Attentato a Bengasi, non c’è pace per la Libia