al 14 febbraio, in questa edizione 2015 del Festival della Canzone Italiana.

Sotto i riflettori non solo la prima conduzione di Carlo Conti – affiancato dalle ‘esordienti’ Arisa ed Emma Marrone – ma i più disparati ospiti, canori e non, del Belpaese ed Internazionali, che arricchiranno le 5 serate:

Tiziano Ferro, Imagine Dragons, Al Bano e Romina, Saint Motel, Gianna Nannini, Ed Sheeran; ma anche Luca e Paolo, Alessandro Siani, Angelo Pintus, Antonio Conte, Will Smith e Margot Robbie, Charlize Theron e Samantha Cristoforetti.

Al centro della scena, ovviamente, gli artisti in gara e le performance musicali, a vario titolo rappresentative di tale fantomatica, imperitura “Canzone Italiana”.

Ecco, allora, I TESTI delle 20 canzoni “Big” in gara:

 

1) MORENO: “Oggi ti parlo così”

(di R. Casalino ­ M. Donadoni ­ R. Casalino ­ M. Dagani ­moreno

 Io mi odio, mi provoco

Sto fermo e non mi muovo

Il tempo non mi passa e non ti dico che lo ignoro

Il tempo prende il volo in un momento

Prima mi sento solo poi contento

Ma non è un passatempo è un lavoro

È la passione il pass per arrivare al cuore e tenerlo vivo come un by­pass

Si frà dai gas abbiamo il telepass come quella volta là eravamo ancora a

spasso

Sul Tom Tom via del successo

Poi non so cosa è successo

Sarà che non ho mai dato nulla per scontato

E puntato su chi mi ha raccontato qualcosa di vero

Zitto per zitto significa segreto

Dritto per dritto e un concetto concreto

Se vedi tutto fermo confermo sorpreso

Il tempo è sospeso.

Crudo, spietato, diretto

Ma sempre fin troppo sincero

Sono Fermo a quel momento

Quando tu mi hai detto

Crudo, spietato, diretto

Oggi ti parlo cosí

Zitto per zitto significa segreto

Dritto per dritto e un concetto concreto

Se vedi tutto fermo confermo sorpreso

Il tempo è sospeso.

Non so un momento quanto dura

So che la vita è dura e una fatica antica tortura

Vorresti bloccargli il tempo Nakamura

Un’armatura è distrutta dopo una brutta figura

E oggi mi sento freddo per questo parlo schietto

Parto diretto come sul dischetto

Almeno te l’ho detto sincero di petto

Sei rimasto troppo indietro

Adesso non ti aspetto più

Spesso ti penso mi chiudo

Mi autoescludo nel buio

Mi sento messo a nudo

Crudo questo progetto spreme sul serio

Ti rende un oggetto e oggetto del desiderio

Yeah non c’è niente di male ma quando

Loro ti diranno che non sei male affatto

È la storia di un ragazzo cresciuto sull’asfalto

Che punta in alto dove il cielo è blu cobalto.

 

2) MALIKA AYANE: “Adesso e qui (Nostalgico presente)”

(di M. Ayane ­ L. De Crescenzo ­ A. Flora ­ G. Caccamo)

malika

Se lo vuoi rimani

Non c’è molto da dire che non sia già detto

Si dice che domani

Sia il solo posto adatto per un bel ricordo

Non è da vicino e nemmeno addosso

No, non desiderare

Lascia non esista mai

Silenzi per cena

Conoscersi

Lasciarsi le mani

Non è quello che ci spetta

Né buone idee

Né baci per strada

Adesso e qui

Nostalgico presente

Forse è già domani

E questo è solo un sogno e non è stato male

Se lo vuoi rimani

E troveremo un senso a noi che non cambiamo più

Silenzi per cena

Conoscersi

Lasciarsi le mani

Non è quello che ci spetta

Né buone idee

Né baci per strada

Adesso e qui

Nostalgico presente

Non desiderare Non desiderare no

Non desiderare Lascia non esista mai

Silenzi per cena

Conoscersi

Lasciarsi le mani

Non è quello che ci spetta

Né buone idee

Né baci per strada

Adesso e qui

Nostalgico presente

Non desiderare Non desiderare, no

Non desiderare Lascia non esista mai

Cantare di gioia

Arrendersi

Abituarsi

Non è quello che ci spetta

Raggiungersi

Sognare la noia

Adesso e qui nostalgico presente

Ma se vuoi rimani

 

