Gigi D’Alessio accantona Sanremo e… Sbarca a “Made in Sud”!

Non si può certo dire di Gigi D’Alessio che è una personalità dello showbiz italiano pigra e incapace di rinnovarsi. Alla vigilia del compimento del suo cinquantesimo compleanno che festeggerà domani, con l’uscita del nuovo album “24.02.1967”, e dopo la recente e dolceamara esperienza sanremese, segnata dalla sua eliminazione dalla gara canora, e dalle polemiche che ne sono scaturite– il diretto interessato, infatti, si è detto mortificato del trattamento subito e ha puntato il dito contro Carlo Conti e la sua giuria di qualità, che, secondo D’Alessio, “avrebbe dovuto essere più omogenea”-,  il cantautore partenopeo ha deciso di mostrare a fan e telespettatori il suo lato più ironico e versatile, sostituendo Gigi&Ross (impegnati, insieme ad Alessandro Greco, con Furore) e approdando, dall’8 marzo, alla conduzione di uno dei varietà di punta del palinsesto di Rai 2, Made in Sud.

gigi d'alessio

“Quello che vogliamo dimostrare, visto che c’è ancora un’Italia divisa, è che nascerà dal Sud un’Italia unita”- ha sottolineato l’interprete de “La prima stella” nel corso della conferenza stampa, tenutasi nella sede Rai di Via Asiago di Roma, aggiungendo che, tra i suoi obiettivi, c’è quello di “far capire la ricchezza che c’è al Sud. Chi ci è nato ha una marcia in più, non in meno. Già il solo fatto di essere bilingue dà l’idea. Chi canta in napoletano, che non è un diletto ma una vera e propria lingua, deve saper cantare anche in italiano”.

Made in Sud: ecco chi affiancherà Gigi D’Alessio nella sua avventura televisiva

E sarà proprio questa contaminazione musicale e televisiva, tanto apprezzata e portata avanti con successo dal direttore di rete, Ilaria Dallatana, ad essere al centro della nuova stagione di uno show consolidato, che affonda le proprie radici nella passione e riscatto di una comicità sagace, pungente e tutta meridionale.

gigi d'alessio

Riassaporeremo quindi, nei dodici appuntamenti previsti per questa stagione, gli sketch esilaranti di Mino Abbacuccio, Enzo e Sal, Nello Iorio, Arteteca, Ditelo Voi, Paolo Caiazzo, Gino Fastidio, Mariano Bruno, Maria Bolignano e Ciro Giustiniani, ma non passeranno di certo inosservati anche i nuovi astri nascenti della comicità, non necessariamente provenienti dal Sud italia, come Marco Bazzoni, Alessandro Di Carlo e Antonio D’Ausilio, il tutto impreziosito dalla presenza di una super band composta da dieci elementi che suoneranno, ogni sera, dal vivo, e delle immancabili e rodate co-conduttrici del programma, Fatima Trotta ed Elisabetta Gregoraci, che affiancheranno Gigi D’Alessio in questa sua, prima esperienza da mattatore televisivo.

In merito alle guest star che calcheranno il palco di Made in Sud, il cantautore napoletano non si è sbilanciato e ha dichiarato, in conferenza stampa, che non c’è nulla di certo o delineato: “Stiamo valutando ospiti che devono mettersi in gioco, mi piacerebbe avere Gino Paoli, Danilo Rea, Ermal Meta, Fiorella Mannoia e tanti artisti napoletani”.

Riuscirà Gigi D’Alessio ad arrivare al cuore dei telespettatori di Made in Sud e a mantenere vivo il successo di uno dei varietà più longevi e amati della seconda rete? Prendendo in prestito le sue parole, “Lo scopriremo solo vivendo”.

 

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @VerBisconti

Vuoi commentare l'articolo?

Veronica Bisconti

Nata Roma nel 1987, è da sempre residente nella Capitale. Laureata in Conservazione dei Beni Culturali, è attratta da quadri e sculture come una mosca dal miele. Solare, sognatrice e perfezionista, è una grande appassionata di serie televisive italiane e americane. Ama il teatro, la moda e i viaggi.