Home » Claudio Baglioni, l’incidente mortale con la sua Porsche: il viso devastato dalle ferite

Claudio Baglioni, l’incidente mortale con la sua Porsche: il viso devastato dalle ferite

Claudio Baglioni-Lineadiretta24

Claudio Baglioni, noto cantautore romano, vittima di un gravissimo incidente con la sua auto. Come sta oggi

Uno dei cantanti più bravi, famosi e dotati della musica italiana, Claudio Baglioni, che vanta una prolifica carriera che ha visto i suoi esordi nei primissimi anni 70. Dopo un paio di brani passati quasi in sordina, la consacrazione nel 1972 con Questo piccolo grande amore, ancora oggi cantata da giovani e meno giovani. Nella sua lunga e sfolgorante carriera che va avanti ancora oggi a poco più che 70 anni e fascino immutato, scrive e pubblica 17 album in studio e 13 dal vivo, più 7 raccolte e 3 album di cover.

Nella vita privata Baglioni è stato sposato con Paola Massari dal 1973 al 1982, e da lei ha avuto il suo unico figlio, Giovanni; dagli  90 si accompagna a Rossella Barattolo.

Ma forse non tutti sanno che il cantautore ha rischiato di dover abbandonare la carriera di cantante a causa di un gravissimo incidente nel quale è stato coinvolto con la sua Porsche. Vediamo cosa è successo.

L’incidente di Claudio Baglioni

È la notte tra il 2 e il 3 novembre 1990 quando Claudio Baglioni perde il controllo della sua potente auto a causa del fondo scivoloso per la pioggia e, si dice, di un paio di fari abbaglianti. Si schianta contro un muro e viene estratto dall’auto sanguinante e con un profondo taglio che divide in due la lingua, e che avrebbe potuto compromettere la sua carriera.

Per fortuna le sapienti mani del chirurgo hanno messo a posto quello che l’incidente ha causato, ricucendo la lingua con il laser permettendo così a Baglioni di tornare a essere quello di sempre, un magnifico cantante.

Claudio Baglioni durante un concerto-Lineadiretta24 (fonte Instagram)

Artista poliedrico

Nella sua lunga carriera che è poi seguita, ha dato prova di essere non solo un bravo cantante ma anche un simpatico conduttore. Lo abbiamo apprezzato al fianco di Fabio Fazio in Anima Mia, programma del 1997, due anni dopo sempre con Fazio ne L’ultimo Valzer e soprattutto alla guida del Festival di Sanremo nel 2018 e nel 2019.

In una lunga intervista riportata da Sky Tg24 Claudio Baglioni si sofferma proprio sull’incredibile successo e sulla carriera lunghissima che non vede mai un momento di stasi. Ammette che voltandosi indietro a guardare questi 50 anni passati nella musica: “Vedo molti me stesso che si sono succeduti nel tempo. Principalmente vedo un ragazzino che non pensava mai nella vita di fare quello che ha fatto, che sta facendo tutt’ora” e, molto modestamente, confessa che a farlo andare ancora avanti è la curiosità, perché c’è sempre qualcosa ancora da fare e imparare. Poi c’è che a me il successo è capitato quando meno me lo aspettavo e non ci credevo più, e quindi ho vissuto tutta la mia vita professionale – e lo sto facendo ancora oggi – per meritarmi il successo che ho avuto tanto anni fa e che trovo ancora oggi inspiegabile”.