Addio a Garry Marshall: i 5 film indimenticabili (incluso Pretty Woman)

All’età di 81 anni si è spento Garry Marshall, il regista statunitense era stato ricoverato in un ospedale di Burbank per un ictus a seguito del quale ha contratto una polmonite; a causa di alcune complicazioni non ce l’ha fatta.

garry marshallGarry Kent Marshall nasce a New York il 13 novembre 1934, figlio di un produttore cinematografico e di un’insegnante di danza. Le sue origini in parte sono italiane, infatti i nonni paterni erano una coppia di immigrati italiani il cui cognome, cambiato in seguito alla nascita dello stesso Garry, era Masciarelli. Fratello della regista Penny Marshall, iniziò la sua carriera come autore di diversi show televisivi, poi negli anni ’70 creò tre serie che lo consacrarono al successo: la celebre Happy Days, Laverne & Shirley– spin off di Happy Days- e Mork & Mindi. Si occupò dell’adattamento televisivo dell’opera teatrale La strana coppia e negli anni ’80 diresse diversi film tra cui alcune commedie romantiche di successo. Garry Marshall è stato anche un attore, ha recitato in alcuni episodi delle serie tv Sabrina, vita da strega, La vita secondo Jim e ER, medici in prima linea. 

Nella sua carriera da regista ha diretto diverse star di Holliwood tra cui Al Pacino, Michelle Pfeiffer, Julia Roberts, Richard Gere, Jennifer Aniston, Kate Hudson e Henry Winkler, che ha interpretato i panni di Fonzie in Happy Days per ben 10 anni. Proprio quest’ultimo ha voluto ringraziare il regista e lo ha ricordato con diversi tweet dove ha cinguettato :” Riposa in pace Garry Marshall, grazie per la mia vita professionale. Per la tua lealtà, amicizia e generosità” e in un altro tweet ha aggiunto “Più ampio della vita, più divertente di molti, saggio e la definizione di un amico”.Il creatore di 14 serie tv e molti film di successo ha lasciato un vuoto nel mondo di cinematografico, ma il suo talento resterà sempre impresso nelle pellicole simbolo della sua carriera.

Garry Marshall: i cinque film da rivedere

garry marshallPretty Woman

Film del 1990 con Richard Gere e Julia Roberts, racconta la storia d’amore tra una prostituta e un uomo d’affari. Celebre la scena in cui Vivian- Julia Roberts- va a fare shopping, munita di carta di credito del suo cliente, stravolgendo completamente il suo look. La colonna sonora del film, adattamento della canzone Oh, pretty woman di Roy Orbison, ha avuto un grande successo. Questa pellicola riscosse il consenso del pubblico con un guadagno di 463.406.268 dollari, diventando così nel 1990 il terzo film al mondo di maggior incasso. Pretty woman inoltre ha consacrato Julia Roberts al successo, facendole vincere un Golden Globe come migliore attrice protagonista.

Se Scappi ti Sposo 

Commedia del 1990 in cui i protagonisti sono di nuovo Julia Roberts e Richard Ghere. La pellicola narra la storia di Maggie, una donna che ha la strana abitudine di scappare letteralmente dal matrimonio, ogni volta che la ragazza si è trovata sull’altare è fuggita via prima di dire il fatidico “sì”. Ike è un giornalista che decide di scrivere un articolo sulla curiosa abitudine di Meggie, inizialmente si basa sulla testimonianza dell’ultimo “quasi marito” della donna, ma le sue parole risultano essere poco veritiere, così Ike decide di andare ad indagare in prima persona. Ike e Meggie si innamorano, ma lei non è una donna semplice e dopo diverse peripezie finalmente i due si sposano. Anche questo film ha avuto un enorme successo al botteghino, incassando 309.457.509 dollari in tutto il mondo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quando Meno te lo Aspetti

Questo film del 2004 racconta la storia di Helen, una donna che lavora per un’agenzia di modelle. Ben presto Helen si trova a dover affrontare un avvenimento molto triste: la morte della sorella; così, proprio nel momento più proficuo della sua carriera, si trova a doversi occupare dei suoi tre nipoti rimasti orfani. Le difficoltà a cui Helen deve far fronte sono molte, dai contrasti con la sorella Jenny e la nipote Audrey, ma nonostante le difficoltà la donna riuscirà a ristabilire un equilibrio. La protagonista è interpretata da Kate Hudson, vincitrice di un Golden Globe.

Principe Azzurro Cercasi

Con la celebre Anne Jacqueline Hathaway, Principe azzurro cercasi racconta la favola di Mia, giovane ragazza che deve indossare la corona per diventare regina di Genovia. L’unico impedimento per l’incoronazione della ragazza è una chiara legge di Genovia che impone alla regina di essere sposata, così inizia una sfrenata caccia al principe azzurro. Dopo diverse peripezie Mia convince il parlamento a lasciarle ricoprire il suo ruolo di regina senza avere un marito, ma oltre al trono troverà anche l’amore.

Mother’s Day

Questo è l’ultimo film diretto da Garry Marshall, uscito ad aprile negli Stati Uniti è arrivato nelle sale italiane il 23 giugno. Jennifer Aniston, Kate Hudson, Julia Roberts e Jason Sudeikis sono al centro di quattro storie che si intrecciano e che raccontano il complicato, ma forte legame materno. Dalle mamme gay, a quelle lontane o divorziate, quest’ultimo lavoro di Garry racconta tutte le sfaccettature della figura materna.

 

Vai alla homepage di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @amiraabdel13

 

 

 

 

 

 

 

Garry marshall

 

Vuoi commentare l'articolo?

Amira Abdel Shahid Ahmed Ibrahim

Amira Abd El Shahid Ahmed Ibrahim è nata a Roma, nonostante il nome che sembra uscito da un documentario di Super Quark e il cognome così lungo da convincere il funzionario dell’anagrafe a cambiare mestiere il giorno in cui è venuta alla luce possano depistare circa il suo luogo di nascita. Nata sotto il segno dei pesci è una meticcia: metà del sangue che le scorre nelle vene è arabo. Condivide la sua dimora con due gatti grassi, predilige alla maggior parte delle persone i quadrupedi che non hanno il dono della parola, ma all’occorrenza si adatta a interagire con il genere umano. Dopo la cucina, arte nella quale si diletta spesso per rendere chi la circonda una persona più felice e l’arricciarsi i capelli, Amira ha anche degli hobbies che implicano l’uso del suo quoziente intellettivo come: leggere e scrivere. Due funzioni di elementare apprendimento che lei svolge con grande passione. Collabora con il quotidiano on-line Lineadiretta24 dal novembre 2013. Caporedattrice della rubrica di viaggi dal 2016. Leggermente sindacalista dentro odia le ingiustizie che “affollano” il pianeta. Conta di cambiare il mondo un giorno, o di conquistarlo.