Twin Peaks, la terza attesissima stagione e la profezia di Laura Palmer

twin peaksIn una delle scene della seconda stagione di Twin Peaks, Laura Palmer profetizzò all’agente Dale CooperI’ll see you again”… Ad oggi sono passati oltre 25 anni dalla messa in onda dell’ultima puntata (trasmessa per la prima volta dall’8 aprile 1990 al 10 giugno del 1991) e la terza attesissima stagione di Twin Peaks, la serie culto per eccellenza partorita dalle menti diaboliche e geniali di David Lynch e Mark Frost, sta finalmente per tornare e ci riporterà per l’ultima volta a visitare di nuovo la cittadina più famosa del piccolo schermo, rigorosamente accompagnata dal suo bagaglio di ossessioni e perversioni. I nuovi 18 episodi andranno in onda su Sky Atlantic a partire da venerdì 26 maggio alle 21:15, con un primo succulento assaggio nella notte tra domenica 21 e lunedì 22, dalle 3:00 in contemporanea con gli Stati Uniti (in versione originale sottotitolata).

Chi ha ucciso Laura Palmer?

twin peaksUn’intera generazione è cresciuta con questo interrogativo, traumatizzata dalle immagini che lo hanno accompagnato, tutte ambientate in una cittadina (immaginaria) al confine tra gli Stati Uniti e il Canada, dove un omicidio scoperchia il proverbiale vaso di Pandora che nasconde al suo interno  i recessi più oscuri dell’intera comunità. Nel momento in cui viene ritrovato in riva al lago il corpo senza vita di Laura Palmer (Sheryl Lee), una delle ragazze più popolari del luogo, inizia un’indagine capitanata dall’agente speciale dell’Fbi Dale Cooper. A partire da questo punto i telespettatori, ma anche il povero Cooper, scopriranno come il concetto stesso di razionalità possa non avere più senso di fronte agli eventi irrazionali e distorti che si nascondono dietro un’apparente normalità che, ad un certo punto, ci sembra quasi più grottesca di quella giostra di personaggi al limite dell’assurdo che solo la mente visionaria di Lynch poteva tirare fuori dal cilindro. In una decina di puntate il nostro agente riuscirà a ricostruire quanto è avvenuto sul piano terreno, mentre il resto della narrazione verrà impiegato per indagare l’occulto in una serie di sotto trame, forse troppe, intriganti e decisamente disturbanti, che vedono sfidarsi spiriti malvagi e spiriti buoni.

Twin Peaks capostipite delle serie moderne?

twin peaksLa serie Twin Peaks ottenne 13 riconoscimenti compresi tre Golden Globes e due Emmy Awards. Naturalmente il suo straordinario successo è dovuto anche alla scelta autoriale della regia di David Lynch (tre nomination all’Oscar e diversi premi internazionali tra cui la Palma d’oro per il film “Cuore selvaggio“) e di Mark Frost (regista, sceneggiatore e scrittore). Dalla critica è sempre stato ritenuto lo spartiacque che ha permesso l’apertura delle porte alla tv di qualità, nonché il capostipite delle serie moderne che vedono al lavoro, spesso e volentieri, grandi interpreti e grandi registi. Non a caso, infatti, i primi due episodi verranno presentati durante la 70esima edizione del Festival di Cannes in programma dal 17 al 28 maggio. L’elemento caratterizzante, quello che rese popolare l’intera serie, fu la domanda tormentone ”Chi ha ucciso Laura Palmer?”, tanto da fare addirittura sondaggi tra gli spettatori per trovare il colpevole. Divenne poi altresì famosa anche la foto del ballo scolastico di Laura reginetta, presente in tutti i titoli di coda con il sottofondo straziante ”Laura’s Theme” di Angelo Badalamenti; ma anche la famosa torta di ciliegie, le ciambelle, il detective con poteri sensitivi Dale Cooper ed il suo registratore, il personaggio conturbante di Bob (l’incubo di molti telespettatori), l’essere extra-dimensionale che vive aldilà del tempo e dello spazio, il Nano danzante che parla al contrario, ma anche la Signora Ceppo, i protagonisti inquietanti della Loggia Nera e, soprattutto, il luogo del male assoluto: La Loggia Nera stessa, il luogo dove gli esseri che vi dimorano si nutrono di “garmonbozia” , ossia la paura e il dolore degli umani, che all’apparenza ha l’aspetto di pasticcio di crema di mais. Tutto ciò, mescolato sapientemente, ha reso Twin Peaks un mito assoluto della serialità, qualcosa di irraggiungibile ed ineguagliabile (oltre che inenarrabile: provate a spiegare a chi non sa di cosa parliamo cos’è Twin Peaks!)

