Le Canarie dal sapore italiano

Le isole Canarie sono un arcipelago che si composto da sette isole maggiori ed altre isolette minori, situate nell’Oceano Pacifico, tutte di origine vulcanica. Sono considerate una comunità autonoma della Spagna e per chi le vede per la prima volta rappresentano un sogno, tanto che sempre più italiani, nell’arco della propria vita decidono di trasferirsi in questo posto magico.

Da Tenerife a Fuerteventura, da Gran Canaria a Lanzarote, da la Palma a la Gomera e el Hierro, regna sovrano un clima temperato con sole tutto l’anno, questo basta a renderle una meta perfetta per le vacanze, non solo d’inverno!  Il boom delle Canarie è iniziato un paio d’anni fa ed il numero degli italiani residenti in una delle sette isole ha raggiunto le 22.432 unità. La zona più gettonata dagli italiani è senza dubbio quella di Los Cristianos e paesi limitrofi, mentre a Playa Las America domina la presenza inglese.

COSA SPINGE GLI ITALIANI A TRASFERIRSI ALLE CANARIE?

Sono diversi i fattori che, soprattutto negli ultimi anni, hanno incentivato il trasferimento degli italiani all’estero. Tra i fattori più comuni: il clima tropicale, i ritmi di vita rilassanti e meno caotici e la pressione fiscale molto più bassa che in Italia. Ad eccezione delle zone più turistiche, alle Canarie è possibile affittare un monolocale con un budget di 250/280 euro al mese ed un trilocale con 400 euro. Inoltre per fare qualche altro esempio, la benzina costa 0,98-1,03 centesimi al litro ed anche le sigarette costano la metà rispetto all’Italia. Persino l’assicurazione dell’automobile costa molto meno rispetto all’Italia, addirittura il 70% in meno. La maggior parte degli Italiani è concentrata tra Tenerife e Gran Canaria, seguite da Fuerteventura e Lanzarote. Le altre carine sono molto carine, ma pur sempre molto piccole. Tra le categorie più individuate che coinvolge questa grande migrazione ci sono laureati senza lavoro, pensionati, giovani che cercano lavori di manovalanza, nel settore industriale per esempio, o nella ristorazione e nell’edilizia.

DALL’ISOLA DEL VENTO ALL’ISOLA DELL’ABBONDANZA: LE SETTE CANARIE

Lanzarote è l’isola più orientale delle Canarie. Qui sono particolarmente evidenti i segni e i colori che testimoniano le origini vulcaniche dell’arcipelago. L’isola che si è formata nel corso di eruzioni laviche presenza un paesaggio a tratti surreale, un ruolo ideale per rilassarsi e fare lunghe passeggiate tra grotte, vulcani e spiagge incontaminate. Tenerife è l’isola più grande delle Canarie, la più eterogenea e la più industrializzata. Principale è il vulcano del Teide, il terzo più grande del mondo, una destinazione imperdibile per gli amanti delle escursioni. Fuerteventura è l’Eden delle Canarie, tra una vegetazione lussureggiante e lunghe distese di spiaggia bianca. L’isola è una meta perfetta per gli amanti del windsurf, del kitesurf e per la vela. Gran Canaria è la meta ideale per la vita mondana, oltre ovviamente a piccoli angoli di paradiso di straordinaria bellezza. La Palma è l’isola delle escursioni; la Gomera l’isola degli spiriti liberi, una vera e propria oasi di serenità. Infine El Hierro è l’isola dell’avventura, la più piccola delle Canarie, dichiarata dal 2000, Riserva della Biosfera dall’UNESCO. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

ITALIAN FILM FESTIVAL DE CANARIAS: IL CINEMA ITALIANO ALLE CANARIE

Accolta con grande entusiasmo la prima edizione di “Italian film festival de Canarias”, organizzata da Francesca Piggianelli di Romarteventi in collaborazione con “ViviTenerife”, “Ca- narie per te”e “Italian Radio Canarie”,con il supporto di Cinecittà Panalight, il patrocinio della Regione Lazio ed in gemellaggio con il Festival di San Felice Circeo, svoltasi a Tenerife presso L’Auditorium San Isidro Espacio Civico. Il programma si è aperto con il  film documentario “Tizzo-Storia di un grande campione”, con la presenza del grande campione di boxe pesi leggeri, Emiliano Marsili e si è concluso con la proiezione mondiale del film thriller psicologico “SCARLETT”, regia di Luigi Boccia. La protagonista MIRIAM GALANTI, presente in sala con il produttore distributore, Luigi De Filippis, al termine della proiezione è stata acclamata con un interminabile applauso riferito alla sua straordinaria bravura per la vasta diversificazione dei ruoli presenti nel film, sempre in bilico tra realtà ed immaginazione. Tutti i nuovi talenti hanno catturato l’attenzione del pubblico tra una pioggia di applausi e di standing ovation! 

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter @carodelau 

Vuoi commentare l'articolo?

Anna Carolina De Laurentiis

Nata a Roma, sotto il segno dei Pesci! Solare, determinata e tanto curiosa! Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, amo viaggiare e scoprire il mondo! Redattrice presso LineaDiretta24, curo in particolare la sezione viaggi e tv!