Mickey Rooney, si spegne una stella

Colazione da Tiffany“, “Questo pazzo pazzo pazzo pazzo mondo“, “La signora in giallo”, “Una notte al museo” sono solo alcuni dei film in cui Mickey Rooney ha recitato. L’attore statunitense, morto domenica scorsa, nasce a New York nel 1920 e inizia la sua carriera davvero da giovanissimo. Infatti a soli due anni recita in alcuni spettacoli vaudeville (un genere di commedia teatrale leggera) insieme al padre, poco dopo debuttò sul grande schermo con il film “Not To Be Trusted“, a cui seguiranno molti altri ruoli grazie ai quali iniziò ad essere visto come un bambino prodigio. Negli anni a venire interpretò nella maggior parte dei casi  ruoli da protagonista, riscuotendo un grande successo per la sua versatilità e capacità di interpretazione. Lavorò al fianco di Judy Garland e nel 1943 fece da padrino a Elizabeth Taylor in “Gran Premio“. Ebbe un ruolo anche in “Colazione da Tiffany“, un film leggendario che ancora oggi ricordiamo, grazie al quale Audrey Hepburn ebbe la nomination all’Oscar. Durante la guerrà Mickey Rooney condusse in programma radio, nel 2000 subì un’intervento al cuore dopo il quale tornò a recitare, infatti lo vedremo in “Una notte al museo“, “Paradise” e “Bamboo Shark“. È stato una figura eclettica e piena di risorse, con una vita privata movimentata quanto la sua carriera.

L’attore si è sposato ben otto volte, ed ha avuto nove figli. La prima con cui convogliò a nozze fu Ava Gardner, con la quale rimase legato solo per due anni; sposò la sua ultima consorte nel 1978 e vi rimase insieme fino al giorno della sua morte, avvenuta pochi giorni fa. Con la sua partecipazione a più di 200 film e una carriera di 91 anni, Mickey Rooney ha vinto il record di permanenza sulla scena del grande schermo. Una star il cui nome resterà immortale nella storia del cinema.

 

Vuoi commentare l'articolo?

Amira Abdel Shahid Ahmed Ibrahim

Amira Abd El Shahid Ahmed Ibrahim è nata a Roma, nonostante il nome che sembra uscito da un documentario di Super Quark e il cognome così lungo da convincere il funzionario dell’anagrafe a cambiare mestiere il giorno in cui è venuta alla luce possano depistare circa il suo luogo di nascita. Nata sotto il segno dei pesci è una meticcia: metà del sangue che le scorre nelle vene è arabo. Condivide la sua dimora con due gatti grassi, predilige alla maggior parte delle persone i quadrupedi che non hanno il dono della parola, ma all’occorrenza si adatta a interagire con il genere umano. Dopo la cucina, arte nella quale si diletta spesso per rendere chi la circonda una persona più felice e formosa (perché grasso è bello o perlomeno simpatico) e l’arricciarsi i capelli, Amira ha anche degli hobbies che implicano l’uso del suo quoziente intellettivo come: leggere e scrivere. Due funzioni di elementare apprendimento che lei svolge con grande passione. Collabora con il quotidiano on-line Lineadiretta24 nella sezione Gossip e Tv dal novembre 2013. Caporedattrice della rubrica di viaggi dal 2016. Leggermente sindacalista dentro odia le ingiustizie che “affollano” il pianeta. Conta di cambiare il mondo un giorno, o di conquistarlo.

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->