Viaggiare a settembre: dal Mediterraneo alla Cina

“Ritornerà sul mare
La dolcezza dei venti
A schiuder le acque chiare
Nel verde delle correnti”
(A.Gatto – Arietta settembrina)

Il caldo torrido di Agosto sembra, ormai, quasi un ricordo. Settembre è arrivato, puntuale, a rammentarci che un nuovo anno sta per iniziare: tra impegni scolastici, lavoro e ritorno alla “normalità”, la routine riprende, pian piano, il sopravvento lasciando spazio alla malinconia di un’estate finita già negli archivi della memoria. Tuttavia, da bravi viaggiatori, quest’anno abbiamo deciso di fare un cambiamento di rotta, e di programma. Se siete liberi da impegni genitoriali da primo giorno di scuola e fate parte di quel ristretto gruppo di privilegiati che, un pò per allergia all’asfissiante al caos di ferragosto, un pò perchè, diciamocela tutta, le “salate” vacanze da solleone rischiano di bruciare, insieme alle finanze, anche l’agognato tour da “sogno di una notte di mezza estate”: “udite, udite” le ferie, quest’anno, iniziano proprio a Settembre.

Non c’è nulla di più rilassante (e di economico) di una vacanza in controtendenza con le ordinarie “pause salariali di massa” imposte e riproposte ogni anno dai soliti sempre noti “addetti ai lavori”: un esodo apocalittico che , quasi alla stregua di un ridondante mantra ecosolidale, raduna la sovrumana folla di “lavoratori in trasferta” dalla poltrona dell’ufficio alla sdraio dell’agognato lido, nelle affollate spiagge del Bel Paese; anime in pena alla ricerca di una democratica alternativa a un “cambio d’aria” diverso dai soliti “condizionamenti” ma che finisce per catapultare il popolo dei ferragostiani dalla padella alla brace. Armi, bagagli e proverbi in spalla dunque, perchè, si sa, Settembre “o porta via i ponti o secca le fonti!”

La buona notizia è che le mete più glam dell’estate godono ancora di calde atmosfere tra i succulenti pacchetti all inclusive dei maggiori tour operators. Abbiamo stilato per voi la classifica della mite estate settembrina, alla scoperta di piccoli paradisi di tranquillità low cost, che vi guideranno tra le correnti delle chiare e limpide acque dell’Italia preautunnale, e vi faranno fare un tuffo tra le meraviglie nazionali della Sicilia fino a raggiungere i caldi litorali delle Isole Eolie.

Isole Eolie

Isole Eolie

Se siete, invece, esterofili incalliti, abbiamo organizzato per voi un romantico viaggio nel Mediterraneo delle meraviglie, alla scoperta di un gioiello ellenico di arte, storia e relax: Cipro. Infine, per i collaudati “cittadini del mondo”, la novità di quest’anno viaggia sui binari del “Pechino Express tour”: la Grande Muraglia cinese vi aspetta!

Un tuffo dove l’acqua è turchese

Per viaggiare a settembre senza rinunciare al mare ci sono le meraviglie barocche nella Sicilia orientale del Ragusano, l’ideale per una vacanza tra divertimento, arte e cultura. Temperature miti e spiagge semideserte: un binomio perfetto per godere atmosfere e paradisi nascosti di questo meraviglioso angolo di terra dagli orizzonti color turchese; da Palermo a Trapani un susseguirsi di spiagge, baie e calette, inaccessibili durante il periodo di alta stagione, si trasformano in un’oasi di pace e tranquillità. Tra Monte Pellegrino e Monte Gallo, la spiaggia di Mondello, dalla bianca sabbia cristallina, è una delle mete predilette dal turismo di massa: circondata da un’oasi architettonica di ville in stile liberty, la baia diventa, in questo particolare periodo dell’anno, un rifugio ideale per turisti di tutte le età. Da qui è facile raggiungere Trapani e la Riserva dello Zingaro:

Riserva dello Zingaro

Riserva dello Zingaro

un piccolo lembo di costa in cui è possibile fare trekking, praticare sport acquatici oppure godersi lunghe, interminabili passeggiate lungo i sentieri del birdwatching. Per gli amanti delle piccole e medie imbarcazioni l’isola di Favignana, tra Marsala e Trapani, è un susseguirsi di frastagliati orizzonti calcarei in cui la natura domina incontrastata: con i suoi 33 chilometri di baie e calette, questo straordinario paradiso sull’acqua vi condurrà verso l’apoteosi naturalistica di due isolotti d’eccezione: Levanzo e Marittimo. Siamo certi che l’arcipelago egadino non vi deluderà!

Le isole nell’Isola

Ma la Sicilia racchiude, al suo interno, tesori di straordinaria bellezza. Un tour delle Eolie, le isole nell’isola, regaleranno alle vostre vacanze quell’atmosfera zen che soltanto questa magica terra è in grado di offrire. Tra Stromboli, Filicudi, Vulcano e Panarea  il tour è servito! Vi segnaliamo una minicrociera a prezzi davvero low cost: un tour delle Eolie organizzato da Tarnav viaggi. (Per info e prenotazioni: 0909223617).