3) ANNA TATANGELO: “Libera”

(di F. Silvestre ­ E. Palmosi ­ F. Silvestre)Tatangelo-Anna

 

Sorridere alla pioggia mentre bagna e cade

Morire in un tuo bacio senza respirare

E perdermi come una goccia

In mezzo alle tue braccia

In mezzo al mare

Guardare le paure

Bruciare dentro il sole

E sentire che con te

Sono libera

Libera

Come una nuvola nel vento

Che si dondola

Unica, unica

Come la luce della luna quando illumina

Trovar la pace solamente in un tuo abbraccio

E non accorgersi di come corre il tempo

Sentirsi come un fiore

Incapace di appassire

Solo se mi guardi tu

E guardare le paure

Bruciare dentro il sole

Sentire che con te

Sono libera

Libera

Come una nuvola nel vento

Che si dondola

Unica, unica

Come la luce della luna quando illumina

E se dicessi

Un’altra volta che vuoi rimanere

Ripetilo per tutto

Il tempo che rimane

Sono libera

Libera

Come una nuvola nel vento

Che si dondola

Unica, unica

Come la luce della luna quando illumina

Unica, unica

Come la luce della luna quando illumina

 

4) NESLI: “Buona fortuna amore”

(di Nesli ­ O. Grillo)
Buona fortuna amore

Nel viaggio che faraiNesli

Buona fortuna amore

Ovunque tu sarai

Nei posti più lontani

Che non hai visto mai

Perché non c’è domani

Se non come vorrai

Dammi tutto adesso

Tutto quello che hai

Dammi l’odore addosso

Se no mi perderai

Della tua pelle in fiamme

Dammi l’amore in faccia

E i morsi suIIa carne

La vita che si slaccia

E si slaccia

Ti hanno insegnato i tuoi

Che il mondo è in una mano

Le righe sulla pelle

Da dove proveniamo

E se lassù un angolo di cielo

Ci appartiene

Vale Ia pena in questo posto seminare il bene

E come viene

Buona fortuna vita

Buona fortuna amore

E niente più dolore, ore, ore

Dammi tutto adesso

Tutto quello che hai

Dammi l’odore addosso

Se no mi perderai

Della tua pelle in fiamme

Dammi l’amore in faccia

E i morsi sulla carne

La vita che si slaccia

E si slaccia

Basta dai

Non ce lo lascio il

Cuore un’altra volta

Ancora buona fortuna

Amore

E ti sei chiesto mai

Tutto finisse ora

È già finito tutto

Ma ricomincia ancora

E ancora

Buona fortuna amore

Nel viaggio che farai

Buona fortuna amore

Ovunque tu sarai

Dammi tutto adesso

Tutto quello che hai

Dammi l’odore addosso

Se no mi perderai

Della tua pelle infiamme

Dammi l’amore in faccia

E i morsi sulla carne

La vita che si slaccia

E si slaccia

 

5) RAF: “Come una favola”

