Villaggio della Salute Più: una piccola oasi di pace vicino Bologna

C’è un luogo situato tra Bologna e Toscana dove il benessere si incontra con il divertimento, dove la natura regna incontrastata per ben 17 ettari e le coltivazioni rispettano i naturali cicli della natura; questa oasi di benessere è il Villaggio della Salute Più. La comunità Europea ha dichiarato questo territorio Sito di Interesse Comunitario, qui l’aria è priva di smog e ci sono tre sorgenti termali.

Il Villaggio della Salute Più, con la sua natura variegata, racchiusa in un anfiteatro di colline e boschi, circondato da laghi e pianure, è il luogo ideale per scappare dalla routine quotidiana e per dedicarsi interamente alla cura di noi stessi. La biodiversità e la natura incontaminata percepibile appena si arriva in questo luogo rende il Villaggio una realtà unica. Situato nella Valle del Sillaro, questo complesso aperto tutto l’anno, è dedicato alle cure termali, alla riabilitazione e al benessere. All’interno del Villaggio, che è una vera e propria “città del benessere”, ci sono diversi complessi: tre sorgenti di acqua termale, un agriturismo, un albergo, un camping e nei mesi estivi viene aperto al pubblico anche  il parco acquatico (il primo Acquapark termale in Europa) che si estende per ben 20.000 metri quadrati e comprende piscine termali, giochi, percorsi sportivi e aree ristoro.

Il Villaggio della Salute Più: una storia burrascosa e travagliata.

Il territorio dove oggi sorge il Villaggio durante la Seconda Guerra mondiale veniva utilizzato dai Nazisti che nel 1944 vi costruirono la Linea Gotica, un complesso di trincee utilizzate come difesa dagli Americani. Nel dopoguerra questo luogo venne adibito all’estrazione della ghiaia fino al 1985. In seguito questo territorio venne abbandonato e nel corso degli anni ha corso il rischio di essere trasformato in una maxi discarica, ma grazie all’amore incondizionato per la natura e la sua terra, il Prof. Antonio Monti lo ha salvato da un destino nefasto, costruendo un agriturismo alla fine degli anni ’90 e trasformando questo territorio in una vera e propria oasi di pace. Successivamente venne scoperta la presenza di fonti di acqua termale, così venne costruito lo stabilimento termale e nel 2004 venne costruito l’Acquapark composto da 22 piscine, di cui 7 termali. Nel corso degli anni ha preso forma il Villaggio che si può ammirare oggi, un complesso di strutture che rispondono ai bisogni di chi vuole prendersi cura di se stesso.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Villaggio oggi: un’oasi di divertimento e benessere

Grazie ai suoi vari servizi, il Villaggio è in grado di offrire durante tutto l’arco dell’anno tante proposte per vivere a pieno il relax che questo luogo può offrire. Si possono effettuare cure termali, visite culturali e attività sportiva; il Villaggio della Salute Più ad oggi risulta essere uno dei complessi turistici più visitati in Italia. Un luogo ideale per la cura del corpo e della mente, che ha come obiettivo primario il benessere vero e proprio, infatti nel Villaggio si può usufruire di rimedi provenienti dalla medicina orientale, ogni attività viene svolta a stretto contatto con una natura incontaminata che regala uno sfondo assolutamente suggestivo. Il Villaggio è raggiunto da tre diverse fonti termali, cuore pulsante di tutto il complesso: la sorgente San Clemente, la sorgente Castagneto e la sorgente Zellino. Le acque delle Terme dell’Agriturismo, fortemente depurative e rigeneranti, sono solfato-calciche e provengono dalle fonti sorgive del Dragone, un piccolo vulcano di fango tuttora attivo che sorge a circa 5 chilometri dal Villaggio.

Divertente e originale anche la possibilità di trascorrere una notte super romantica in compagnia della propria dolce metà all’interno del complesso termale grazie all’iniziativa Notte Azzurra: ogni venerdì e sabato le terme sono aperte fino all’una di notte. Le Notti Azzurre offrono l’opportunità di passare una serata indimenticabile, tra buffet al Ristorante Panoramico, cene al Ristorante Sillaro, massaggio relax, pernottamento in albergo e la possibilità di osservare la luna immersi in una vasca di acqua termale. Potete provare le terme in notturna anche durante la settimana: il mercoledì restano aperte fino a tardi per la serata veg: il vostro relax verrà accompagnato da un leggero buffet vegetariano/vegano preparato dai cuochi dell’Agriturismo Ristorante Sillaro.

piscine termali

piscine termali

All’interno del complesso l’Acquapark della Salute Più, nato nel 2004, è oggi una delle migliori attrazioni dell’estate. Una valida alternativa alla riviera o alle passeggiate in montagna: relax e divertimento, un connubio perfetto. Tante sono le proposte all’interno del parco acquatico, come acquagym, Yoga, canoa, animazione per i più piccoli e passeggiate storico-naturalistiche. L’Acquapark comprende anche la zona dei laghi dove il venerdì e il sabato sera è possibile andare a ballare sotto le stelle e in un’acqua riscaldata che raggiunge i 30°.

Come omaggio per i 40 anni di attività del Villaggio Termale Bolognese, la casa editrice milanese Astorina, ha realizzato un numero speciale di Diabolik dal titolo “Colpo alle Terme” e indovinate un po’ di quali Terme si tratta? Se vi è venuta voglia di una fuga all’insegna del benessere ecco il link per restare aggiornati sulle offerte del Villaggio : www.villaggiodellasalutepiù.it .

Buon relax!

Vai alla home page di LineaDiretta24 

Leggi altri articolo dello stesso autore 

Twitter @carodelau

 

 

 

 

 

 

Vuoi commentare l'articolo?

Anna Carolina De Laurentiis

Nata a Roma, sotto il segno dei Pesci! Se siete curiosi come me.. allora leggetemi! Redattrice di viaggi, tv e spettacolo.