Paulinho manda il Brasile in finale

La partita si sviluppa seguendo un copione preciso in tutti i novanta minuti. Brasile all’attacco, Uruguay ben chiuso dietro e pericoloso in contropiede con le ripartenze di Suarez e Cavani. Proprio l’Uruguay in avvio ha una clamorosa occasione per passare in vantaggio. Follia di David Luiz che cintura Lugano in area, è calcio di rigore. Dal dischetto però Forlan si fa respingere la conclusione da Julio Cesar, che salva il Brasile. Brasile che ha le sue difficoltà nello sbloccare l’incontro, ma ci riesce al 41’. Neymar si incunea in area e si fa respingere la conclusione da Muslera, ma sulla respinta Fred è bravo e fortunato a segnare l’1-0. Terzo gol nel torneo per l’attaccante della Fluminense, dopo la doppietta all’Italia.{ads1}La reazione dell’Uruguay arriva al 48’, quando l’ottimo Cavani approfitta di un’incertezza di Thiago Silva per mettere in rete di sinistro, è 1-1. Grandissima partita dell’attaccante del Napoli, il più pericoloso in attacco dei suoi.

La partita nel finale si innervosisce un po’, l’Uruguay ci mette tanta grinta, Neymar le solite grosse giocate ma anche qualche tuffo di troppo. Sarà proprio da un calcio d’angolo battuto (benissimo, come sempre) da Neymar dalla sinistra a scaturire il gol vittoria. Paulinho salta più in alto di tutti e fa esplodere la “torcida” brasiliana. L’Uruguay tenta l’assedio finale, che non va però oltre qualche mischia su palla da fermo.

Il Brasile è in finale dove attende la vincente tra Spagna e Italia, in caso di vittoria potrebbe mettere in bacheca la terza Confederations Cup consecutiva dopo quelle vinte nel 2005 in Germania e nel 2009 in Sudafrica.

All’Uruguay rimane la finale per il terzo posto.

Vuoi commentare l'articolo?

Alessandro Paparella

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->