(di R. Riefoli ­ E. Cecere ­ S. Grandi ­ R. Riefoli)

raf

Sei tu l’unica per me

Non c’è niente di simile

Un giorno sei entrata nei miei sogni

E hai reso tutto possibile

E ho imparato tra sogni e realtà imprevedibili

Che l’amore esiste anche al di là dei nostri limiti

Sei tutto quello che voglio

Anzi sei molto di più

E a quanti dei miei problemi

La soluzione sei tu

Vorrei che fosse per sempre

Come una favola

A cui non crede nessuno

Soltanto io e te

C’è sempre una strada sai

Davanti a noi

Attraversando spirali di un mondo in disordine

Puoi inventarne un’altra se vuoi

Finché vedrò le api che si posano sui fiori

Mentre le nuvole disegnano il cielo

Ovunque andrai io ci sarò perché

Perché è di me che hai bisogno

Ed io ho bisogno di te

Perché siamo parte di un sogno

Perché è tutto quello che c’è

E sarà sempre per noi

Come una favola

Stringimi forte perché

Ti farò girare girare girare volare

E splenderemo per sempre

Milioni di anni luce come pianeti

Oltre la gente oltre l’invidia

Di chi questo mai avrà

E splenderemo per sempre

Sei tutto quello che voglio

Tu sei molto di più

E ai miei perché

La risposta sei tu

Vorrei che fosse per sempre

Come una favola

Come una favola

E girare girare e volare

Una vita si può raccontare

Come una favola

Come una favola

 

6) ALEX BRITTI: “Un attimo importante”

(di A. Britti)

BRITTI

Guardami toccami stringimi

Regalami un istante

Tra quelli nostri più intensi

Un attimo importante

Fammi sorridere abbracciami

Rendimi felice

Come quell’uomo che ama

Ma che non lo dice

Le parole sono come le nuvole

Quando ci soffia il tempo

Si trasformano, diventano mille

E se le porta via il vento

Quel silenzio che irrompe nel buio

Mi rende felice

Come un pittore finita la tela

Sporco di vernice

Siedi sul tetto del mondo e guardalo girare,

Chiudi in silenzio la porta

Ma, solo per restare

Entra nell’anima mia

Rimani fino in fondo

Se quello che c’è tra noi due

Può cambiare il mondo

E allora guardami toccami stringimi

Ti prego fallo ancora

Fa che una storia speciale

Diventi una bandiera

Falla librare nel cielo

Rendila importante

Trattala come se fosse

Un cuore di diamante

Siedi sul tetto del mondo e poi senza parlare

Baciami ancora una volta e prova a immaginare

Se ogni notte di fuoco arriva dal profondo

Ecco, bastiamo io e te per cambiare il mondo

E se la musica suona stasera viene da lontano

Sorridi all’amore che passa e stammi più vicino

Non sarà vero domani ma adesso è solo adesso

Non servirà piangersi addosso

Perché se c’è un sentimento profondo

Allora bastiamo io e te

Per cambiare il mondo

Guardami toccami stringimi

Regalami un istante

Tra quelli nostri più intensi

UN ATTIMO IMPORTANTE

 

7) IL VOLO: “Grande amore”

(di F. Boccia ­ C. Esposito)

 

Chiudo gli occhi e penso a lei

Il profumo dolce della pelle sua

È una voce dentro che mi sta portando dove nasce il sole.

Sole sono le parole

Ma se vanno scritte tutto può cambiare

Senza più timore te lo voglio urlare questo grande amore.

Amore, solo amore è quello che sento

Dimmi perché quando penso, penso solo a te

Dimmi perché quando vedo, vedo solo te

Dimmi perché quando credo, credo solo in te grande amore

Dimmi che mai

Che non mi lascerai mai.

Dimmi chi sei

Respiro dei giorni miei d’amore.

Dimmi che sai

Che solo me sceglierai

Ora lo sai

Tu sei il mio unico grande amore.

Passeranno primavere,

Giorni freddi e stupidi da ricordare,

Maledette notti perse a non dormire altre a far l’amore.

Amore, sei il mio amore

Per sempre, per me.

Dimmi perché quando penso, penso solo a te

Dimmi perché quando amo, amo solo te

Dimmi perché quando vivo, vivo solo in te grande amore

Dimmi che mai

Che non mi lascerai mai.

Dimmi chi sei

Respiro dei giorni miei d’amore.

