I migliori itinerari per un viaggio in moto in Europa dell’Est

Un viaggio in moto per le strade dell’Europa dell’est è d’obbligo per chi ama scoprire il mondo a bordo delle due ruote. Ancora poco presente negli itinerari turistici di massa, questa parte del vecchio continente rappresenta la meta perfetta per una vacanza on the road: fate il pieno, munitevi di un bagaglio leggero e scoprite con noi i suoi itinerari più affascinanti.

Transfagarasan, la strada più bella del mondo

A pochi chilometri da Brasov si snoda la Transfagarasan, definita tra le più spettacolariviaggio in moto nell'Europa dell'est strade del mondo. Lunga 152 km, collega la regione della Transilvania alla Muntenia. Si parte dalla città di Bascov per terminare vicino Cartisoara, attraversando numerosi tornanti: la Transfagarasan scorre tra le montagne più alte della Romania e regala ai viaggiatori panorami incredibili. Lungo lo spettacolare itinerario si arriva alla fortezza Poenari, il castello di “Dracula”, costruito da Vlad Impalatore nel XV secolo per difendersi dai turchi in caso di attacco. Per arrivarci abbandonate la moto e salite tutti i 1480 gradini che si snodano attraverso la fitta foresta circostante. Attenzione a pianificare il viaggio però: la Transfagarasan è aperta solamente durante la stagione estiva a causa delle rigide condizioni climatiche invernali.

  

Itinerari per un viaggio in moto nei Balcani 

viaggio in moto nell'Europa dell'estNei circa 500 km che separano Spalato da Tirana avrete modo di attraversare ben 4 paesi: Croazia, Bosnia Erzegovina, Montenegro e Albania, costeggiando il Mar Adriatico. Proseguendo a sud da Spalato, la prima tappa è Mostar. Simbolo della rinascita della Bosnia dopo la guerra, esibisce i segni della sua ricostruzione insieme a quelli lasciati dalla devastazione del conflitto. La sua attrazione più importante è Ponte di Mostar, teatro ogni anno dell’esibizione del Club dei Tuffatori che si gettano nelle acque gelide del Neretva. Dopo la tappa in Bosnia proseguite per Dubrovnik, considerata tra le più belle città dei Balcani. Visitate il suggestivo centro storico, ormai famoso per essere stato scelto come ambientazione de Il Trono di Spade, per poi raggiungere il Montenegro e le sue incantevoli spiagge. Qui, in poco meno di 150 km di costa, si prospetteranno davanti i vostri occhi fiordi, scogliere e spiagge situate ai piedi di imponenti monti. Concludete infine il vostro viaggio a Tirana, ma non prima di esservi tuffati alla scoperta delle atmosfere urbane dell’Albania con una visita alla città di Durazzo.

 

Repubblica Ceca: la Boemia meridionale

viaggio in moto nell'Europa dell'estLa Boemia meridionale offre ai motociclisti strade panoramiche in perfette condizioni. A sud del territorio ceco è infatti possibile ammirare paesaggi rigogliosi ed esplorare una delle regioni più ricche di monumenti, città storiche e castelli. Fermatevi lungo la strada per visitare il monastero di Vyšší Brod con la sua architettura tipica boema e la bellissima libreria dal fascino barocco, per poi proseguire verso Český Krumlov, incantevole cittadina il cui centro storico è patrimonio dell’Unesco. Proseguite fino a Tabor ed esplorate le sue strette vie e i caratteristici edifici che mescolano stile gotico, rinascimentale e barocco. Infine, concludete il viaggio dirigendovi 90 km più a nord per raggiungere Praga e il suo fascino sempre magico.

viaggio in moto in Europa 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Vai alla home page di Lineadiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter autore: @JoelleVanDyne_

 

 

Vuoi commentare l'articolo?

Viola D'Elia

Nata 27 anni fa, ha vissuto a Roma, Istanbul e in India. Sempre pronta a fare le valigie, sogna di vedere ogni angolo di mondo. Oltre a coltivare ambizioni alla Jules Verne, i suoi interessi includono accumulare libri, la musica e il cinema. E’ capace di commuoversi ogni volta che rivede Hugo Cabret; ama scrivere e fare domande, ma non riceverne. Specialmente di lunedì mattina. Crede fermamente nella filosofia di Big Fish: «Tenuto in un piccolo vaso il pesce rosso rimarrà piccolo, in uno spazio maggiore esso raddoppia, triplica o quadruplica la sua grandezza».