Isola 2016, il segreto della vittoria di Giacobbe Fragomeni

L’undicesima edizione dell’Isola dei Famosi si è conclusa con l’inaspettata vittoria del pugile Giacobbe Fragomeni che ha trionfato sul superfavorito Jonas Berami (star della soap Il Segreto nonché tronista della trasmissione Uomini e donne, il che è tutto dire!) con il 65% di voti favorevoli. È calato dunque il sipario sul nostro freak show prediletto (gli ascolti sono rimasti sempre al di sopra dei 4milioni di telespettatori nonostante il “diluvio” che si preannunciava all’indomani dell’uscita di scena di Simona Ventura) che anche in questa edizione si è mostrato magnanimo (forse anche troppo) con il suo pubblico (ovino) e non ha voluto lesinare sul trash: polemiche più o meno inutili a raffica, annegamenti, spogliarelli, lacrime di coccodrillo, liti furibonde intrighi e misteri …

Se volessimo accostare il vincitore, il buon Giacobbe Fragomeni, al resto dei suoi compagni d’avventura, non possiamo non renderci conto che ha ben poco in comune con questi freaks. Un uomo calmo, composto, sobrio, estraneo a beghe e conflitti. È quasi lui il freak della situazione, lui che non si è mai lasciato trasportare dal dolce canto di sirena delle beghe tappandosi le orecchie con la cera, andando avanti a testa alta e tentando, per quanto potesse essere possibile, di vivere questa avventura, seppur bizzarra, in modo personale ed intimo.

Giacobbe Fragomeni L’estrema discrezione di questo sportivo dai sani principi e dal cuore tenero (si commuoveva davanti all’immagine di moglie e figli) non lo ha certo reso immune dalle solite critiche che lo hanno tacciato di scarsa partecipazione agli schieramenti dell’Isola poiché evitava di prendere posizione in quella o in quell’altra fazione. Certi reality si fondano esclusivamente su improbabili strategie simil-militaresche, ed il comportamento di Giacobbe, che non solo andava d’amore e d’accordo con tutti, ma soprattutto non ha mai partecipato ad uno scontro, è andato contro tutti gli schemi prestabiliti uscendo fuori dai binari del trash ma portandolo a trionfare sugli altri. Non sarà forse anche questa una strategia? Dopotutto, riflettendoci bene, Giulio Cesare, che certamente era uno stratega migliore degli ormai ex freaks del carrozzone di Alessia Marcuzzi, diceva “Se non puoi sconfiggere il tuo nemico fattelo amico”. Ed ecco qui svelato l’arcano: la chiave del successo di Giacobbe sta nell’esempio di uno dei personaggi più importanti e influenti della storia antica, del quale, certamente, il pubblico (ovino) ignora l’esistenza.Giacobbe Fragomeni

Come sappiamo il nostro eroe era giunto su Isla Desnuda come “naufrago provvisorio”, e sono stati poi i freaks di Isla Principal a sceglierlo come concorrente ufficiale (non l’avessero mai fatto!), facendolo arrivare di soppiatto alla finale, nonostante le diverse difficoltà affrontate nelle ultime fasi della gara (carenza di cibo con annesso svenimento). La sua vittoria è stata accolta sia dal pubblico che dai sui ex antagonisti con un’ovazione (probabilmente falsa). Anche Mara Venier, che ormai dopo la dipartita di Supersimo aveva fatto di Giacobbe il suo pupillo, ha esultato per questo inaspettato trionfo non solo di un uomo ma anche di una categoria ben precisa, quella delle persone sobrie che raramente riesce ad emergere in certi contesti. La sua vittoria, inoltre, rappresenta anche una sorta di riscatto da una vita dura, fatta di violenza, di vita di strada e cattive abitudini, una vita che è riuscito a raddrizzare tirando pugni su un ring e costruendo qualcosa di concreto.

E, a proposito di cose concrete, non dimentichiamoci che il buon Giacobbe, tomo tomo, intasca un bel montepremi di 100mila euro (la leggenda narra che la metà sia da devolvere in beneficenza, e, nonostante in tutte le leggende che si rispettino ci sia sempre un fondo di verità, la vita ci costringe ad essere scettici, soprattutto quando si tratta di “vile denaro”!). Restando poi in tema di numeri, ci sembra doveroso precisare che, nonostante questa edizione non abbia brillato per originalità, e si sia distinta per inconcludenza nonché insipidezza dei suoi protagonisti, decisamente tutt’altro che famosi, la finale del nostro freak show preferito ha incollato al video ben 4.760.000 spettatori (24.71% di share). Trepidanti in attesa della prossima edizione, lasciamo Giacobbe-Rocky a godersi la vittoria ed il resto dei freaks a ritornare nell’anonimato che li aveva momentaneamente sfrattati.

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Claudia78P 

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellegrini

Nasce a Sora nel lontano 1978. Cresce divorando libri di ogni genere e consumando penne su fogli di quaderno. Tra una storia e l’altra si diploma al Liceo Classico, e sceglie di lasciarsi alle spalle la Ciociaria ed i gatti per tentare la fortuna a Roma dove, nel corso degli anni, consegue prima una Laurea Magistrale in Lettere Moderne, e poi, più per noia ed abitudine che per amore dello studio, ritorna nei corridoi della Sapienza per conseguirne un’altra in Editoria e Scrittura. Lettrice seriale e maniacale (toglietele tutto ma non i suoi libri), “gattara” e pizzaiola, divoratrice di film horror e serie tv, nonostante sia ormai un reperto archeologico ancora non ha trovato la sua strada nel mondo. Forse è nascosta tra le pagine di un libro magari scritto proprio da lei.