Palinsesti Rai Tre, ecco la rivoluzione firmata Daria Bignardi

Daria Bignardi, appena nominata nuova direttrice della terza rete Rai, svecchia un canale dai contenuti a tratti anacronistici.

palinsesti rai tre

Gianluca Semprini

Vi ricordate la ragazza che agli inizi degli anni Duemila conduceva il Grande Fratello su Canale 5 con il suo inconfondibile piglio? La stessa che su La7 ha presentato e portato al successo Le Invasioni Barbariche, programma in cui intervistava volti noti (e meno noti) di tv e spettacolo, musica e politica? Oggi la presentatrice, giornalista e scrittrice è al timone della terza rete Rai, direttrice al posto della giornalista Bianca Berlinguer, che continuerà comunque ad essere volto del Tg3. Ed ha promesso di apportare sostanziali modifiche ai palinsesti Rai Tre che, a dir la verità, ne avevano assolutamente bisogno.

Il percorso ha l’intenzione della rimessa a nuovo, come fu a Mediaset per Rete Quattro anni fa, che da simil contenitore di vecchiume catodico è stata riarrangiata e riadattata al 2016, come chi ruba un motorino e lo ridipinge di bianco per fargli prendere altre sembianze. Rete Quattro mancava di persone identificative che la rappresentassero, di “volti di rete”, e di un palinsesto che potesse essere definito tale. Allora è stato dato spazio a Barbara Palombelli a Forum, Safiria Leccese ne La Strada dei Miracoli, Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero a Quarto Grado, fino al colpo da maestro: riportare il troppo “realityzzato” Alessandro Cecchi Paone al suo primo amore, il giornalismo, ponendolo direttore del TG4.

Così si appresta a fare anche Daria Bignardi, perché, come rivela Il Fatto Quotidiano, nonostante Rai 3 sia oggi ancora la seconda rete generalista in assoluto, con uno share di circa 6,9%, negli ultimi 4 anni ha perso 2 punti di share e 4 milioni di contatti. Troppo. Decisamente troppo. E allora ben vengano le innovazioni.

Ritorna Gad Lerner alla Rai, con il programma Italia Islam in cui si descriverà il mondo islamico. New entry Gianluca Semprini da SKY TG 24 che condurrà un programma tutto suo. Confermata Lucia Annunziata con il suo In mezz’ora. Due strisce quotidiane saranno affidate ai programmi Gazebo e Chi l’ha visto, con, al timone, rispettivamente, sempre Diego Bianchi “Zoro” e la giornalista Federica Sciarelli. E se Salvo Sottile si occuperà della nuova stagione di Mi manda Raitre, Ballarò andrà in pensione. Ed ancora, non è detto che Milena Gabanelli di Report resti nella barca del prime time insieme agli altri marinai. Fallito poi l’ingaggio di Maurizio Crozza, passato a Discovery.

Svecchiamento riuscito. Il nuovo palinsesto della terza rete avrà un tasso di innovazione del 43,8 per cento contro il 5 della scorsa stagione. Una strategia che punta – tra le altre cose – a svecchiare l’età media del pubblico, di circa 60 anni. Cambia tutto. Pur rimanendo tutto com’è. Complimenti Daria Bignardi.

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Gianlukaonorati

palinsesti rai tre

Vuoi commentare l'articolo?

Gianluca Onorati

Laureato con lode in Economia Aziendale, scrive principalmente di televisione. Fra i suoi interessi canto, enogastronomia e sport. Giornalista per LD24 e in futuro, giornalista televisivo.