The Voice 2016: un debutto che non entusiasma

“In ogni angolo della Terra c’è un talento”. Inizia con queste parole, pronunciate in sottofondo da Raffaella Carrà, The Voice 2016; eppure, stando a quanto osservato e ascoltato nell’esordio di ieri sera di questa nuova edizione, lo studio di Via Mecenate, dove si sono esibiti i concorrenti, non sembra certamente essere l’angolo giusto.

La prima concorrente a salire sul palco, su invito del conduttore sempre troppo uguale a se stesso, Federico Russo, è Annamaria Castaldi. Armata di chitarra in spalla e della freschezza dei suoi diciassette anni, si esibisce reinterpretando il brano di Fabrizio Moro “Pensa”. Neanche il tempo di iniziare che i generosi coach (che ricordiamo quest’anno essere Dolcenera, Max Pezzali, Emis Killa e Raffaella Carrà) girano le loro poltrone e iniziano a combattere per averla. L’arringa di convincimento di ciascuno predice quello che sarà il ritmo della puntata, ovvero troppo tempo speso a parlare e poco a cantare. Dopo l’estenuante battaglia a colpi di “Vieni da me perché io conosco il tuo mondo, la tua verità e ho già in mente cosa fare con il tuo talento”, Annamaria sceglie il team Dolcenera.

Nuovo poker di “I want you” anche per la seconda concorrente, Debora Cesti, che con il brano “Raggamuffin” e con la sua interpretazione da cui traspare l’anima e il colore della pelle black, strega tutti. Qui trionfa il team di Emis Killa. Amaro, invece, è il ritorno a casa del concorrente Brian Grisetti – 17enne scambiato per un uomo di 50 anni a causa della sua voce. Max Pezzali è costretto ad attendere il quarto giovane che sale sul palco perché la sua squadra inizi a prendere forma. Si tratta di Kevin Pappano. Seguono i concorrenti Cristiano Carta e Davide Ruta, che scelgono rispettivamente il team Pezzali e il team Killa.

The Voice 2016A regalarci un tuffo nel passato, riportandoci alla seconda edizione di The Voice, è l’esperimento di Gigi D’Alessio. Il cantante, con la sua esibizione sul palco, ci ricorda la sventura di Alessandra Drusian del duo Jalisse (vincitore del Festival di Sanremo del 1997). La donna, presentatasi come concorrente, nello stupore generale, non venne presa. Destino diverso è toccato al cantante napoletano, riconosciuto ad occhi chiusi da Raffaella Carrà e Max Pezzali. Fortunatamente per molti italiani, D’Alessio torna a casa.

Il team Carrà è ancora vuoto: i giovani, e anche i più adulti, non sembrano prendere in considerazione la cantante. Seguono Giorgia Alò – esibitasi dietro un velo – e Aurora Lecis – tra le più capaci della puntata. Le due ragazze vengono prontamente agguantate rispettivamente da Dolcenera e Max Pezzali. Finalmente arriva una luce in fondo al tunnel per Raffaella, o meglio tre luci. Il trio formato dalle sorelle Foxy Ladies fa girare tutti i giudici, ma al momento della scelta le donne puntano tutto sulla poliedrica donna.

Continuano le Blind Audition con le esibizioni di Mariangela Corvino, che entra nel team Killa, Samuel Pietrasanta, nuova leva del team Carrà, Francesca Giuliani – una delle poche eliminate della puntata – Virna Marangoni, accolta dal team Pezzali, Vanessa Catarinelli, rimandata a casa, e Fabio De Vincente, lo stravagante cantautore che si lascia sedurre da Dolcenera.

Si chiude così la prima puntata di The Voice 2016, lasciando un po’ d’amaro nella bocca dei telespettatori che speravano di vedere il talent sotto una nuova luce, ma che si sono inevitabilmente ritrovati a guardare da casa il solito stantio show. Una Dolcenera troppo sguaiata, che non fa altro che descriversi come “la donna che sa” e che tenta di fare della trasmissione il suo show personale, un Max Pezzali un po’ spento, una Carrà che finisce per partecipare alla trasmissione da personaggio secondario, e un Emis Killa equilibrato, non hanno di certo dato un valore aggiunto al tutto. Il colpo di grazia, però, è arrivato dai concorrenti, sempre troppo uguali a tutti quelli visti (e scomparsi) negli anni precedenti.

La domanda sorge spontanea: nonostante il 14,74% di share registrato per il suo esordio, chi avrà il coraggio di guardare la seconda puntata di The Voice 2016?

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @beatricegentili

Vuoi commentare l'articolo?

Beatrice Gentili

Spettatrice compulsiva di serie tv, dopo aver visto 8 puntate di fila, non capisce più quale sia la finzione e quale la realtà. A breve collega di Freud, ama follemente il cibo e la sua famiglia. La sua valvola di sfogo preferita è il clacson della macchina. I biscotti con l'uvetta che sembrano biscotti al cioccolato sono il motivo principale per cui ha problemi di fiducia.