Teatri del Sacro 2015. Al via il bando

Tutti gli enti sopra elencati sono i promotori della quarta edizione del bando I Teatri del Sacro che tornerà a giugno 2015 con la sua rassegna biennale dedicata ai temi della spiritualità, del rito, del sacro nella sua accezione più ampia. Dopo il successo delle edizioni precedenti, nel 2009, 2011 e 2013, anche gli spettacoli che saranno selezionati per la nuova edizione, debutteranno sempre a Lucca, sarà infatti ancora una volta la città toscana a ospitare il Festival. Il bando per poter concorrere alla selezione sarà aperto fino al 15 settembre 2014. Potranno essere presentati tutti i tipi di progetti teatrali, di prosa, di danza, di figura, purché per la sezione professionisti, inediti e mai rappresentati. La novità della quarta edizione de I Teatri del Sacro sarà infatti la presenza di due diverse sezioni. Alla sezione dei professionisti si affiancherà un’altra dedicata alle compagnie amatoriali, per le quali è stato istituito il Premio Mario Apollonio, riconoscimento dedicato al primo professore italiano che ha presieduto una cattedra di Storia del teatro.

{ads1}

L’obiettivo dell’originale rassegna teatrale è stato più volte spiegato durante l’ultima conferenza stampa, tenutasi a Roma martedì 13 maggio, in cui è stato presentato il bando di partecipazione per l’ultima edizione così come il ruolo del teatro definito una pedagogia della responsabilità. “Il teatro mette in scena la crisi proprio lì dove il giudizio e la scelta non possono essere evitati” così ha detto Don Domenico Pompili, direttore dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della Cei, illustrando le varie motivazioni che hanno portato la comunità ecclesiale a investire nella cultura e soprattuttonel teatro, strumento di arricchimentoche ha sempre permesso di esprimere ogni forma di condizione umana in tutte le sue sfumatura materialie perchè no, come mostrano i Teatri del Sacro, anche spitiruali.

Per maggiori informazioni consultare: www.iteatridelsacro.it  – www.federgat.it 

 

Vuoi commentare l'articolo?

Annalisa Manta

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->