Millennium: il nuovo programma di Rai Tre dalla conduzione tripla

Millennium ha fatto il suo esordio ieri su Rai tre e ci accompagnerà per sette martedì alle 21:05. Saranno trattati argomenti di attualità e politica, ed ha tutte le carte in regole per essere un buon sostituto di Ballarò, che non andrà in onda per tutta la stagione estiva (rimasto anche orfano del suo conduttore Giovanni Floris, passato a La7). La produzione del programma, del canto suo, ha precisato che non c’è alcun tentativo di emulare Ballarò e che il format è molto differente. La prima grande innovazione di Millennium sta nella conduzione, dal momento Rai tre ha schierato un trio tutto al femminile: Marianna Aprile, Mia Ceran, Elisabetta Margonari. Tre giornaliste che daranno al programma diverse sfaccettature con le loro riflessioni e la loro visione dei fatti, cercando in ogni caso di dare al pubblico una panoramica completa dell’argomento trattato. Circa la scelta di questa tripla conduzione Mia Caran ha dichiarato: “La nostra sarà una ‘tripartizione’, il nome del programma, peraltro, allude alla trilogia di Larssen, ma l’obiettivo è quello di cercare di trovare una visione d’insieme. L’obiettivo è quello di focalizzarsi meno sul ‘quotidiano’, che io e il capo autore Riccardo Zambon mangiamo quotidianamente perché veniamo entrambi da Agorà, e di astrarsi dalla singola dichiarazione.” Le tre conduttrici hanno esperienze giornalistiche diverse, riusciranno così a dare tagli differenti alla medesima notizia: Mia Cerar era l’inviata di La7 a “In onda estate” nel 2013 , Marianna Aprile è una giornalista di Oggi e Elisabetta Margonari del Tg3.

In ogni puntata ci saranno delle costanti come “l’In3vista“, un’intervista a tre ad un personaggio politico che dovrà rispondere alle domande che gli verranno poste dalle conduttrici, e collegamenti con ospiti esterni e ospiti nello studio non mancheranno mai. Elisabetta Margonari riveste il ruolo di inviata nel programma, si collegherà dalle principali località vacanziere per raccontare il “Paese dei Luoghi”. Una figura che cambierà in ogni puntata sarà quella del “cattivo di turno“: un uomo d’affari politico o non che verrà intervistato raccontanto le difficoltà del suo mestiere, causate dal sistema politico ed economico italiano. Non manca la parte social: i telespettatori possono intervenire e commentare la puntata attraverso Twitter (@MillenniumRai3) o sulla pagina Facebook e con il sondaggio live, realizzato in collaborazione con IXE, potranno esprimere il loro parere circa il quesito politico esposto ad inizio puntata. Ai telespettatori che parteciperanno verrà inviato il rapporto completo circa i risultati.{ads1} Nella prima puntata, andata in onda ieri, l’intervista a tre ha visto come protagonista la presidente della Commissione Affari Costituzionali del Senato Anna Finocchiaro e gli ospiti in studio sono stati l’esponente del Partito Democratico Ricchetti, il giornalista Zucconi e Romani di Forza Italia. Dario Fo è stato in collegamento con lo studio e ha commentato i rapporti tra Pd e Forza Italia, preceduto da un servizio sul Movimento 5 Stelle con un’intervista a De Maio. Il primo cattivo di turno che Millennium ci ha presentato è stato un imprenditore che ha delocalizzato la sua azienda negli Stati Uniti.

Millennium dovrà soddisfare il pubblico ormai fedele a Ballaró, e forse la sua arma vincente sarà proprio la conduzione differenziata che allo stesso tempo risulta una sfida non da poco. 

Twitter @amiraabdel13

Vuoi commentare l'articolo?

Amira Abdel Shahid Ahmed Ibrahim

Amira Abd El Shahid Ahmed Ibrahim è nata a Roma, nonostante il nome che sembra uscito da un documentario di Super Quark e il cognome così lungo da convincere il funzionario dell’anagrafe a cambiare mestiere il giorno in cui è venuta alla luce possano depistare circa il suo luogo di nascita. Nata sotto il segno dei pesci è una meticcia: metà del sangue che le scorre nelle vene è arabo. Condivide la sua dimora con due gatti grassi, predilige alla maggior parte delle persone i quadrupedi che non hanno il dono della parola, ma all’occorrenza si adatta a interagire con il genere umano. Dopo la cucina, arte nella quale si diletta spesso per rendere chi la circonda una persona più felice e l’arricciarsi i capelli, Amira ha anche degli hobbies che implicano l’uso del suo quoziente intellettivo come: leggere e scrivere. Due funzioni di elementare apprendimento che lei svolge con grande passione. Collabora con il quotidiano on-line Lineadiretta24 dal novembre 2013. Caporedattrice della rubrica di viaggi dal 2016. Leggermente sindacalista dentro odia le ingiustizie che “affollano” il pianeta. Conta di cambiare il mondo un giorno, o di conquistarlo.

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->