Si è spento il fumettista Ade Capone

morto Ade Capone

Si è spento all’età di 56 anni Ade Capone, autore di diversi libri, fumettista e sceneggiatore del programma “Mistero“. È stato colpito da un infarto, la notizia è stata divulgata dalle pagine Facebook di “Mistero” e della casa editrice per la quale lavorava.

La carriera di Ade Capone inizia come sceneggiatore di fumetti. Nel 1980 pubblica la sua prima storia sul magazine di cinema e spettacolo “Abo Bliz” e nel mentre prosegue gli studi presso la facoltà di Geologia, ma ben presto capisce che quella non è la sua strada. Dopo aver scritto storie per riviste come “Skorpio” e “Boy Music”, Ade inizia a lavorare per la casa editrice italiana leader nel mercato dei fumetti e “madre” di “Tex” e “Dylan Dog”: la Sergio Bonelli Editore. Realizza alcune storie di “Zagor”, “Martyn Mystère” e “Mister No”; poi Ade passa alla Star Comics, casa editrice per la quale realizzerà il suo personaggio di maggior successo: Lazarus LeddLazarus era un ex membro del Corpo Speciale COBRA (Cover Operation Branch of Rapid Action), smantellato a causa di uno scandalo per traffico di droga. Sotto un altro nome il protagonista del fumetto si trasferisce a New York dove ha tutte le intenzioni di condurre una vita tranquilla (inizia infatti a lavorare come tassista e poi come giornalista free-lance). Questa tranquillità sarà presto interrotta dalla minaccia di un’organizzazione clandestina che lotta contro il crimine di rendere pubblica la sua identità; Lazarus inizia così una duplice vita iniziando a collaborare con quest’organizzazione.

Con questo personaggio Ade conquista molti lettori interrompendo il monopolio della Sergio Bonelli: “Lazarus Ledd” venne pubblicato per più di dieci anni senza alcuna interruzione diventando il fumetto più longevo nella storia dei bonellidi ( fumetti prodotti nel formato “bonelliano” da case editrici diverse dalla Sergio Bonelli).

e_morto_ade_capone_il_pap_di_lazarus_ledd-0-0-431620

Nel 1994 al “Torino Comics” Ade Capone presenta la Liberty, casa editrice indipendente con la quale collabora e pubblica una delle serie che hanno avuto più successo negli anni Novanta: “Erinni”. Grazie a questo fumetto che ancora oggi produce ottime vendite, Ade si aggiudica il premio Fumo China come miglior editore indipendente.

Ade ha scritto anche diversi libri tra cui “Gli Anni d’Oro” in collaborazione con Max Pezzali, “Contatto”- libro sui rapimenti alieni- e “Indagine sull’Aldilà”. Negli ultimi anni anche la televisione era entrata a far parte della vita di Capone che ha lavorato come autore televisivo per diversi programmi Mediaset , tra cui “Quello che le donne non dicono”, “gli Invincibili”, “Il Bivio” e “Mistero”. Nel novembre 2013 scrive il libro “Adam Kadmon“, dedicato all’omonimo personaggio di “Mistero” e nel febbraio 2013 diventa direttore della rivista “Mistero Magazine” per la quale ha scritto diversi articoli.

“Ade ora conosci la verità che abbiamo sempre cercato. Buon viaggio. Claudio Cavalli, la redazione di Mistero e tutta la Quadrio” questo il post dedicato a Capone da parte della redazione di “Mistero”, mentre sul sito della Sergio Bonelli Editore si legge: ” Il 4 febbraio 2015 è scomparso un altro amico e collaboratore della nostra Casa editrice: Ade Capone. La notizia ci ha colpito come un fulmine a ciel sereno stamattina, lasciandoci semplicemente increduli.” . Anche sulla pagine di Edizioni Star Comics è stato pubblicato un post per la scomparsa di Ade, è stata una grande perdita per il mondo del fumetto e non solo. I funerali si svolgeranno sabato mattina alle 10:30 a Salsomaggiore.

 

 

 

Vuoi commentare l'articolo?

Amira Abdel Shahid Ahmed Ibrahim

Amira Abd El Shahid Ahmed Ibrahim è nata a Roma, nonostante il nome che sembra uscito da un documentario di Super Quark e il cognome così lungo da convincere il funzionario dell’anagrafe a cambiare mestiere il giorno in cui è venuta alla luce possano depistare circa il suo luogo di nascita. Nata sotto il segno dei pesci è una meticcia: metà del sangue che le scorre nelle vene è arabo. Condivide la sua dimora con due gatti grassi, predilige alla maggior parte delle persone i quadrupedi che non hanno il dono della parola, ma all’occorrenza si adatta a interagire con il genere umano. Dopo la cucina, arte nella quale si diletta spesso per rendere chi la circonda una persona più felice e l’arricciarsi i capelli, Amira ha anche degli hobbies che implicano l’uso del suo quoziente intellettivo come: leggere e scrivere. Due funzioni di elementare apprendimento che lei svolge con grande passione. Collabora con il quotidiano on-line Lineadiretta24 dal novembre 2013. Caporedattrice della rubrica di viaggi dal 2016. Leggermente sindacalista dentro odia le ingiustizie che “affollano” il pianeta. Conta di cambiare il mondo un giorno, o di conquistarlo.