…Top e flop: le pagelle del sesto live di X Factor

Anche il sesto live di X Factor, l’ultimo prima degli inediti, scivola via senza particolari sorprese. Tutti i cantanti più forti arrivano esattamente dove dovevano arrivare e per la vittoria finale sembra ormai una questione a tre.

CATTELAN: Puntata tranquilla, senza particolare suspense. Lui resta quasi sempre in disparte, con uno stile di conduzione minimal, diametralmente opposto a quello scelto nel vestiario. Io amo il Cattelan conduttore ma in questa versione è fin troppo remissivo. INSIPIDO –  VOTO 4

FEDEZ: Il buon Fedez ha puntato tutto su Roshelle, più o meno dagli home visit e, a mio avviso, ha fatto strabene. Ci rimette la povera Gaia che stecca malamente la canzone della Ayane. Porta due ragazze del suo team agli inediti e si conferma il giudice più a suo agio con questo format.  FOCALIZZATO – VOTO 7

ALVARO SOLER: Chissà cosa staranno pensando in questo istante i Jarvis, il gurppo che doveva essere nel programma al posto dei Soul System. Alvaro, che secondo me non è che pensi poi troppo, si affida al super usato garantito. Due assegnazioni furbette, solito arrangiamento e la finale è servita. Per la vittoria però ci vorrà molto di più.  COMPITINO – VOTO 5

ARISA: C’è una notissima pubblicità che recita: “che mondo sarebbe senza nutella?” Ecco, che X Factor sarebbe senza Arisa? Arisa è la vera colonna portante del programma. Parla a sproposito, ha enormi sbalzi d’umore, urla “suca” in versione stereofonica per zittire il buon Agnelli. Si rende ridicola davanti a migliaia di telespettatori e finisce la puntata in lacrime. Ovviamente non porta nessuno dei suoi concorrenti agli inediti ma resta l’unica vera scheggia impazzita in un’edizione particolarmente avara di colpi di scena. Se non ci fosse, bisognerebbe inventarla. ESSENZIALE – VOTO 10

AGNELLI: La magia è finita. Manuel aveva iniziato questa avventura benissimo, in modo cinico, feroce, competente. Era un perfetto Severus Piton di Harry Potter. Poi è arrivata la deriva buonista e accomodante. Tutti i ragazzi sono bravi, tutti hanno talento, tutti sono pronti per essere grandi musicisti. No Manuel, da te questo no. È come vedere Piton che accarezza amorevolmente Harry Potter e questo non posso accettarlo. Sentirlo dare dell’ignorante ad Arisa ha un suo perché, sia chiaro, ma è troppo frenato verso i ragazzi. Noi, poiché siamo brutte persone, vogliamo il sangue. PROFESSOR LUMACORNO – VOTO 4

ROSHELLEROSHELLE: Lei è sicuramente l’artista più definita e pronta di tutta la competizione. Fedez l’ha già ampiamente presa sotto la sua ala protettrice e le ha disegnato un perfetto percorso artistico e professionale. Lei risponde con grande capacità di interpretare e rappare. Nel primo pezzo arriva leggermente corta di fiato sul finale ma parliamo sempre di Lauryn Hill. Il secondo pezzo è perfetto, nonostante l’orchestra sia quanto di più distante dal suo genere.  GARANZIA – VOTO 8

SOUL SISTEM: I Soul sono bravi, niente da dire. Hanno una loro musicalità ben definita che probabilmente non verrà stravolta dall’inedito. Il vero interrogativo è quale mercato possa avere una band che fa un genere in cui ci sono altre band molto più brave e già ampiamente affermate, ovviamente oltre al mercato dei concerti cover o dell’intrattenimento da matrimonio.  SECONDA SCELTA – VOTO 6

EVA: Diciamocelo chiaramente, il primo pezzo di Eva è stato un vero fiasco. Non fosse stato per “la squadra materasso” probabilmente sarebbe tornata all’ultimo scontro per la seconda settimana di seguito e sopratutto ci avrebbe fatto perdere una meravigliosa seconda interpretazione. Quando si tratta di cantare pezzi italiani Eva è veramente fantastica, canta praticamente a cappella per tutto l’inizio della canzone e riesce a far venire la pelle d’oca a tutti. Ora sono curioso di scoprire come sarà l’inedito.  DOTTOR JEKYLL E MR. HYDE – VOTO 5

LOOMY: Non poteva durare per sempre, questo era chiaro a tutti. Loomy si arrende proprio ad un passo dagli inediti, ma per un rapper che ha scritto tutti i suoi testi fino ad oggi, questo è veramente il male minore. A conti fatti Loomy esce alla grandissima da questo sesto live di X Factor e da tutto il suo percorso nel programma. Entrato contro tutto e tutti, si è guadagnato credibilità e rispetto puntata dopo puntata. Oggi forse meritava di uscire meno della scorsa settimana, ma una sua vittoria contro Gaia avrebbe fatto gridare in troppi al complotto. Forse sentiremo ancora parlare di lui. GUERRIERO – VOTO 7

BIAGIONI: Una trasformazione incredibile quella del bravo Andrea. Da impacciato e mediocre cantante a disinvolto ed eclettico interprete. Il pezzo degli Oasis è semplicemente fantastico e lui si conferma l’artista più maturato dall’inizio della trasmissione. Purtroppo la sua somiglianza con il vincitore dello scorso anno Gio Sada, gli precluderà qualsivoglia possibilità di vittoria, ma lui ne uscirà benissimo. MATURATO – VOTO 7

gaia-gozziGAIA: Gaia fino ad oggi era stata una delle voci più interessanti e continue di tutta la competizione. Purtroppo, come capitato a tutti, ha avuto un’assegnazione sbagliata e ha rischiato seriamente di vedere infranto il sogno di presentare il proprio singolo. Per sua fortuna c’era ancora la squadra materasso e la vittoria è stata abbastanza agevole, anche perchè i giudici non hanno avuto il coraggio di alimentare polemiche mandando il tutto al tilt. PER UN PELO – VOTO 6

Questi sono i nostri voti, ora tocca a voi, attraverso i commenti, farci sapere quali sono stati i top e i flop di questo sesto live di X Factor e come sempre appuntamento alla prossima settimana.

Vai alla home page di Lineadiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Mauro.Zini14

sesto live di x factor

sesto live di x factor

Vuoi commentare l'articolo?

Mauro Zini

Coach di basket, aspirante giornalista sportivo, laureando in comunicazione pubblica e d'impresa, sarebbe fantastico saper fare almeno una di queste cose. Appassionato di libri, cinema e serie TV, praticamente un Nerd da quando non era di moda esserlo.