I colleghi: “Ida era amatissima, una delle figure più rappresentative del reparto”