Sanremo 2017: gli artisti in gara, tra talent e vecchie glorie

Nella serata di ieri, durante il programma “Sarà Sanremo”, in diretta da Villa Ormond, Carlo Conti ha aperto il proverbiale “vaso di Pandora” svelando i nomi degli artisti che calcheranno il palco dell’Ariston durante il prossimo Festival di Sanremo 2017. Nella lista, che “non è importante come quella dei ministri ma è importante pure questa“, il conduttore nonché direttore artistico, ha messo insieme artisti classici sanremesi, le cosiddette “vecchie glorie” ed altri che invece non ci si aspetta di vedere in un contesto che più classicheggiante non si può come il vecchio festival della canzone italiana. A dirla tutta le sorprese non sono state poi così tante, dato che i nomi dei “papabili” circolavano in rete già da diverse settimane.

sanremo 2017 Quest’anno saranno in 22 (e non più in 20) i cantanti che parteciperanno nella categoria Big, e, a detta di Carlo Conti, i veri protagonisti saranno “i racconti di vita ed i rapporti interpersonali in famiglia ma non solo tra uomo e donna. Si parlerà di amore inteso anche come rapporto tra madre e figlio e non solo limitato alla coppia”. Inoltre, riguardo agli ospiti, Conti fa sapere che stanno lavorando al momento su quelli stranieri (in questi giorni circolava una fantasiosa ipotesi che fra le guest star che scenderanno le scale dell’Ariston potesse esserci anche la neo first lady Melania Trump … “È una bella idea ma non ci abbiamo ancora pensato”, ha replicato Conti). Altra novità dell’edizione 2017 sarà una serata di Dopofestival in più, infatti tradizionalmente la “baracca” di Conti si chiudeva il venerdì, mentre per quest’anno sarà aperta fino al sabato, dopo la serata finale e la proclamazione del vincitore. Alla conduzione del Dopofestival tornano di nuovo Nicola Savino e la Gialappa.

Sanremo 2017: Big e Giovani in gara

Questo l’elenco completo dei 22 Big in gara al Festival di Sanremo 2017:

 

Al Bano – “Di rose e di spine

Elodie – “Tutta colpa mia

Paola Turci – “Fatti bella per te

Samuel – “Vedrai

Fiorella Mannoia – “Che sia benedetta

 

Nesli e Alice Paba – “Dò retta a te

Michele Bravi – “Il diario degli errori

Fabrizio Moro – “Portami via

Giusy Ferreri – “Fatalmente male

Gigi D’Alessio – “La prima stella

 

Raige e Giulia Luzi – “Togliamoci la voglia

Ron – “L’ottava meraviglia

Ermal Meta – “Vietato Morire

Michele Zarrillo – “Mani nelle mani

Lodovica Comello – “Il cielo non mi basta

Sergio Sylvestre – “Con te

 

Clementino – “Ragazzi fuori

Alessio Bernabei – “Nel mezzo di un applauso

Chiara – “Nessun posto è casa mia

Francesco Gabbani – “Occidentali’s karma

Bianca Atzei – “Ora esisti solo tu

Marco Masini – “Spostato di un secondo

Grandi ritorni di vecchie glorie sanremesi dunque, come Albano, il quale, reduce da un intervento a seguito di due infarti, torna al Festival per la quattordicesima volta, o Michele Zarrillo e Paola Turci, che di partecipazioni ne vantano entrambe undici, Marco Masini sette volte presente, Ron sei, Fiorella Mannoia quattro (non partecipava al Festival da trent’anni) come Gigi D’Alessio e Fabrizio Moro, il “professore” della scuola di Amici.

Accennavamo alla presenza di vincitori e partecipanti a talent e contest televisivi vari, una categoria in crescita esponenziale che non poteva non essere presente a Sanremo 2017. Ci saranno tre ex di Amici (Alessio Bernabei, Elodie e Sergio Sylvestre) e tre ex di X Factor (Giusy Ferreri, Chiara e Michele Bravi), Alice Paba (in coppia con Nesli) eliminata da Amici e poi vincitrice di The Voice. Tra i giovani poi spiccano anche figure chiave come Lodovica Comello, Giulia Luzi (in coppia con Raige) ed Ermal Meta, i quali contano innumerevoli followers sui social; il vincitore di Sanremo Giovani 2015, Francesco Gabbani; Bianca Atzei direttamente da Tale e Quale Show (da Carlo Conti a Carlo Conti!); Samuel, il celebre frontman dei Subsonica che ha da poco intrapreso una carriera da solista, e che certamente avrà un ottimo riscontro di gradimento tra la fetta di fan del suo ex (o forse no) gruppo musicale; Clementino, Nesli (con Paba) e Raige (con Luzi) saranno la parte rap del Festival, tanto per soddisfare un po’ tutti. Grandi assenti invece i gruppi nonostante, a detta di Carlo Conti, se ne siano presentati molti (perché non sceglierne uno allora …).

Sono stati inoltre scelti anche gli otto partecipanti di Sanremo Giovani (selezionati da una giuria composta da Massimo Ranieri, Andrea Delogu, Anna Foglietta, Fabio Canino e Amadeus), tra i quali non figureranno i La Rua, la band nata ad Amici, una decisione un po’ infelice che ha avuto larga eco sui social i quali non hanno mandato giù la cosa.

I sei giovani selezionati dai giurati sono:

 

Leonardo Lamacchia – “Ciò che resta

 

Tommaso Pini – “Cose che danno ansia

 

Maldestro – “Canzone per Federica

 

Marianne Mirage – “Le canzoni fanno male

 

Lele – “Oramai

 

Francesco Guasti“Universo

 

A questi sei se ne aggiungono due scelti da “Area Sanremo”:

 

Valeria Farinacci – “Insieme

 

Federico Braschi – “Nel mare ci sono i coccodrilli

 

I giochi dunque sono fatti. “Praticamente non ho dormito la notte per quanta musica ho ascoltato. Ho ancora mal d’orecchi!” ha scherzato Carlo Conti. Il nostro invece arriverà a febbraio, ma lo accetteremo di buon grado “Perché Sanremo è Sanremo”!

Vai alla home page di LineaDiretta24
Leggi altri articoli dello stesso autore
Twitter: @Claudia78P

sanremo 2017

sanremo 2017

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellegrini

Nasce a Sora nel lontano 1978. Cresce divorando libri di ogni genere e consumando penne su fogli di quaderno. Tra una storia e l’altra si diploma al Liceo Classico, e sceglie di lasciarsi alle spalle la Ciociaria ed i gatti per tentare la fortuna a Roma dove, nel corso degli anni, consegue prima una Laurea Magistrale in Lettere Moderne, e poi, più per noia ed abitudine che per amore dello studio, ritorna nei corridoi della Sapienza per conseguirne un’altra in Editoria e Scrittura. Lettrice seriale e maniacale (toglietele tutto ma non i suoi libri), “gattara” e pizzaiola, divoratrice di film horror e serie tv, nonostante sia ormai un reperto archeologico ancora non ha trovato la sua strada nel mondo. Forse è nascosta tra le pagine di un libro magari scritto proprio da lei.