Countdown per il nuovo cd di David Guetta

Lunedì è una data segnata sull’agenda di numerosi amanti della musica house, ma non solo.

Il 24 novembre uscirà, in Italia, il nuovo cd di David Guetta, intitolato “Listen“.
Si tratta del sesto album di una carriera “spumeggiante”, piena di collaborazioni. Tra i nomi celebri che hanno partecipato alla realizzazione dei brani contenuti nel cd ci sono: Emeli Sande, i The Script, Sia, John Legend, gli OneRepublic e Nicki Minaj.
Il primo singolo ufficiale ad anticipare l’album è stato “Lovers in the Sun”, con la collaborazione di Sam Martin, uscito lo scorso 30 giugno, seguito dall’estratto “Dangerous”, che ha debuttato il 5 ottobre.
Questa album consiste in un prodotto dallo stile di produzione più tradizionale.
I brani, in totale, sono 14 e realizzati tramite una commistione di voce, pianoforte e chitarra: niente di più semplice.
L’artista, tra i più seguiti su spotify, nonché uno dei dj più acclamati a livello mondiale, ha voluto creare un qualcosa  che rimanesse impresso alle generazioni di musicisti futuri, consacrando il suo nome nella storia della musica:«Avrei potuto scegliere di ripetere lo stile che ha caratterizzato il mio successo, ma volevo crescere come produttore e spingermi al limite». L’obiettivo, come esso stesso afferma, è chiaro: «Creare canzoni che resistano sia che vengano suonate da un DJ, da una rock band o da un’orchestra».

 

Vuoi commentare l'articolo?

Maria Laura Serpico

Bionda, bassa e sognatrice. Se è vero che ogni riccio è un capriccio, con me la vita non è mai noiosa. Mi definisco una “persona frenetica”, alla continua ricerca di nuovi stimoli. Il mio colore preferito è il verde, perché la speranza è l’ultima a morire! Le cose che preferisco fare sono: parlare, parlare e… parlare! Ma non temete, in caso di necessità, sono pronta ad ascoltare: ogni incontro, ogni viaggio, ogni situazione imprevista può essere fonte di arricchimento personale. I miei studi mi hanno portato verso il mondo della scienza politica poiché credo che, benché i più non lo vogliano ammettere, niente e nessuno le è immune. Spettacolo e cultura mi affascinano da sempre, in quanto mix perfetto di storia e sensibilità personale. Perché scrivere? Per dare modo a tutti di “vedere” (quasi) tutto: una pretesa impossibile, ma d’altronde la vita è una sfida continua.