Dimmi che sai

Che non mi sbaglierei mai

Dimmi che sei

Che sei il mio unico grande amore.

 

8) GIANLUCA GRIGNANI: “Sogni infranti”

(di G. Grignani)

 

L’amore è un fiore che se nasce non conosce inverno ed io ci credo

Ma credo anche a questo caos che diventa inferno perché lo vedo

Ormai è un po’ che guardo con freddezza e con distanza

L’informazione e lo show che fan la stessa danza

E quando è sera non ci riesco ma vorrei uscire da questo quadro

E aspetto il giorno che sciolga i pensieri e la musica

Che è sempre un po’ più leggera e ad un passo da me… lei è

Ma io se solo io fossi Dio

Avrei un sentimento anche io come gli altri

Uomini o santi ingannati dai tanti

Sogni infranti

Sapessi per le strade quello che ho sentito dire ma non me ne vado

Perché un azzurro fiume scende da quelle colline e non è un caso

Che dentro a questa noia la città è assorta

Lo stato come piombo si sopporta

I ragni fanno i nidi sulle tue rovine come su un ramo

Fortuna c’è lei che mi dona bellezza dagli occhi suoi

Non voglio mai più sentirla lontana

Ma io se solo io fossi Dio

Avrei un sentimento anche io come gli altri

Uomini o santi ingannati dai troppi sogni infranti

Sto qui anche se non mi senti

Sto qui sai

Sto qui in mezzo a quella gente,

Che non molla mai sto qui, sto qui, sto qui… sai

Ma io se solo io fossi Dio avrei

Un sentimento anche io

Come gli altri uomini o santi ingannati dai tanti

Sogni infranti

Sì se io se solo io fossi Dio tornerei

Indietro nel tempo a cancellare le rughe

Dai suoi occhi stanchi e a ricucire per tanti

Questi anni questi inganni questi nostri sogni infranti

 

9) DEAR JACK: “Il mondo esplode tranne noi”

(di P. Romitelli ­ D. Simonetta)

 

Pensa

A questa stanza

A una conquista

A te che dormi mentre sei

Qui nascosta

Tra cielo e terra

Diventi aria

E cresci

Fino alle idee

E non ti accorgi

Fermi i secondi guardandomi

Niente è per sempre

Il mondo esplode tranne noi

Che abbiamo fretta

Di perderci cercando

Il senso dentro questo viaggio

Cerco

Un sorriso

Dentro a un pianto

Ai piedi di un tramonto

Sei

Quella scoperta

Che non passa

Che muove cielo e terra

Fino alle idee

E non ti accorgi

Cade una stella guardandoti

Niente è per sempre

Il mondo esplode accanto a noi

Che abbiamo fretta

Di perderci cercando

Il senso dentro questo viaggio

E ricordo ancora tutto il buono che sei

Non c’è pace, né guerra né gioia più attesa

Non mollare la presa

Il mondo esplode accanto a noi

Indifferenti

Al traffico del centro

Al tempo che consuma il resto

Niente è per sempre

Il mondo esplode tranne noi

Che abbiamo fretta

Di perderci cercando

Il senso dentro questo viaggio

10) BIGGIO E MANDELLI: “Vita d’inferno”

(di F. Biggio ­ F. Mandelli ­ M. Ferro)

 

