Home » Esclusivo, tragedia tra le onde delle Hawaii: muore attaccato da uno squalo l’attore di “Pirati dei Caraibi”

Esclusivo, tragedia tra le onde delle Hawaii: muore attaccato da uno squalo l’attore di “Pirati dei Caraibi”

attacco squali
Uno squalo – Lineadiretta24.it (foto Corporate+)

Tragico lutto nel mondo del cinema. Attore di Pirati dei Caraibi muore a causa dell’attacco di uno squalo che non gli lascia scampo. 

Domenica 23 giugno il mondo del cinema è stato raggiunto da una tragica notizia: uno degli attori del cast di Pirati dei Caraibi è morto in circostanze tragiche, a soli 49 anni.

L’uomo, surfista provetto, cavalcava le onde a Goat Island, alle Hawaii, dove svolgeva anche l’attività di bagnino. Il mare era la sua passione, e il mare se lo è portato via.

La  notizia è stata resa nota dai media locali e ribattuta poi dalla stampa di tutto il mondo. Una immane tragedia, una morte terribile.

Il suo corpo sarebbe stato trovato su una spiaggia senza una gamba e un braccio. Vediamo i particolari.

Pirati dei Caraibi: attore muore attaccato da uno squalo

Il sindaco di Honolulu Rick Blangiardi, ha commentato la notizia, come riporta Dailypositiveinfo: “È con profonda tristezza che piangiamo la perdita di uno dei nostri bagnini incredibilmente dedicati della città e della contea di Honolulu, che ha tragicamente perso la vita oggi in un apparente attacco di squalo sulla North Shore. I nostri cuori sono con la sua famiglia, i suoi amici e i suoi colleghi di Ocean Safety in questo momento incredibilmente difficile”.

La moglie Emilia invece ha dichiarato affranta: “Per quanto tragica possa essere stata la sua scomparsa, ha lasciato questo mondo facendo ciò che amava, nel posto in cui amava farlo”. Oltre al ruolo in Pirati dei Caraibi: oltre i confini del mare l’uomo è apparso in un episodio della serie televisiva Hawaii Five-0 e ha recitato  anche in alcuni spot pubblicitari nazionali.

tamayo
Tamayo Perry – Lineadiretta24.it (foto Instagram)

Una tragedia immane

Stiamo parlando di Tamayo Perry, esperto surfista che gestiva, assieme alla moglie, anche una scuola di surf. Il collega Jesse King, riporrta NbcNews, ha commentato: “Lui andava a informare il pubblico, parlava con le persone e le indirizzava verso un posto più sicuro per impedire che accadessero cose brutte, e ha salvato innumerevoli vite facendo un buon lavoro come bagnino”.

Il NYTimes invece spiega “gli attacchi di squali sono rari” e secondo un rapporto del Dipartimento del territorio e delle risorse naturali dello Stato  quest’anno “si sono verificati tre precedenti incontri con squali in tutto lo Stato”.   Inoltre  “nove persone, tra cui il signor Perry, sono morte a causa di attacchi di squali alle Hawaii dal 1995.  Un surfista di 39 anni è morto a dicembre dopo essere stato morso da uno squalo al largo di Maui”. Non è ancora chiaro che tipo di squalo abbia ucciso Tamayo Perry.