X Factor: vincono i Soul System; le pagelle della finale

Verdetto a sorpresa, ma non impossibile da pronosticare, quello uscito dalla finalissima di X Factor. A trionfare sono i Soul System, il primo gruppo in assoluto a vincere il talent musicale più famoso della TV. La vera notizia, semmai, è come siano arrivati alla vittoria finale. Eliminati durante gli home visit, per portare i discutibili Les Enfants, dal loro giudice Soler, i Soul System sono stati ripescati dopo la decisione dei Jarvis di lasciare anzitempo il programma, non convinti dalle clausole contrattuali. Nel duello finale hanno avuto la meglio sulla diciannovenne Gaia, voce bellissima e con tutto il tempo per fare la sua strada nel mondo discografico. Ecco nel dettaglio le ultime pagelle di questa decima edizione.

CATTELAN – Alessandro è uno dei conduttori più bravi dell’intero panorama televisivo. Probabilmente X Factor non è il format migliore nel quale far valere le sue doti di intrattenitore poliedrico. Per quasi tutta la stagione ha adottato un profilo basso, minimal e verrà ricordato per le coraggiose scelte di vestiario più che per memorabili picchi di conduzione. La pagnotta a casa la porta senza patemi. AFFIDABILE – VOTO 6  

MANUEL AGNELLI – Di Manuel si è scritto e detto tutto e il contrario di tutto. La sua presenza nel programma era partita col botto, crudele e preparato al punto giusto. Poi con l’andare delle puntate il cinismo ha lasciato il posto ad una eccessiva affezione nei confronti dei ragazzi. Come giudice ha fatto un lavoro molto raffinato, accompagnando ognuno dei suoi ragazzi in un percorso in grado di farli spaziare nei generi e negli stili. Non li ha indirizzati verso una nicchia, ma li ha spronati a migliorarsi. Questo sicuramente è un pregio e raffigura a pieno l’anima di un artista che nel mainstream ha sempre visto qualcosa da evitare. COERENTE FINO IN FONDO – VOTO 8

ArisaARISA – Eccola, Arisona nazionale. Nel bene e nel male l’anima di questa edizione di X Factor. Arisa è un personaggio fuori dagli schemi, che va avanti per la sua strada incurante del resto del mondo. Se lei imboccasse l’autostrada contromano, continuerebbe a guidare, chiedendosi come mai vanno tutti nel verso sbagliato. Fin dall’inizio ha puntato sull’andare controcorrente. Ha scelto, tra i suoi ragazzi, i personaggi e non i cantanti. Si è inimicata il pubblico, finendo per uscire fuori gara quasi subito. Ha poi continuato la sua guerra contro il mondo, tra alti e bassi, punzecchiandosi con gli altri giudici e accentrando eccessivamente su di lei le attenzioni. Personaggio controverso, che forse dovrebbe essere salvato da se stesso. Resteranno alcuni discorsi completamente privi di logica, e i continui, fastidiosi, battibecchi. CONTROMANO – VOTO 5

ALVARO SOLER – Alvaro ha vinto X Factor, e già questa è una notizia. Alvaro ha vinto X Factor con un gruppo che aveva scartato. E questa è un’altra notizia. Alvaro ha vinto X Factor con quella faccia li, da chi, arrivato alla finale, non sa nemmeno dove sia e perché. I suoi discorsi, nella puntata di ieri, sul lavoro erano totalmente fuori luogo, esattamente come lui. L’unico momento di vero interesse è stato quando, ringraziando il suo producer, si è quasi lasciato scappare un “se non fosse stato per lui, io qui non avrei saputo che fare” per fortuna frenato in tempo. Alvaro è la dimostrazione che una sanissima botta di culo vale più di mille sforzi. VINCITORE PERDENTE – VOTO 4

FEDEZ – Se Agnelli è stato elogiato per il percorso scelto per i propri cantanti, Fedez va elogiato in egual misura per il motivo opposto. Fedez è uno che il mainstream lo capisce e lo cavalca, e quindi, invece di far crescere le sue cantanti, le ha indirizzate, incanalate in un percorso discografico chiaro, netto, pulito. Mossa assolutamente riuscita, visto che tutte e due sono ai primi posti delle classifiche di vendita. Fedez è uno che sa cosa vende e sa come costruire un personaggio che venda, vedi Rovazzi, a prescindere se il personaggio piaccia o meno. Il resto sono chiacchiere. Gaia seconda classificata probabilmente ha sorpreso anche lui, ma è chiaro più o meno a tutti, che il cavallo vincente, in termini di dischi, per Fedez non è lei. ASTUTO – VOTO 7