Lasciatemi vi prego lamentare

Di questa vita infame ingenerosa

È un cumulo continuo di fatiche

Di stress e patimenti senza posa

Ho comperato un tablet col wi­fi

La connessione non funziona mai

E all’ora della Champions League

Mio figlio vuol vedere Peppa Pig

In cerca d’un parcheggio

Ho perso un pomeriggio

La sera al ristorante

M’han lasciato in mutande

Ed al mattino…

Mi sveglio e m’han fregato il motorino

Vita d’inferno

Fortuna che non dura che in eterno

Vita d’inferno

Se lo sapevo prima rimanevo dentro l’utero materno

Vita d’inferno

Si soffre sia d’estate che d’inverno

Vita d’inferno

Ho voglia di morire e andare a dire due parole al Padreterno

È vero che c’è sempre chi sta peggio

Chi affoga proprio mentre io galleggio

Ma non è poi così rassicurante

Se quel che affoga era il tuo galleggiante

Mio cugino pensa stamattina

Ha portato l’auto in officina

Per sostituire il faro posteriore

Gli han cambiato tutti i pezzi del motore

La vita è un’avventura misteriosa

Bizzarra sorprendente capricciosa

L’essere umano è un dono del creato

Ancora di più se penso che son nato

E che son vivo…

Per la rottura d’un preservativo

Vita d’inferno

Fortuna che non dura che in eterno

Vita d’inferno

Se lo sapevo prima rimanevo dentro l’utero materno

Vita d’inferno

Se piove è sempre colpa del governo

Vita d’inferno

Si soffre come ai tempi degli antichi ma in un modo più moderno

Sono milioni di milioni tutte le generazioni

Che han vissuto nonostante il giramento di…

Convincendosi che il giorno della fine dell’inferno arriverà…

Sono milioni di milioni tutte le generazioni

Che han vissuto nonostante il giramento di…

Convincendosi che il giorno della fine dell’inferno arriverà…

 

11) GRAZIA DI MICHELE E MAURO CORUZZI: “Io sono una finestra”

(di G. Di Michele ­ R. Petrangeli)

 

Io sono una finestra velata di vapore

In questa notte gelida deserta ed incolore

Rispecchia la finestra la carne e le emozioni

Di me che sono specchio delle contraddizioni

Difficile vedere se il vapore non svanisce

L’appiccicoso errore di chi non capisce

Eppure si riflette un’ombra che è la mia

Un’ombra di rossetto contro l’ipocrisia

Io non so mai chi sono eppure sono io

Anche se oltre il vetro per me non c’è mai un Dio

Ma questo qui è il mio corpo benché cangiante e strano

Di donna dentro un uomo eppure essere… umano

Sfogliando le parole di questa età corriva

Divento moralismo e fantasia lasciva

Crisalide perenne costretta in mezzo al guado

Mi specchio alla finestra e sono mio malgrado

Io non so mai chi sono io sono per la gente

Coscienza iconoclasta volgare e irriverente

Ma questo è solo un corpo il riflesso grossolano

Di donna o forse uomo comunque essere umano

Io non so mai chi sono eppure sono e vivo

Più del pregiudizio che scortica cattivo

Ma quando spio il mio corpo, che si riflette piano

Non c’è una donna o un uomo solo un essere umano

Io non so mai chi sono eppure sono e vivo

Più del pregiudizio che scortica cattivo

Ma quando spio il mio corpo, che si riflette piano

Non c’è una donna o un uomo solo un essere… umano

Io sono una finestra che aspetta che il vapore

Svanisca come un sogno

 

12) IRENE GRANDI: “Un vento senza nome”

(di I. Grandi ­ S. Lanza ­ I. Grandi)

 

Il vento oggi ha portato con sé

Un racconto che parla di te

Da quel giorno

Che il cielo era viola

Che eri seduta lì

Non sei più tornata

Sei stata di parola

Non ti sei fermata

Con il vento sei andata

Via da te

Via da qui

Via da tutto quello che

Intanto molto lontano da qui

Io ti vedo, ora sorridi così

Hai lasciato

E ti chiedi chi hai amato

Non sei più tornata

Sei stata di parola

Non ti sei voltata

Con il vento sei andata

Via da te

Via da qui

Via dalla notte infinita

Ed una mattina sei uscita

Non sei più tornata

Sei stata di parola

Non ti sei fermata

Con il vento sei volata via da quel che non è giusto

Questo vento non avrà padrone non avrà governo

Questo vento senza nome attraverserà l’inverno

Via da te

Via da qui

Via dalla notte infinita

Ed una mattina sei uscita

E sei volata via

Nel vento

 