Dove eravamo rimasti e cosa vedremo

twin peaksDopo aver scoperto chi fosse l’assassino di Laura Palmer, Twin Peaks prese una piega leggermente tediosa, fatta soprattutto, come già accennato, di sotto trame strane e un po’noiose. Tuttavia il finale di stagione non fu risolutivo, e lasciò molti interrogativi senza risposta, interrogativi ai quali speriamo di trovare una soluzione: Audrey Horne è morta? Annie si salva uscendo dalla Loggia Nera? Rivedremo Donna? Chi è la misteriosa Judy? Ma il quesito principe riguarda il nostro Dale Cooper: Bob è entrato nel suo corpo, lo possiederà ancora? La trama della nuova stagione però è avvolta dal mistero, e sembra che persino gli attori coinvolti nelle riprese siano stati tenuti all’oscuro di parti del copione in modo da non poter ricostruire la storia. L’unica cosa che sappiamo è che la nuova serie costituisce una sorta di lunghissimo film diviso in 18 parti. Nel cast vedremo vecchie e nuove facce, per un totale di circa 217 attori, tra i quali spiccano Mädchen Amick, Dana Ashbrook, Phoebe Augustine, Sherilyn Fenn e Jan D’Arcy (già presenti nelle prime stagioni) e Michael Cera, Naomi Watts, Jennifer Jason Leigh, Amanda Seyfried, Jim Belushi, Tim Roth, Ashley Judd e Laura Dern (tra i nuovi personaggi). A fare da comparsa ci sarà anche una notevole schiera di musicisti, come Sky Ferreira, Eddie Vedder, Sharon Van Etten; anche David Bowie aveva dato il suo assenso per un cameo all’interno della serie, come già era capitato per il film “Fuoco Cammina con me”, in cui la compianta rockstar interpretava l’agente del FBI Phillip Jeffries.

Insomma, pronti a rivedere la Loggia Nera, la centrale di polizia, l’insegna del Bang Bang Bar riflessa in una pozzanghera, il Double R Diner, il Fat Trout Trailer Park, la casa di Laura Palmer, e tutti i luoghi simbolo di Twin Peaks? Nell’attesa, rinfrescatevi la memoria con teaser trailerThe Town of Twin Peaks”:

Vai alla home page di LineaDiretta24
Leggi altri articoli dello stesso autore
Twitter: @Claudia78P

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellegrini

Nasce a Sora nel lontano 1978. Cresce divorando libri di ogni genere e consumando penne su fogli di quaderno. Tra una storia e l’altra si diploma al Liceo Classico, e sceglie di lasciarsi alle spalle la Ciociaria ed i gatti per tentare la fortuna a Roma dove, nel corso degli anni, consegue prima una Laurea Magistrale in Lettere Moderne, e poi, più per noia ed abitudine che per amore dello studio, ritorna nei corridoi della Sapienza per conseguirne un’altra in Editoria e Scrittura. Lettrice seriale e maniacale (toglietele tutto ma non i suoi libri), “gattara” e pizzaiola, divoratrice di film horror e serie tv, nonostante sia ormai un reperto archeologico ancora non ha trovato la sua strada nel mondo. Forse è nascosta tra le pagine di un libro magari scritto proprio da lei.