Soul SystemSOUL SYSTEM – Eccoli, i vincitori della decima edizione di X Factor. Quelli dello swagga, già tormentone da social. I Soul System sono stati l’unico gruppo a non finire mai in sfida e alla fine hanno conquistato tutti, pubblico e giudici. L’impressione è che il format del programma fosse molto adatto al loro tipo di musica. La musica live è fondamentalmente diversa da una registrazione in studio e i Soul System sono animali da palcoscenico. Sprizzano energia, carica, fanno ballare, sono coinvolgenti. Non si può non essere trascinati dai loro arrangiamenti. Quello che succederà dopo il programma però, è tutt’altro che scontato. In giro ci sono un sacco di band che fanno quel tipo di musica e probabilmente la fanno meglio di loro. Sicuramente riempirebbero palazzetti e tour con un loro concerto, ma sull’effettiva resa di un disco qualche dubbio resta. Vedremo se tra qualche tempo saranno ancora sulla cresta dell’onda. In ogni caso, dovranno fare una statua ai Jarvis per la loro rinuncia! PREDESTINATI – VOTO 9

GAIA – Ecco la sconfitta della finalissima, la più piccola concorrente in gara, ma con una voce grande così. Lei è una cantante solidissima, con una voce che spazia dal soul al rock e ha ampi margini di crescita professionale. Non avrà vinto la finalissima ma ha tutte le carte in regola per diventare una buonissima cantante. Il suo singolo magari non buca la radio, ma non si può certo dire che esca sconfitta da questo programma. La versione di human è emozionante come sempre, e ora bisogna solamente capire come collocarla sul mercato discografico. Lei è giovanissima, ma ha una voce molto retrò, e questo potrebbe portarla a piacere più a un pubblico di nostalgici che di coetanei. VINTAGE – VOTO 8

EVA – Eva è la vera sconfitta di questo programma. Probabilmente era la cantante più forte in gara, con un’anima e una personalità fortissime. Eva però è stata rovinata da una serie di scelte francamente inconcepibili. Il suo singolo, scritto da Giuliano dei Negramaro, è triste, pesante, lento. Dare a un’interprete così un pezzo San Remese è un suicidio artistico. Non me ne voglia Eva, che onestamente ho amato a dismisura quando si è cimentata in pezzi come Appletree di Erykah Badu, ma questa non è la sua dimensione, e se continua a cantare quelle cose finirà sommersa da un mondo artistico saturo di brave cantanti. Non so quanto peso abbia avuto Manuel in queste scelte, ma si poteva fare molto molto meglio. Verrà ricordata più per l’orrore grammaticale con il quale ha salutato il pubblico subito dopo essere stata eliminata che per la sua musica, peccato. SE IO NON AVREI – VOTO 4

RoshelleROSHELLE – Ecco la quarta classificata, ultima di questa puntata finale. Roshelle paga l’essere esattamente l’opposto dei Soul System, ossia un’artista molto più da studio che da live. Nel duetto internazionale ha commesso molti errori e il pubblico, giustamente, l’ha lasciata fuori dal podio. Se poi però si ascolta il suo singolo in radio edit, ci si accorge che è assolutamente perfetto. Lei è discograficamente pronta e la musica che fa è assolutamente moderna, a livello delle artiste che si ascoltano oltre oceano. Fedez lo ha capito da tempo e lei è già uno dei cavalli di razza della sua scuderia. Probabilmente, di tutti i concorrenti in gara, è quella di cui sentiremo parlare di più. Un suo disco, con tutta probabilità, sarebbe più ascoltato e comprato di quelli dei Soul System, pur non avendo la stessa capacità di mangiare il palco e anche questo è un merito. VINCITRICE SCONFITTA – VOTO 8

Si conclude cosi la decima edizione di X Factor e con essa il nostro appuntamento con le pagelle settimanali al talent di Sky. L’appuntamento è per la prossima edizione, in attesa di scoprire quali giudici saranno riconfermati e quali invece andranno via. E voi, siete d’accordo con i nostri voti, e con il giudizio del pubblico? Fatecelo sapere nei commenti!

Vai alla home page di Lineadiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Mauro.Zini14

Vuoi commentare l'articolo?

Mauro Zini

Coach di basket, aspirante giornalista sportivo, laureando in comunicazione pubblica e d'impresa, sarebbe fantastico saper fare almeno una di queste cose. Appassionato di libri, cinema e serie TV, praticamente un Nerd da quando non era di moda esserlo.