Cuba: il riflesso autentico delle sue epoche lontane

Terra di battaglie e rivoluzioni, di sogni e di rivoluzionari, di epoche lontane e ambizioni. La meravigliosa isola di Cuba, arcipelago dei Caraibi, è lo specchio delle sue epoche lontane e il riflesso autentico della sua storia; quella storia ai tempi di Fidel Castro e del suo comandante Ernesto Guevara de La Serna. E questo lo si respira e lo si percepisce ovunque: sui muri, nell’architettura, per le strade. Cuba è una terra che prescinde dal trascorrere del tempo, racchiudendo tutto il suo fascino in quell’atmosfera rivoluzionaria studiata e fantasticata da molti, come fece a suo tempo Daniele Silvestri che cantava: “C’è, in un’isola lontana, una favola cubana che vorrei che tu conoscessi almeno un po’”. E noi proveremo un po’ a raccontarvela.

Cohiba: i famosi sigari cubani

Quando si nomina Cuba, accanto ai suoi infiniti gioielli culturali, il pensiero non può non andare ai sigari tipici cubani, i cohiba. Poco noti all’inizio della loro produzione, iniziarono a farsi strada nel mercato dei sigari per volere di Fidel Castro grazie ai regali fatti da quest’ultimo ai capi di Stato e diplomatici stranieri, fino alla svolta arrivata nel 1982 quando la marca fu lanciata anche nel mercato straniero. I cohiba iniziarono così ad essere considerati da Habanos – società che produce e distribuisce più sigari cubani – come la marca di punta di tutta la produzione, annoverandosi così come i più famosi sigari cubani, ancora oggi desiderati da molti appassionati.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Trinidad: tra le più belle e colorate città di Cuba

Immaginate di trovarvi in una piccola cittadina in cui il suo centro storico si articola in piazze e strade con palazzi e abitazioni color pastello, quasi come il canale del Nyhavn a Copenaghen, ma il cui stile coloniale con il quale fu progettato dai spagnoli non combacia affatto con lo stile antico del Porto Nuovo di Copenaghen. Trinidad, infatti, dichiarata patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO e nominata come la “città museo di Cuba”, è custode di infiniti gioielli culturali, da Palacio Cantero alla Chiesa di Santisima Trinidad, e ancora dalla spiaggia Playa Ancon alla pittoresca Plaza Major, giungendo infine al caratteristico “buzon de secretos”, scultura raffigurante un orecchio che si è fatto negli anni custode dei mille segreti di Cuba. Una città ricca di mete che fanno ripercorrere ai turisti la storia di Cuba di cui la cittadina Trinidad si fa carico nella sua bellezza presentando un tessuto urbano rimasto immutato nel tempo, quasi rimasto fermo a tre secoli fa. Ed è anche per questo che Trinidad è considerata come una tra le più belle città di Cuba, prima fra tutte a vantare una storia lunga più di 500 anni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La valle di Vinales

Considerata il paradiso ecologico per eccellenza di Cuba, la valle di Vinales è divenuta meta imprescindibile per tutti quei turisti amanti della natura che non possono escludere un’escursione tra i famosi mogotes, le grandi montagne calcaree e i tappetti di pianura dal colore verde acceso. Una valle spregiudicata e indomita, in grado di regalare il fascino della montagna pur trovandosi in un clima tropicale. Tra le altre possibilità che offre questa valle troviamo anche un minuscolo isolotto ricoperto di mongrovie con 3 km di spiaggia bianca e acqua cristallina, che prende il nome di Cayo Jutìas. Indubbiamente una visita da cui non si può prescindere se ci si vuole fermare e rilassare per godersi il clima tropicale tipico di Cuba.

Valle di Vinales

La Valle di Vinales

Cienfuegos

Con il suo nucleo urbano, ricco di facciate classiche e di esili colonne che ricordano la Francia del XIX secolo a cui si ispirò il suo fondatore francese don Louis D’Clouet, Cienfuegos è conosciuta come la “Perla del Sud di Cuba”. È una città nautica, situata intorno alla baia naturale più maestosa di Cuba, il cui ambiente è in buona parte marittimo ed è caratterizzato da un’invidiabile tranquillità che si respira per le sue eleganti vie facilmente percorribili a piedi. I punti di maggiore interesse sono: il Teatro Tomàs Terry, la Casa della Cultura Benjamin Duarte, il Paseo del Prado e il Parco Josè Martì. Una città nautica senza dubbio imperdibile, caratterizzata dal verde smeraldo delle sue terre e dal turchese delle sue acque cristalline.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’Avana

Nota a tutti è l’Avana, la capitale di Cuba, di cui è anche il principale porto e il principale polo turistico. Il nucleo urbano dell’Avana è formato principalmente dai tre quartieri più famosi: Habana Vieja, Centro Habana e Vedado. Tra questi tre quartieri l’Habana Vieja, dichiarata dall’UNESCO patrimonio culturale dell’umanità nel 1982, corrisponde all’antico centro coloniale e vanta una grande vastità di antichi edifici d’epoca. È infatti camminando tra le vie dell’Habana Vieja che si ha la possibilità di scoprire giardini nascosti, monumenti, farmacie e negozi d’altri tempi insieme a verande di legno o di ferro battuto che conferiscono a questo quartiere l’atmosfera tipica delle piccole cittadine. Insomma una parte di Cuba, quella dell’Avana, da cui non si può prescindere e che senza dubbio va assaporata e conosciuta in tutta la sua storia per potersi sentire catapultati in quelle epoche lontane.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Torna alla HomePage Lineadiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @valeriasantare2

Vuoi commentare l'articolo?

Valeria Santarelli

Classe 1994, nasce sotto il segno del Leone di cui rispecchia i pregi ma anche i difetti: vede il mondo in bianco o in nero, in sintesi non la vedrete mai vestita di grigio! A breve laureata in Lettere, da sempre appassionata di libri, cinema e scrittura, ha le idee molto chiare su quello che farà in futuro e spera di vederle realizzate. Follemente attratta dalle cose belle della vita, sogna di viaggiare in tutto il mondo e di potersi definire giornalista un giorno.