13) CHIARA: “Straordinario”

(di E. Meta ­ G. Pollex)

 

Mi chiedo spesso se tu sei

Felice come me

Se poi ti basta quello che ci unisce

Un po’ d’amore e poche regole

Mi chiedi spesso di chi sono

Quegli occhi che ci guardano

Io ti rispondo sono stelle

Ma tu non ci credi neanche un po’

Allora saliremo sopra il cielo

A piedi nudi mano nella mano

Andiamo dritti fino al paradiso

E un po’ più su

Dove tutto intorno esplode l’universo

E io che vedo solo il tuo sorriso

Che fa sembrare tutto straordinario

Come te

Se un giorno io volessi di più

Di tutto quello che già ho

Ti troverei dentro un’altra vita

Con lo stesso sguardo

Perso ma sincero

Ci siamo presi a pugni

E poi a baci fino a ridere

Le mani ci hanno fatto male

Senza volersi mai staccare

E saliremo insieme sopra il cielo

A piedi nudi mano nella mano

Andiamo dritti fino al paradiso

E un po’ più su

Dove tutto intorno esplode l’universo

E io che vedo solo il tuo sorriso

Che fa sembrare tutto straordinario

Come te

Come questi anni che sono veloci

Che stancano i volti

Mentre formano i cuori

Sono gli anni più duri

Ma dicono i migliori

E saliremo insieme sopra il cielo

A piedi nudi mano nella mano

Andiamo dritti fino al paradiso

E un po’ più su

Dove tutto intorno esplode l’universo

E io che vedo solo il tuo sorriso

Che fa sembrare tutto straordinario

Come te

Andiamo insieme fino in capo al mondo

Perdiamoci ma mano nella mano

Questo viaggio avrà un finale straordinario

Se viaggi con me

Mi chiedo spesso se tu sei

Felice come me

 

14) ANNALISA: “Una finestra tra le stelle”

(di F. Silvestre)

 

Cambio faccia cambio modo di pensare

Se una goccia di una lacrima versata

Ti accarezza il viso mentre ridi e dici

Che è la pioggia

Ed è più dolce la paura se mi tieni in un tuo abbraccio

Riesco a sentire anche il profumo della notte

Mentre continui a sorprendermi

Disegna una finestra tra le stelle da dividere col cielo

Da dividere con me

E in un istante io ti regalo il mondo

Baciarti e poi scoprire che l’ossigeno mi arriva dritto al cuore

Solo se mi baci te

E non sentire

Bisogno più di niente

Non fermare quel tuo modo di riempire le parole

Di colori e suoni in grado di cambiare

Il mondo che non ero in grado di vedere

Ed è più dolce la paura se mi tieni in un tuo abbraccio

Riesco a sentire anche il profumo della notte

Mentre continui a sorprendermi

Disegna una finestra tra le stelle da dividere col cielo

Da dividere con me

E in un istante io ti regalo il mondo

Baciarti e poi scoprire che l’ossigeno mi arriva dritto al cuore

Solo se mi baci te

E non sentire

Bisogno più di niente

Disegna una finestra tra le stelle da dividere col cielo

Da dividere con me

E in un istante io ti regalo il mondo

Baciarti e poi scoprire che l’ossigeno mi arriva dritto al cuore

Solo se mi baci te

E non sentire

Bisogno più di niente

 

15) LARA FABIAN: “Voce”

(di C. Cremonini ­ F. Zanotti ­ L. Fabian)

 

Voce per chi voce non ne ha,

Per dare un senso a questo tempo…

Voce che è rumori di città,

Mi entra dentro come il vento…

Io canto tutto il silenzio che

Sta gridando intorno a me, intorno a me…

Dimmi chi sei, voce nell’aria,

Voglio confondermi dentro di te,

Canto per te dal fondo dell’anima…

Con la forza di vincere… che resta in me…

Per vivere ancora, per sognare ancora

Fino a raggiungerti…

Questa voce che non smette mai

Di dare un senso a questo tempo…

Io canto, il potere profondo che

La serenità racchiude in sé, racchiude in sé…

Dimmi chi sei, voce che vai nel vento

Il mio canto limpido lo dedico a te… a te…

Ovunque sei… il tuo respiro intenso…

Per vincere ancora, per scoprire ancora

La felicità chiusa in noi.

