I film di Natale più belli da rivedere durante le Feste

La televisione si sa, è il più grande strumento mediale che sia mai stato inventato e, inevitabilmente, da sempre rispecchia usi e costumi delle società. In Italia in particolare la Tv è stata uno specchio così nitido della società da non capire se fosse una causa o l’effetto di alcune tendenze; resta il fatto che “mamma Rai” ha riunito davanti ai suoi programmi tante famiglie, fatto da ninna nanna ai più piccoli con Carosello e divertito i più grandi con i suoi sceneggiati televisivi.

Oggi i tempi sono cambiati, Carosello non c’è più, gli sceneggiati sono diventati fiction, le Tv “smart Tv” e siamo noi a scandire i tempi del nostro palinsesto; ma una cosa non è mai cambiata: la televisione ancora oggi scandisce l’arrivo di alcuni momenti dell’anno come il Natale. Le feste natalizie sono state e sono ancora delle protagoniste televisive perfette e ogni anno qualche film le ha raccontate a modo suo. Ecco i film di Natale più celebri che, anno dopo anno, hanno portato un pò di aria natalizia in televisione.

Scrooge (1970)

La più bella storia di Dickens (Scrooge) è l’adattamento cinematografico del romanzo di Charles Dickens Il Canto di Natale (1843). Il protagonista del racconto è l’avaro Ebenezer Scrooge che odia il Natale, periodo in cui le attività lavorative vengono sospese causandogli una perdita di guadagno. Scrooge, oltre ad essere avaro, è anche molto burbero con tutti, persino con l’affettuoso nipote. Durante la notte della Vigilia di Natale però arriveranno tre spiriti a salvare l’anima del vecchio avaro: lo spirito dei Natali passati, lo spirito dei Natali presenti e lo spirito dei Natali futuri.

La favola di Dickens è stata adattata numerose volte per diverse produzioni cinematografiche, la prima risale al 1913 e la più recente è A Christmas Carol con Jim Carrey. Molto celebre è il cartone della Walt Disney Pictures Canto di Natale di Topolino, nominato anche agli Oscar come miglior cortometraggio d’animazione.

Regalo di Natale (1986)

Questo film di Natale è stato scritto e diretto da Pupi Avati, presentato alla 43esima Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia ha un cast ricco di celebrità: Carlo Delle Piane, Diego Abatantuono, Gianni Cavina e Alessandro Haber nei panni di quattro amici che si ritrovano durante la notte di Natale per giocare una partita a poker. Quella che doveva essere una semplice giocata amichevole si rivelerà essere la partita della vita. Nel cast doveva essere presente anche Lino Banfi che però rifiutò il ruolo che gli era stato proposto, preso poi da Diego Abatantuono.

Un biglietto in due (1987)

Scritto e diretto da scritto e diretto da John Hughes, è un film di Natale dal sapore tutto americano. I protagonisti di questa commedia sono Neal Page, preciso uomo d’affari interpretato da Steve Martin e Del Griffith, simpatico ed esuberante venditore di anelli per docce interpretato da John Candy. Le strade di questi due uomini, tanto diversi nel carattere quanto nella professione, si incroceranno sul volo per Chicago. L’aeroporto d’atterraggio del volo viene chiuso, così il volo viene dirottato e il viaggio per Chicago si trasforma in un vero e proprio esodo di tre giorni. In questo frangente i due affronteranno diverse peripezie insieme, questo e un colpo di scena inaspettato farà nascere tra Neal e Del una meravigliosa amicizia.

Mamma ho perso l’aereo (1990)

Questa storica commedia americana è stata la protagonista televisiva del periodo natalizio per diversi anni. Scritto e prodotto da John Hughes e diretto da Chris Columbus, questo film piace ad adulti e bambini ed ha avuto un enorme successo; basti pensare che è stata la commedia live action con il maggior incasso nella storia fino alla produzione di Una notte da leoni2.

Mamma ho perso l’aereo narra la storia del piccolo Kevin che viene accidentalmente lasciato a casa dalla famiglia partita per passare le vacanze natalizie a Parigi. Il bambino si ritrova a casa da solo e deve far fronte ad un imprevisto non da poco: due ladri che cercano di entrare in casa. Kevin darà filo da torcere ai due delinquenti che cercheranno di far irruzione nella sua abitazione.

Nel 1992 è stato realizzato anche il sequel: Mamma ho riperso l’aereo. Mi sono smarrito a New York. 

Nightmare Before Christmas (1993)

Il celebre film di Natale di Tim Burton è un vero e proprio capolavoro d’animazione. Prodotto con la tecnica dello stop-motion, Nightmare Before Christman racconta la storia degli abitanti del magico paese di Halloween, luogo dove vivono tutte le creature caratteristiche di questa festa. A capo del paese c’è Jack Skeletron,il re di Halloween, che inizia ad essere stanco di questa festività e sopratutto di spaventare. Mentre passeggia per il bosco Jack scopre accidentalmente il mondo del Natale, fatto di luci, gioia e felicità; così rincuorato e felice per aver trovato un’altra festività torna al villaggio per farla conoscere anche agli altri abitanti.

Il Grinch (2000)

Film di Natale che riesce a far sorridere anche chi questa festività proprio non la riesce a sopportare è Il Grinch. Diretto da Ron Howard è tratto dall’omonimo libro del Dr. Seuss, racconta la storia del magico paese di Chinonsò e dell’unica creatura che odia il Natale: il Grinch interpretato da Jim Carrey. Grazie al cuore gentile di Cindy, abitante di Chinonsò, anche il Grinch riuscirà a capire il senso del Natale e a cambiare atteggiamento.

Questo film è stato un vero e proprio successo commerciale, con un guadagno di 345 milioni di dollari è il film natalizio con il maggior incasso di sempre.

Love Actually (2003)

Questa commedia scritta e diretta da Richard Curtis, vanta un ricco cast composto da: Hugh Grant, Colin Firth, Emma Thompson, Liam Neeson, Alan Rickman e Keira Knightley. In Love Actually viene analizzato l’amore nelle sue diverse declinazioni. Dieci sono le storie che si intrecciano tra di loro con protagonisti e vissuti molto diversi tra loro, ma una cosa accomuna tutti: il periodo natalizio che fa da sfondo ai loro avvenimenti amorosi.

 

Vai alla homepage di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @amiraabdel13

 

Vuoi commentare l'articolo?

Amira Abdel Shahid Ahmed Ibrahim

Amira Abd El Shahid Ahmed Ibrahim è nata a Roma, nonostante il nome che sembra uscito da un documentario di Super Quark e il cognome così lungo da convincere il funzionario dell’anagrafe a cambiare mestiere il giorno in cui è venuta alla luce possano depistare circa il suo luogo di nascita. Nata sotto il segno dei pesci è una meticcia: metà del sangue che le scorre nelle vene è arabo. Condivide la sua dimora con due gatti grassi, predilige alla maggior parte delle persone i quadrupedi che non hanno il dono della parola, ma all’occorrenza si adatta a interagire con il genere umano. Dopo la cucina, arte nella quale si diletta spesso per rendere chi la circonda una persona più felice e l’arricciarsi i capelli, Amira ha anche degli hobbies che implicano l’uso del suo quoziente intellettivo come: leggere e scrivere. Due funzioni di elementare apprendimento che lei svolge con grande passione. Collabora con il quotidiano on-line Lineadiretta24 dal novembre 2013. Caporedattrice della rubrica di viaggi dal 2016. Leggermente sindacalista dentro odia le ingiustizie che “affollano” il pianeta. Conta di cambiare il mondo un giorno, o di conquistarlo.