Il Festival di Letteratura e Cultura Ebraica guarda al futuro