Viaggiare a settembre tra le acque di Afrodite

Per chi decidesse di viaggiare a settembre, optando per una meta al di fuori dai confini nazionali, l’isola di Cipro rappresenta, quest’anno, il must have della vacanza a cinque stelle. Proclamata meta ideale dai turisti di tutto il mondo Cipro è pronta ad accogliervi in tutto il suo splendore: un paradiso ricco di storia, di conflitti e di grandi contraddizioni ma, senza dubbio, una tra le isole più belle del Mediterraneo. Divisa in due nazioni, occupata per 2/3 dalla popolazione della Repubblica di Cipro e 1/3 dai Turchi ( questa parte non è riconisciuta “legalmente” dalla Comunità Internazionale) l’isola risulta, di fatto, spaccata in due. viaggiare a settembre Tuttavia il turismo di massa sembra privilegiare la parte orientale ricca di attrazioni, alberghi, ristoranti. Nicosia, la capitale, gineceo di storia, arte e cultura è definita la “Berlino del Mediterraneo”: divisa in due dalla “Linea Verde della discordia”, l’antica città è un tesoro architettonico di inestimabile bellezza. All’interno delle mura veneziane si respira arte bizantina in ogni dove: l’antico Museo, famoso per i suoi mosaici rappresenta, ancora oggi, il non plus ultra dell’iconografia sacra. Tra arte, storia e cultura anche il dolce far niente rivendica un ruolo di tutto rispetto. E così, per concludere in totale relax questo magico tour da mille e una notte le Terme di Afrodite, proclamate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, vi aspettano insieme ad un’offerta davvero “afrodisiaca”: Afrodite Beach Hotel a 69,00 euro a notte (info su booking.com).

La Grande Muraglia

Con le sue 56 minoranze etniche la Cina offre al turista una varietà etnica, storica e culturale dalle mille sfaccettature. Prima di intraprendere questo lungo viaggio bisogna , però, fare i conti con un iter burocratico da “guinness dei primati”; a cominciare dal visto. IL CVAS (Chinese Visa Application Service) di Roma e Milano sono, al momento, i due punti di riferimento principali per garantirvi l’immunità da “incidenti di percorso” e non; perchè, altra premessa riguarda la salute. Meglio non partire impreparati: via libera, dunque, ai “famigerati” vaccini che, a quanto pare, non lasciano via di scelta. Di fronte all’immensità di un paese tanto vasto quanto variegato culturalmente e climaticamente, abbiamo scelto come meta di viaggio Chang-Cheng: la grande muraglia cinese. viaggiare a settembre

Situata nei confini settentrionali della Cina, questa imponente opera di fortificazione raggiungeva, originariamente, i 6000 chilometri di lunghezza ( oggi ne restano circa 2000). Un infinito lungometraggio architettonico che ospitava, sulla sua superficie, circa 10.000 torri e 25.000 castelli. Simbolo dell’antica dinastia Ch’in la muraglia fu costruita per volere dell’imperatore Shin Huang Ti per difendere il paese dalle invasioni dei barbari delle steppe, e soprattutto dalla feroce tribù dei Hsiung Nu. Dopo aver subito diverse opere di consolidamento nel corso degli anni, la grande muraglia è stata, in seguito, completamente restaurata durante la dinastia dei Ming, che le ha conferito l’aspetto e il percorso attuale. Oggi l’antica Chang-Cheng costituisce una delle principali attrattive della Cina. Tra i percorsi più gettonati di questo lungo e straordinario percorso architettonico, l’area circoscritta intorno a Pechino gode di maggiore popolarità tra i turisti provenienti da ogni parte del mondo. L’autunno, e in particolare Settembre, è il periodo migliore per intraprendere questo incredibile viaggio all’insegna di un trekking d’eccezione, quando il periodo delle precipitazioni lascia spazio a lunghe giornate di sole. Cinaviaggio.com, leader nel settore viaggi, propone interessanti pacchetti viaggio all inclusive. Non ci resta che viaggiare: le ferie di Settembre sono arrivate!

Vai alla Homepage di LineaDiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

Vuoi commentare l'articolo?

Annamaria Di Sibio

Passione e malinconia. Si, la vita è passione e malinconia; come l'estate e i rigidi inverni dell'anima, come la pioggia, con il suo triste e malinconico ticchettio, preludio alla primavera e poi l'estate, e ancora l'estate e l'eterna passione per la vita. Dura ma meravigliosa questa vita.Un dono inestimabile questa nostra esistenza: non siamo nati per sopravvivere, ma per vivere intensamente questo paradiso terrestre magicamente imperfetto che ci addestra leoni nella giungla d'asfalto della quotidianità. Cosa sarebbe la vita senza la malinconia? Che sapore avrebbe la felicità fine a se stessa, la gioia senza la soddisfazione del merito, della fatica, della sana competizione? Che sapore avrebbe una vita priva di coraggio, di lotta per la sopravvivenza e cosa sarebbe una vita senza ambizioni? Tristezza. Sarebbe insipida, inutile, sterile, frigida tristezza. Anche oggi la malinconia prende il sopravvento, mi lacera, mi incupisce, mi fa piangere. Io e la malinconia: amiche, compagne, sorelle. Abbiamo percorso lunghi sentieri, a volte tortuosi, a volte ripidi eppure siamo ancora qui, io e lei , a ridere delle paure del passato, a brindare alle vittorie ottenute, a benedire gli errori che ci hanno plasmato così come siamo adesso: vive, malinconicamente vive, magicamente noi, io e lei, la mia malinconia. La malinconia è donna, ne sono certa. Ha lunghi capelli nero corvino, proprio come i miei. Bussa ogni giorno alla mia porta per farmi compagnia, per ricordarmi che la fragilità è umana, che la tristezza e il dolore fanno parte della vita e che, senza di loro, non potrebbe esistere la felicità. Gioia e dolore: due facce della stessa medaglia, due modi di vivere e di pensare la vita. Si, la vita è ciò che pensiamo, è come la viviamo, è come la amiamo. La vita siamo noi. Questa sono io.