Roma spietata, non mollano le inseguitrici

 La sesta giornata di campionato si è aperta fin dall’anticipo delle 18 con un sorpasso in vetta ad opera del Napoli di Rafa Benitez, che grazie ad un super Pandev ha sconfitto il Genoa per 2 a 0 causando l’esonero di Liverani. Al suo posto tornerà a Genova Gasperini, che tenterà di restituire gioco ad una squadra che finora ha dimostrato di avere grosse difficoltà in fase di costruzione. Torna a sorridere il Milan, che orfana di Balotelli in avanti, batte di misura una buonissima Samp. Decisivo il gol vittoria dell’insospettabile Birsa il quale, improvvisato trequartista, per una notte è diventato la vera stella di un Milan che, nonostante la vittoria, mostra ancora diverse lacune. Parlando di perplessità, entriamo nel cuore del derby torinese, vinto da una Juventus non troppo spavalda, andata in vantaggio con il gol di Pogba viziato da un evidente fuorigioco. Il Torino esce comunque a testa alta, ed ha dimostrato a tutti che la Juventus non è la macchina perfetta degli ultimi due anni, come non lo è stata la terna arbitrale nelle ultime due uscite bianconere. Si fermano nella corsa verso i piani alti della classifica Inter e Lazio, che non sono andate oltre il risultato di parità. Vedendo il pareggio dei neroazzurri, si può affermare con tutta tranquillità che le lamentele di Mazzarri nei confronti del calendario erano più che fondate. L’Inter infatti ha fronteggiato il Cagliari a distanza ravvicinata dalla partita di giovedì scorso contro la Fiorentina, accusandone evidentemente la fatica nei minuti finali, nei quali ha subito il gol del pari di Nainggolan. La Lazio, invece, dopo essere passata sul 2-0 nel secondo tempo, viene rimontata da un Sassuolo rinvigorito forse dal clima derby respirato da Mister Di Francesco. Vincono anche Atalanta e Catania, aprendo le danze al posticipo serale che vede la Roma riappropriarsi ferocemente del primo posto in classifica, chiudendo con un vero e proprio show la sesta giornata di campionato, in attesa solo della Fiorentina, che deve ancora affrontare il Parma. Sublime la prestazione dei giallorossi che si impongono con un sonoro 5-0 ai danni di un Bologna inerme, condotti dallo straripante Gervinho, e ancor di più da una coralità che inizia a far paura anche alle “grandi”.

 

Vuoi commentare l'articolo?

Alex Marino

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->