GF Vip, Costantino primo eliminato: “Non è mai sceso dal trono di 20 anni fa”.

Secondo appuntamento con il GF Vip con tanta “carne al fuoco”. Ormai entrati nel vivo del gioco della convivenza forzata, le nostre star hanno iniziato a tirar fuori il meglio ed il peggio di se, comprese le lacrime, che, da brave lacrime vip, si sono lasciate paparazzare per bene durante tutto il corso della serata. Copiose e a briglia sciolta, le sacre acque hanno rotto gli argini e si sono riversate dal cosiddetto “scantinato” alla casa “agiata”. Durante la settimana Elenoire si era commossa pensando alla figlia, Pamela vagheggiava un lontano passato, le Mosetti sprofondavano nella tristezza più assoluta scambiandosi i ruoli, e Damante deponeva lo scettro ai piedi della depressione pensando alla fidanzata (incinta?). Ma, in occasione della diretta, riuniti i due gruppi negli ariosi ambienti della casa agiata, si è verificato il tragico contagio che però sembra aver mietuto meno vittime (l’aria viziata della cantina ha sicuramente fatto la differenza).

gf vipGaleotto fu uno specchio per il trucco e due prime donne a contenderselo: Valeria Marini e Mariana Rodriguez. Probabilmente la prima vera discussione animata in questo GF Vip. E nonostante la venezuelana non incontri parere favorevole dalla maggior parte dei suoi “colleghi”, è riuscita comunque a superare il televoto insieme all’innocua Alessia Macari che si aggira per casa portando a spasso il suo imbarazzante accento senza dare noie a nessuno. Ed è proprio in vista di una possibile eliminazione di Pamela Prati che deve vedersela con il “reuccio” Costantino, che la malattia della “lacrima facile” colpisce ancora! Premettendo che l’atteggiamento della Prati ci risulta alquanto bizzarro dato che, nonostante abbia accettato di partecipare ad un reality, ogni volta che si presenta una difficoltà viene presa dall’impulso irrefrenabile di pronunciare sempre la stessa frase “Voglio andare a casa!”, le parole spese dalla venezuelana in merito sono certamente state poco carine: “È falsa. Lei vuole andare a casa perché non sta bene di là. Se non sta nel lusso non sta bene”. Ed è qui che entra in scena Valeria “Meme” Marini che, messi da parte per un attimo i “baci stellari” e la “fame intergalattica”, si cimenta in un discorso di incoraggiamento all’amica che commuove un po’ tutti, finendo in un abbraccio solidale ed un’amara constatazione: “Si scolla il trucco”!

Costantino Vitagliano e le ragioni di Alfonso Signorini

Ma il pubblico, rigorosamente sovrano, ha già deciso di sequestrare scettro e corona a Costantino Vitagliano e, con una percentuale piuttosto alta (42%) lo obbliga a scendere dal trono per diventare il primo eliminato del GF Vip e, magari, a parlare finalmente in prima persona. Secondo l’ormai onnisciente Signorini “Costantino è stato supponente, non è mai sceso dal trono di vent’anni fa”, ed effettivamente, nonostante l’ex tronista si sia difeso dicendo di non aver mai recitato una parte, essere rimasto fedele a se stesso anche se circondato da “persone che hanno cominciato a giocare sin da subito”, è comunque stato sacrificato alla ragion di stato, vuoi per l’odiosa ed inquietante terza persona usata per esprimersi o per il fatto che abbia fatto coppia fissa con Clemente Russo. Ma Costa porta con se i germi della già citata malattia della “lacrima facile”, e, apre i rubinetti in studio (speriamo non abbia contagiato nessuno) mentre recita come un mantra la frase “Amo mia figlia”!

Ma le lacrime non sono finite in questa seconda serata del GF Vip, e si ripropongono in merito alla faccenda del “friariello” che, trasformatosi in peperone, pare sia rimasto sullo stomaco di troppe persone. Ilary Blasi, bastone alla mano (e carota in tasca), condanna, spalleggiata da un inviperito Alfonso (che non nasconde di essere spiacevolmente colpito personalmente dalla faccenda), l’omofobia di Clemente “cazzimme” Russo, il quale tenta di giustificarsi ma non arriva a nulla: il danno ormai è fatto ed il pugile si è attaccato da solo in fronte il cartellino giallo. Fortunatamente l’offeso Bosco, armato di caftano-camiciona di Mara Venier e coroncina da figlio dei fiori, accantona lacrime e fazzoletti, prende un digestivo, smaltisce il fastidioso friariello, accetta le scuse di Clemente, e lascia che la faccenda si concluda nella più classica maniera italiana: a “tarallucci e vino”. La pace sembra aleggiare sul gruppo riunito, ma la prova per decidere chi occuperà gli angusti spazi della cantina rimescola un po’ gli umori, soprattutto quelli degli “scantinati” che, anche per questa settimana, non avranno bisogno di spostare baracche e burattini!

I nominati della settimana

costantinoLe nomination iniziano a delineare il disegno contorto delle strategie vip. Clemente e Mariana sono i nominati per la”casa agiata”: Russo con la storia del “friariello” si è tirato la zappa sui piedi, e la venezuelana si è fatta pescare con le mani nella marmellata a ordire trame oscure e strategie d’attacco. Per la casa agiata, invece, inizialmente vanno in nomination le Mosetti e Alessia Macari che, data la palese ingenuità sfoggiata, potrebbe rivelarsi un personaggio amato dal pubblico e quindi duro da digerire in casa. Tuttavia, le sorti del televoto subiscono un cambiamento grazie all’intervento prodigioso di Andrea Damante, colui che ha vinto la prova-duello denominata da Ilary “smorza candela” (denominazione che ha scatenato l’ilarità del web), il quale ha diritto ad elargire la salvezza ad uno dei nominati: la scelta ricade sulle Mosetti che, per questa settimana, possono tirare un sospiro di sollievo e rigettarsi nella mischia.

Nonostante questa seconda puntata abbia messo molta “carne al fuoco”, gli italiani, probabilmente in seguito all’indigestione del pranzo domenicale, diversamente dalla Marini, hanno deciso di mettersi a dieta, ed il GF Vip ha radunato davanti al (tavolo) video (solamente) 3.209.000 spettatori, pari al 17.69% di share, meno di quanto ci aspettavamo dopo il successo della prima puntata.

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Claudia78P

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellegrini

Nasce a Sora nel lontano 1978. Cresce divorando libri di ogni genere e consumando penne su fogli di quaderno. Tra una storia e l’altra si diploma al Liceo Classico, e sceglie di lasciarsi alle spalle la Ciociaria ed i gatti per tentare la fortuna a Roma dove, nel corso degli anni, consegue prima una Laurea Magistrale in Lettere Moderne, e poi, più per noia ed abitudine che per amore dello studio, ritorna nei corridoi della Sapienza per conseguirne un’altra in Editoria e Scrittura. Lettrice seriale e maniacale (toglietele tutto ma non i suoi libri), “gattara” e pizzaiola, divoratrice di film horror e serie tv, nonostante sia ormai un reperto archeologico ancora non ha trovato la sua strada nel mondo. Forse è nascosta tra le pagine di un libro magari scritto proprio da lei.