X FACTOR 9: tempo di casting a Roma

Ultima giornata di casting, quella di oggi, che ha visto chiudersi la tappa romana con oltre quindicimila ragazzi alle prese con i provini di XFACTOR9.

Quella di ieri (10 maggio) è stata un tour de force: già dalle 8 del mattino, erano più di 2 mila le persone in fila davanti ai cancelli del Palalottomatica in attesa dell’apertura, carichi e pronti a farsi ascoltare. Solo mezz’ora dopo i partecipanti si erano duplicati. Nulla ha potuto il caldo pungente, che ha però lasciato il segno sul volto dei futuri possibili concorrenti. Migliaia le bottigliette d’acqua distribuite per combattere un sole più simile a quello estivo che a quanto ci si è soliti aspettare a maggio.

Ad inaugurare questo secondo giorno ci ha pensato Alessandro Cattelan, accompagnato da Lorenzo Fragola, Chiara Galiazzo e Francesca Michielin, vincitori delle scorse edizioni del talent, che hanno rivolto un loro personale “in bocca al lupo” a tutti i presenti.

Se sia stato questo a infondere energia a tutti i giovani o il sogno di diventare delle pop star, non lo sappiamo, ma resta il fatto che in poche ore il Palalottomatica si è trasformato in un raduno musicale. C’era chi dalle scale intonava delle canzoni di Sam Smith, chi – disteso sul prato – cantava in gruppo i brani di Ed Sheeran, accompagnandosi con la chitarra, e chi passeggiando scaldava la voce – almeno quanto il corpo –  con alcuni vocalizzi.
L’iter, una volta chiamati ad entrare nella struttura, era il seguente: si consegnavano al desk liberatorie, moduli e documenti; successivamente si aspettava che il proprio numero venisse chiamato per essere condotti in alcuni box. Una volta chiamati per il provino davanti all’auditore, ci si presentava insieme ad altri due concorrenti. Ciascuno cantava una canzone in italiano e una in inglese a cappella. Questo meccanismo impegnava non dieci minuti del proprio tempo, come è facile immaginarsi, ma un’altra ora e mezza di fila.

Difficile comprendere come questa modalità possa rivelare le potenzialità di un soggetto. Piuttosto, da questo sembra emergere che probabilmente per partecipare al programma sia necessario essere allenati fisicamente a sopportare il caldo e le ore di attesa, essendo capaci di convogliare le ultime energie nella voce.

Quindi, per tutti i futuri provinanti, il consiglio è di presentarsi non solo avendo provato le canzoni, ma anche essendosi allenati in palestra ed avendo fatto pratica Zen, così da mantenere la concentrazione alta per ore.

 

(fonte immagini: pagina ufficiale X FACTOR 9)

 

 

Vuoi commentare l'articolo?

Beatrice Gentili

Spettatrice compulsiva di serie tv, dopo aver visto 8 puntate di fila, non capisce più quale sia la finzione e quale la realtà. A breve collega di Freud, ama follemente il cibo e la sua famiglia. La sua valvola di sfogo preferita è il clacson della macchina. I biscotti con l'uvetta che sembrano biscotti al cioccolato sono il motivo principale per cui ha problemi di fiducia.