Venezia 73, i look promossi e bocciati delle star[FOTO]

Fino al 10 settembre il Lido di Venezia farà da sfondo alla 73esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. La direzione è stata affidata per il quinto anno di seguito ad Alberto Barbera, mentre la variegata giuria che deciderà a chi assegnare l’ambito Leone d’oro è capitanata dal regista di American Beauty Sam Mendes. Oltre il cinema in tutte le sue forme, durante le prime due giornate di Venezia 73 le vere protagoniste sono state le star italiane ed internazionali che hanno sfilato sul red carpet; tra sobrietà e stravaganza ecco i look promossi e bocciati.

I look delle star promossi a pieni voti

Impeccabile la madrina Sonia Bergamasco che ha aperto le danze sfilando sul red carpet avvolta in un abito dal colore nude, degli inserti di brillanti hanno reso più luminoso ed elegante il suo Armani Privè. Attesissima Emma Stone, protagonista del film La La Land, che non ha deluso le aspettative. Abito lungo dal finale irregolare, il suo Versace argentato dai riflessi verdi acqua l’ha fatta brillare come una vera stella sul red carpet. La scelta di indossare pochi accessori discreti è stata azzeccata data la sfarzosità dell’abito, il trucco che esalta i toni del pesca sulle gote ben si addice alla chioma rossa raccolta in un elegante acconciatura. Look più deciso e meno chic, ma non meno elegante, per Bianca Balti. La modella ha indossato degli shorts nascosti da un maxi trench doppiopetto nero con finale asimmetrico che metteva in mostra le sue gambe. La sua mise è firmata da Jean Paul Gautier per OVS ed è stata illuminata con un collier di brillanti arricchito da uno smeraldo di Chopard. L’acconciatura raccolta e decisa, insieme al trucco leggermente marcato intorno agli occhi hanno completato il suo look sexy e ricercato, ma l’accessorio migliore è stata la sua falcata elegante e decisa sul red carpet.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Look total black per l’attore Kim Rossi Stuart che torna alla Mostra del Cinema di Venezia con un lungometraggio (fuori concorso) nel quale interpreta Tommaso, uomo con un’estrema voglia di paternità ma con qualche problema nella vita di coppia; stessa scelta di stile per Francesco Facchinetti che però ha dato un tocco di colore al suo completo con un papillon dagli inserti rossi in tinta con l’abito della moglie, la coppia è risultata bellissima e sopratutto innamoratissima sul tappeto rosso di Venezia 73. Altro red carpet a due per la coppia Alicia Vikander e Micheal Fassbender. L’attrice 27enne ha scelto la semplicità per la sua mise partendo dal trucco dai toni caldi che c’è, ma quasi non si vede; le acconciature ricercate hanno lasciato spazio ad un sobrio chignon impreziosito da un fermacapelli brillante. Il romanticismo della coppia, che ha percorso il red carpet tenendosi per mano, si abbina perfettamente a quello dell’abito fiorato firmato Luis Vuitton scelto da Alicia. Elegante, ma sensuale, sobria, ma ricercata, Gemma Arterton è stata senza ombra di dubbio una delle regine del red carpet: il suo Stella Mccartney avvolgeva perfettamente la sua figura longilinea, ponendo l’accento sulla scollatura con degli inserti elaborati e giocando con i colori del nero e del nude. Gli orecchini di brillanti abbastanza appariscenti completavano il suo elegantissimo e molto femminile look total black.

Tra esuberanza e mise un pò troppo “retrò”, ecco i bocciati

Tra i peggiori look di Venezia 73 il primo posto va senza ombra di dubbio a Francesca Cipriani, che ha sfilato insieme a Giovanni Cottone, ex marito di Valeria Marini. Non c’è che dire, i gusti dell’imprenditore in quanto a donne sembrano chiari, infatti il look della Cipriani ricordava molto lo stile di Valeria Marini: l’abito aderente ha fasciato alla perfezione i suoi fianchi voluttuosi, i giochi di trasparenze davano quasi l’idea che l’ex pupa fosse vestita solo dei brillanti che adornavano il vestito “impreziosito”, se così si può dire, nella parte finale da una cascata di piume. Il colpo di grazia al look della Cipriani è stato dato dalla scollatura esagerata che poco conteneva il suo decoltè altrettanto esagerato. Cara Francesca, sono finiti i tempi de La Pupa e il Secchione!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Valentina Lodovini ha sfoggiato un abito firmato Stella McCartney, semplice, dal color cipria con un’ampia scollatura. A rovinare l’outfit è stata la giacca bianca, l’abbinamento più che un matrimonio di stili è stato un vero e proprio divorzio. Ha ipnotizzato tutti la scollatura di Belen Rodriguez, decoltè impeccabile, scoperto ma non troppo; peccato per la nuance troppo rosa del suo abito firmato Alberta Ferretti. Look maschile e più castigato per Chiara Mastroianni, pantalone e giacca neri con camicia in stile vittoriano forse un po’ troppo retrò, niente tacchi per lei, ma scarpe basse simil mocassini. Look stile ‘800 anche per Jeremy Irons che con quella giacca e quella camicia sembrava più un protagonista de I Pirati dei Caraibi.

Vai alla homepage di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @amiraabdel13

 

 

Vuoi commentare l'articolo?

Amira Abdel Shahid Ahmed Ibrahim

Amira Abd El Shahid Ahmed Ibrahim è nata a Roma, nonostante il nome che sembra uscito da un documentario di Super Quark e il cognome così lungo da convincere il funzionario dell’anagrafe a cambiare mestiere il giorno in cui è venuta alla luce possano depistare circa il suo luogo di nascita. Nata sotto il segno dei pesci è una meticcia: metà del sangue che le scorre nelle vene è arabo. Condivide la sua dimora con due gatti grassi, predilige alla maggior parte delle persone i quadrupedi che non hanno il dono della parola, ma all’occorrenza si adatta a interagire con il genere umano. Dopo la cucina, arte nella quale si diletta spesso per rendere chi la circonda una persona più felice e formosa (perché grasso è bello o perlomeno simpatico) e l’arricciarsi i capelli, Amira ha anche degli hobbies che implicano l’uso del suo quoziente intellettivo come: leggere e scrivere. Due funzioni di elementare apprendimento che lei svolge con grande passione. Collabora con il quotidiano on-line Lineadiretta24 nella sezione Gossip e Tv dal novembre 2013. Caporedattrice della rubrica di viaggi dal 2016. Leggermente sindacalista dentro odia le ingiustizie che “affollano” il pianeta. Conta di cambiare il mondo un giorno, o di conquistarlo.