Molto Bene, la Parodi è di nuovo su Real Time

Partita come conduttrice di Studio Aperto, per poi entrare nelle cucine e nei cuori di molte italiane con “Cotto e Mangiato”, terminando in maniera non tanto gloriosa la sua esperienza su La7 con “I Menù di Benedetta”, la Parodi trova il successo su Real Time. Dopo Bake Off Italia-Dolci in forno, ieri ha inaugurato il suo nuovo programma “Molto Bene“, titolo ispirato alla sua abitudine di usare quest’esclamazione. Un appuntamento quotidiano dove Benedetta Parodi dispenserà consigli su come e cosa comprare al mercato o al supermercato, facendo la spesa proprio come una normale casalinga per poi tornare in studio e prepare ricette semplici, veloci e sfiziose. In ogni puntata i piatti realizzati saranno tre: uno che richiederà più di 30 minuti di preparazione, uno da meno di 30 minuti ed un’ultima pietanza molto fast da soli 8 minuti. Non mancheranno gli ospiti, tra i quali ci saranno due personaggi provenienti dalla precedente esperienza della conduttrice: Ernest Knam ( il re del cioccolato), e Madalina Pometescu ( vincitrice di Bake Off Italia). L’ambientazione è molto semplice, “Un posto tutto mio, una specie di laboratorio che mi sono costruita su misura” , così la conduttrice ha definito la cucina di Real Time nella prima puntata, dove l’abbiamo vista cucinare una pasta alla norma rivisitata con pesce spada, suggerita ai tempi di Studio aperto dal suo ex direttore Giorgio Mulè. Il secondo piatto con cui Benedetta Parodi ha inaugurato Molto Bene è stata la pietanza da più 30 minuti, un tortino di patate e brie “appoggiato” su un letto di bieta e per finire il piatto fast: salvia fritta e onion rings.{ads1}Un format senza troppi fronzoli, che non vuole fare spettacolo, non ha troppe pretese se non quella di essere un programma di cucina, dando idee e consigli su cosa portare in tavola. Benedetta Parodi è la conduttrice perfetta per un programma del genere: prende il tortiglione caduto sul tavolo e lo ributta nel piatto con le mani, dimentica di mettere prima la farina dell’acqua nella ciotola per fare la pastella, cerca la foglia di bieta più “bellina” per riempire il pirottino, senza far credere ai telespettatori che siano tutte perfette. Forse proprio la semplicità sarà la chiave del successo di questo programma e anche se i piatti non saranno meravigliosi nell’aspetto, se sono buoni andrà tutto Molto Bene!

Per i curiosi, ecco il link della prima puntata:http://www.realtimetv.it/video/programmi/molto-bene/altri-episodi/

 

Vuoi commentare l'articolo?

Amira Abdel Shahid Ahmed Ibrahim

Amira Abd El Shahid Ahmed Ibrahim è nata a Roma, nonostante il nome che sembra uscito da un documentario di Super Quark e il cognome così lungo da convincere il funzionario dell’anagrafe a cambiare mestiere il giorno in cui è venuta alla luce possano depistare circa il suo luogo di nascita. Nata sotto il segno dei pesci è una meticcia: metà del sangue che le scorre nelle vene è arabo. Condivide la sua dimora con due gatti grassi, predilige alla maggior parte delle persone i quadrupedi che non hanno il dono della parola, ma all’occorrenza si adatta a interagire con il genere umano. Dopo la cucina, arte nella quale si diletta spesso per rendere chi la circonda una persona più felice e l’arricciarsi i capelli, Amira ha anche degli hobbies che implicano l’uso del suo quoziente intellettivo come: leggere e scrivere. Due funzioni di elementare apprendimento che lei svolge con grande passione. Collabora con il quotidiano on-line Lineadiretta24 dal novembre 2013. Caporedattrice della rubrica di viaggi dal 2016. Leggermente sindacalista dentro odia le ingiustizie che “affollano” il pianeta. Conta di cambiare il mondo un giorno, o di conquistarlo.

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->