 

16) LORENZO FRAGOLA: “Siamo uguali”

(di L. Fragola ­ F. L. Lucia ­ L. Fragola ­ F. Cogliati)

 

Passerà, stanotte passerà

E forse torneremo, ad amarci

Impazzirai, lo so che impazzirai

Perché non ci basta il tempo

Perché nulla basta mai

Anche se in fondo il nostro è amore

Usiamo stupide parole

Perché è stupido chi pensa che non serva anche il dolore

E siam vicini ma lontani, e troppi tentativi vani

E forse arriverà, domani

Siamo uguali in fondo

E forse cercherai, le mie mani

Solo per un giorno

Non scappare dai miei sguardi

Non possono inseguirti, non voltarti dai

E forse capirai, quanto vali

Potrei darti il mondo

Ma griderai, sul silenzio della pioggia

È rancore e mal di testa, su una base un po’ distorta

Ti dirò, siamo uguali come vedi

Perché senza piedistalli, non riusciamo a stare in piedi

Ed è già tardi e vuoi far piano

Il cuore è il tuo bagaglio a mano perché hai tutti i pregi che odio

E quei difetti che io amo

E schegge di una voce rotta, mi hanno ferito un’altra volta

Ma forse arriverà, domani

Siamo uguali in fondo

E forse cercherai, le mie mani

Solo per un giorno

Non scappare dai miei sguardi

Non possono inseguirti, non voltarti dai

E forse capirai, quanto vali

Potrei darti il mondo

Ma io non ci sarò e vedrai

Sarà semplice

Scivolare per

Poi atterrare fra le braccia di chi vuoi

Non scappare dai miei sguardi

Non possono inseguirti, non voltarti dai

E forse capirai, quanto vali

Potrei darti il mondo, tranne me

 

17) BIANCA ATZEI: “Il solo al mondo”

(di F. Silvestre)

 

Ora che sei diventato come il vento che,

Si può solo sfiorare e non si può trattenere

Sai pensavo che darei tutto un inverno per un giorno d’estate con te

Resta qui anche senza parlare fai finta di niente e illudimi che

Che ora va tutto bene, che dormiamo insieme

So che non serve a niente

Però io ti amo mentre dentro muoio

No, tu non puoi capire

Che sei il solo al mondo con cui voglio stare

Sai, ricordo ancora il giorno che

Ho capito che saresti stato mio a tutti i costi

Tu mi hai seguita per tutta la sera fin quando non mi hai vista più

Dopodiché, con la faccia di quello che ha perso la testa, sei uscito anche te

Eccoti, menomale, ti prego non andare

So che non serve a niente

Però io ti amo mentre dentro muoio

No, tu non puoi capire

Che sei il solo al mondo con cui voglio stare

So che non serve a niente

Però io ti amo mentre dentro muoio

No, tu non puoi capire

Che sei il solo al mondo con cui voglio stare

 

18) MARCO MASINI: “Che giorno è”

(di F. Camba ­ D. Coro ­ M. Masini)

 

