Isola d’Elba in moto

Prendere la moto e girare sulle strade del nostro Paese guardando le montagne da una parte e le bellissime spiagge dall’altra? Il sogno di ogni motociclista. Uno dei luoghi dove poter realizzare questo sogno è sicuramente l’Isola d’Elba, raggiungibile in traghetto imbarcando la vostra moto. Un piccolo gioiello incastonato nel Mar Mediterraneo, che grazie ai suoi luoghi indimenticabili può stampare nella memoria una cartolina piena di colori ed emozioni.

Prendetevi qualche giorno di ferie dal lavoro e saltate in sella alla vostra moto, raggiungete il Porto di Piombino ed imbarcatevi per un sogno. Una vacanza on the road lungo le strade e le meraviglie dell’Isola d’Elba stando attenti, oltre che alla guida, a catturare le zone più belle dell’isola sul vostro smartphone o sulla vostra digitale. Una scelta non casuale quella di affrontare un viaggio così particolare in moto, in un luogo che ha grande attenzione per i fanatici delle due ruote, che potranno contate, una volta sbarcati, sulla possibilità di soggiornare in zone campeggio full optional e con prezzi tra i più bassi della penisola. Si può cominciare a scoprire le bellezze del posto dal bellissimo approdo di Rio Marina, sulla parte est dell’Isola, con la necropoli rupestre risalente all’eneolitico. Al suo interno sono state rinvenute circa 80 sepolture con moltissimi corredi, tra i quali: vasellame, armi e monili di varia natura. La collocazione naturale della necropoli, all’interno della Grotta di San Giuseppe, rende il luogo suggestivo e particolare, non potrete non abbassare il cavalletto e fermarvi ad ammirare uno spettacolo così notevole.

Salendo verso nord, prestando sempre molta cura alle strettoie ed alle discese piuttosto ripide delle strade dell’Isola, possiamo raggiungere il Porto di Cavo, dal quale sarà poi possibile riscendere verso il comune di Portoferraio che, per estensione territoriale, risulta essere al secondo posto tra quelli sull’Isola, dopo quello di Campo nell’Elba. Il comune di Portoferraio è noto anche come “Città Rosa”, un appellativo che è da attribuire per via del selciato del suo centro storico, un particolare tipo di calcare che fornisce alle pietre posizionate sul pavimento delle tinte rosate. Uno dei motivi che vi spingerà a scendere dalla sella.

Costeggiando la parte nord dell’Isola, con alla vostra sinistra il bellissimo verde naturale del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, si può raggiungere piuttosto agilmente la cosiddetta “Costa del Sole”, la zona ovest dell’Isola che comprende bellezze uniche come la spiaggia de Le Buche, nella frazione di Colle d’Orano, che fa parte del Comune di Marciana. I Fondali limpidi, resi tali dalla sabbia particolarmente chiara della spiaggia, sono l’ideale per le attività di diving e snorkeling, per le quali le strutture del luogo forniscono tutto l’occorrente. Dalle rive di Colle d’Orano è possibile ammirare, puntando verso ovest, le linee frastagliate del “profilo” della Corsica.

Ma i gioielli dell’Isola d’Elba devono ancora essere scoperti lungo la strada di questo particolare viaggio. Il ritorno verso Rio Marina lascia spazio per un’ultima località nella parte sud dell’Elba, il Comune di Marina di Campo. Un luogo di soggiorno che può contare su circa due chilometri di spiagge completamente attrezzate e disponibili ad ospitare qualsiasi tipologia di turista con le sue spiagge libere ed i suoi stabilimenti balneari, ma anche un posto che riporta alcune tra le pagine più importanti della storia dell’intera Isola, come il monumento megalitico dei “Sassi Ritti”, un campo di menhir risalenti all’età villanoviana ed utilizzati per cerimonie riguardanti vari culti solari.

La fine del giro su due ruote riporta all’imbarco di Rio Marina. La vacanza è terminata ma lo spirito è ristorato da un’esperienza unica. Salire in moto ed attraversare l’Elba ha tutti i vantaggi del caso. Le strade, piuttosto strette, sono quelle ideali per la comodità delle due ruote ed il clima tipicamente mediterraneo consente di affrontare il viaggio senza soste obbligate o “di fortuna”. Le strutture del luogo sono, in questo senso, totalmente responsive ed hanno adattato i propri servizi proprio in ragione di una comodità unica che un viaggio in moto può fornire in zone come queste. L’accessibilità dei camping consente di risparmiare molto e gli adeguati collegamenti stradali permettono di vivere veramente l’Isola d’Elba. Abbandonare questi posti sarà difficile tanto quando scendere dalla sella per l’appassionato di moto.

Vuoi commentare l'articolo?

Redazione