Un Natale per quattro, o come affrontare le feste con stile in tv

Natale è ormai dietro l’angolo, ed i palinsesti televisivi fanno a gara per accaparrarsi la migliore (o più convincente) programmazione speciale dedicata alla festa più importante dell’anno. Ieri sera infatti su Cielo (rete televisiva che si sta avvicinando sempre di più allo style di Real Time) è andato in onda, in prima tv assoluta, un appuntamento speciale interamente dedicato alle feste natalizie, Un Natale per quattro, una sorta di cocktail tra “Cortesie per gli ospiti”, “Quattro Case” e “Quattro Ristoranti”. Una minestra riscaldata, dunque, con l’aggiunta di “estratto di Natale” che però non ha cambiato troppo il sapore stantio della brodaglia.

Un Natale per Quattro ovvero la ricetta perfetta delle feste

A fare da crostini nella minestra c’erano l’icona di stile Paola Marella, lo chef Alessandro Borghese, il Maestro pasticciere Iginio Massari ed il campione di flair bartender Bruno Vanzan. Tra una bracciata e l’altra (per restare a galla), i quattro concorrenti speciali si sono cimentati in una sfida che prevedeva non solo la propria specializzazione, ma anche i rispettivi campi degli altri, dalla location ai drink, dai dolci alle portate principali del menu delle feste.

Il vincitore di questa sfida ha avuto la possibilità di donare un assegno in beneficenza. I quattro, ospiti a turno a casa l’uno dell’altro per una cena completa, si sono cimentati in una perlustrazione della casa con la guida attenta di Paola Marella che ha commentato gli addobbi natalizi. In seguito hanno giudicato l’aperitivo di benvenuto sotto la supervisione di Bruno Vanzan, per poi sedersi a tavola dove, sia lo Chef Borghese che il Maestro Iginio Massari, hanno potuto commentare e giudicare il menu.

natale per quattro Per non farci mancare niente, e, soprattutto, per non farci arrivare impreparati al Natale, i nostri quattro sfidanti hanno proposto dei brevi tutorial esplicativi: “Il mio segreto per un Natale perfetto” in cui Iginio Massari ha proposto tutti i dolci che non possono mancare sulla tavola imbandita delle feste; “Mise en place tavola di Natale” e “Christmas Home make over” con Paola Marella, la quale ha svelato l’arcano misterioso che attanaglia tutti gli italiani: come apparecchiare la tavola e come addobbare la casa per l’occasione; “Scelte dei vini dall’aperitivo al dolce” e “Preparazione Cocktail di Natale” in cui l’esperto Bruno Vanzan ci ha aiutato a capire come accogliere gli ospiti con i vini ed i cocktail giusti in modo da ubriacarli sì, ma con stile; “La pasta fatta in casa” e “Lo storico baccalà coi ceci”, i tutorial dello Chef Borghese che ha voluto condividere con l’umanità intera le sue sacre ricette per l’occasione.

Al termine di ogni singola cena, dove nessuno si è saziato a dovere in quanto le porzioni erano a norma di neonato, dunque decisamente lontane da quelle standard che mamme e nonne si accingeranno a mettere in tavola nei giorni delle feste comandate, è stato espresso, come già accennato, un voto parziale che è diventato poi definitivo a casa di Alessandro Borghese, il quale ha riunito i suoi “avversari” nel proprio salotto addobbato a festa per svelare al pubblico a casa il verdetto finale che ha tenuto conto, oltre che delle quattro categorie citate, anche de “La magia del Natale“, ovvero l’atmosfera creata durante la cena, categoria supervisionata da una Mara Maionchi versione albero di Natale, con tanto di palline glitterate alle orecchie!

natale per quattro Il vincitore al quale è stato consegnato l’assegno da elargire ad una associazione benefica di sua scelta è stato il venerabile maestro Iginio Massari, il quale, secondo l’implacabile giudizio degli sfidanti, ha realizzato l’atmosfera natalizia con annessi e connessi migliore. Questo speciale televisivo aveva come scopo quello di improvvisarsi novello Virgilio ed accompagnare l’inesperto Dante-telespettatore lungo il buio sentiero del buon gusto, lungo il quale è facile “smarrire la retta via” e ritrovarsi nella proverbiale “selva oscura” della cafonata e delle grandi abbuffate. Che ci sia riuscito o meno lo scopriremo il giorno di Natale.

Vai alla home page di LineaDiretta24
Leggi altri articoli dello stesso autore
Twitter: @Claudia78P

 

un natale per quattro

un natale per quattro

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellegrini

Nasce a Sora nel lontano 1978. Cresce divorando libri di ogni genere e consumando penne su fogli di quaderno. Tra una storia e l’altra si diploma al Liceo Classico, e sceglie di lasciarsi alle spalle la Ciociaria ed i gatti per tentare la fortuna a Roma dove, nel corso degli anni, consegue prima una Laurea Magistrale in Lettere Moderne, e poi, più per noia ed abitudine che per amore dello studio, ritorna nei corridoi della Sapienza per conseguirne un’altra in Editoria e Scrittura. Lettrice seriale e maniacale (toglietele tutto ma non i suoi libri), “gattara” e pizzaiola, divoratrice di film horror e serie tv, nonostante sia ormai un reperto archeologico ancora non ha trovato la sua strada nel mondo. Forse è nascosta tra le pagine di un libro magari scritto proprio da lei.