House party, il primo varietà (molto pop) di Maria de Filippi

L’amore raccontato dai sobborghi più difficili di Napoli, poi attraverso i versi di Dante Alighieri, un attimo dopo sulle note di Luigi Tenco. Ospiti che spaziano, per l’appunto, dallo scrittore e giornalista Roberto Saviano alle cantanti Alessandra Amoroso, Emma Marrone ed Elisa. E’ un’altalena, il nuovo programma di Maria de Filippi House Party (Fascino Pgt), un saliscendi molto pop di contenuti ed emozioni in cui riconoscere il primo varietà della regina della tv. E il primo per la stagione di Canale 5, che arriva dopo mesi di esperimenti in Rai (Casa Mika, Nemicamatissima).

house partyUn po’ “Laura e Paola” del Biscione, un po’ “Thelma e Louise” del tubo catodico, ieri sera le padrone di casa Maria e Sabrina Ferilli, molto amiche nella vita reale e altrettanto complici sul palco, si sono portate a casa uno show che è emblema del nuovo intrattenimento targato De Filippi. Qualcosa già sperimentato in nuce a Tu sì que vales. Quel mix di “emotainment” alla C’è Posta per te e di caciara alla Selfie-Le Cose cambiano. Con la differenza che se nel programma di Simona Ventura si è definitivamente ubriachi, qui si è brilli “il giusto” per divertirsi e divertire. In House Party (che cambierà timonieri nelle prossime puntate: Michelle Hunziker e Il Volo, Gerry Scotti e Laura Pausini) lo spasso è contenuto ma allo stesso tempo garantito, assicurando, a differenza dei “cugini” trasmessi in Rai , molti meno attacchi di narcolessia.

Ed ecco allora che si passa dall’omaggio a “La storia siamo noi” con Francesco De Gregori ai coloriti sketch sui “fornetti e cimiteri de Fiano Romano” decantati dalla Ferilli. Una convivenza sul palco che è schiaffo a tutti quei radical chic che “io sono anni che non accendo la tv… Canale 5, poi… “. Una nuova, armonica qualità in cui a condividere il 50 % del merito è ovviamente Giuliano Peparini, scoperta fondamentale degli ultimi anni di tv di Maria.
house party

Sì perché quella di Queen Mary è un’evoluzione, sempre capace di seguire i tempi che cambiano. Una scalata che ricorda tanto la storia di quel grande editore che a furia di vendere riviste da un euro è arrivato a comprarsi il Corriere della Sera. Così lei, dopo aver molto coccolato, e conquistato, con programmi un po’ più sempliciotti, il “suo” pubblico – quello che i peggiori radical chic di cui sopra denominano “paese reale” – lo ha educato e continua a farlo attraverso un crescendo continuo qualità, tra musica, quadri coreografici, accoglienza dei sentimenti (si veda alla voce “trono gay” di Uomini e Donne). Alzando di volta in volta, a poco a poco, l’asticella. Mediaset permettendo. E Mediaset permette, concede (affida) spazi in prima serata e sperimentazioni, vista la rinuncia di (pare) 60 milioni offerti da Discovery alla suddetta signora ad inizio stagione.

A Emma, Alessandra ed Elisa che stanno per allontanarsi dalla scena dopo aver intonato la meravigliosa “Mi sono innamorato di te”, Maria dice: “Grazie di esserci state. Penso che questo sia il mondo più giusto di comunicare e far capire le cose”. Anche noi.

 

Leggi altri articoli dello stesso autore

Vai alla Homepage di LineaDiretta24

Twitter: @EvaElisabetta

 

house party

house party

Vuoi commentare l'articolo?

Eva Elisabetta Zuccari

Per lavoro e per passione racconto storie. Dalle esistenze straordinarie di persone comuni ai "pancini sospetti" del Gossip. Giornalista in divenire, classe 1989, curiosa. Spio tutto e tutti: voi non sapete chi sono io, ma io potrei già sapere chi siete voi.