Che giorno è

Ti stai annoiando di te

Che parli cinicamente

Niente vale niente

Ti vedo ma sei assente

Quasi trasparente

Dimmi che giorno è

Ti stai stufando anche te

Di non avere un posto

Un sogno che è rimasto

E non sentire il gusto

Del sole a ferragosto

E no così non va

Non stiamo mica giocando

Con questa eternità… l’eternità

Vivere cadere vivere e rialzarsi vivere

Ricominciare

Come la prima volta

Dimmi che adesso t’importa

E smettila di smettere

Vivere ed amarsi vivere e lasciarsi vivere e

Riconquistarsi

Come l’ultima volta

In questa vita che ha fretta

Di vivere che giorno è

Che giorno è

Se ti accontenti di te

Se resti ancora a ieri

A tutti quei desideri

Pensieri con le ali

Ma sempre e solo da domani

E invece è tutto qua… è qua

È come un appuntamento

Con la casualità

Vivere cadere vivere e rialzarsi vivere

Ricominciare

Come la prima volta

Dimmi che adesso t’importa

E smettila di smettere

Vivere ed amarsi vivere e lasciarsi vivere riconquistarsi

Come l’ultima volta

In questa vita che ha fretta

Di vivere che giorno è

Che giorno è

Dimmi che è il giorno perfetto, sì

Per ritrovarci già, trovarti qua

E riniziare a vivere…

Io e te…

Vivere ed amarsi vivere e lasciarsi vivere riconquistarsi

Come l’ultima volta

In questa vita che ha fretta

Riapriamo ancora una porta

E raddrizziamo la rotta

Per vivere che giorno è

 

19) NINA ZILLI: “Sola”

(di N. Zilli)

 

Sola,

E gli altri ballano

Mi piace farmi male

E ricordare la felicità cos’è

Sola

Anche prima di dormire

Lo vedi fuori piove

E non, non migliora neanche quando ci sei tu

Non cerco di più

È meglio se tu

Ora poi capirai che non ci sei stato mai

Io vorrei dare a te

Quello spazio che ti serve ma non c’è

In questo blues

Questo è il mio blues

Sola

E gli altri ballano,

È così che andrà a finire

Succede solo a quelli come me

Non cerco di più

È meglio se tu

Ora vai capirai

Che non ci sei stato mai

Io vorrei dare a te

Quello spazio che ti serve ma non c’è

In questo blues

Questo è il mio blues

E non importa se

Morirò di solitudine

Ora vai, capirai

Che non ci sei stato mai

Io vorrei dare a te

Quello spazio che ti serve ma non c’è

Mi odierai, piangerò,

Da stasera resterò

Sola, uh uh

Sola

In questo blues.

 

20) NEK: “Fatti avanti amore”

(di A. Bonomo ­ L. Chiaravalli ­ G. Fazio ­ F. Neviani)

 

Abbiamo gambe

Per fare passi

Trovarci persi

Avvicinarci e poi

Abbiamo bocche

Per dare baci

O meglio dire

Per assaggiarci

Se un pianto ci fa nascere

Un senso a tutto il male forse c’è

Io sono a pronto a vivere

Ti guardo e so perché

Siamo fatti per amare

Nonostante noi

Siamo due braccia

Con un cuore

Solo questo avrai da me

Fatti avanti amore

Fatti avanti amore

Abbiamo mani

Per afferrarci

Girare insieme

Come ingranaggi e poi

Abbiamo occhi

Con cui vediamo

Ma se li chiudi

Ci riconosciamo

Perfetti come macchine

Miracolo di nervi ed anime

Io non ti chiederò perché

Ti stringo e credo a te

Siamo fatti per amare

Nonostante noi

Siamo due braccia

Con un cuore

Solo questo avrai da me

Fatti avanti amore

Fatti avanti amore

Senti quanto rumore

Il cuore fa da solo

Dividiamolo in due

Io la tengo per te

La sua parte migliore

Fatti avanti amore

E fatti avanti amore

Siamo fatti per amare

Nonostante noi

Siamo due braccia

Con un cuore

Solo questo avrai da me

E fatti avanti amore

Tu fatti avanti amore

Fatti avanti amore

Fatti avanti amore

 

Insomma, incredibile a dirsi, un’edizione all’insegna dell’amore (sic!).
Ma con all’orizzonte il barlume di qualche piccola sorpresa.

Vuoi commentare l'articolo?

Valeria Biotti