Voto 8 per Schiavone e Nadal vincenti a Marrakesh e Barcellona

Lo spagnolo non perdeva nel torneo di casa dal 2003 e con quest’ultimo risultato ha messo in bacheca il suo 39° trofeo. 6-4 6-3 sul connazionale Nicolas Almagro e un’altra missione è stata compiuta. Solo le interruzioni per pioggia hanno prolungato il match, almeno per quel che ha riguardato il primo set. Col sereno il secondo è andato via veloce e si è concluso in un’ora e 33 minuti. Nadal ha evitato la seconda sconfitta di fila sulla sua amata terra rossa dopo l’amara finale di Montecarlo dove, solo una settimana fa, un implacabile Novak Djokovic sembrava essere riuscito a frantumare i sogni della tanto attesa seconda gloria del macino di Manacor. E invece grinta e convinzione hanno rimesso in corsa l’idolo di Spagna, adorato come un divo a Barcellona dove ha vissuto e si è allenato per diversi anni. Il numero cinque del mondo, nel match di casa, ha resettato la testa e appena ha trovato il suo ritmo, è andato a condurre 4-3 per poi chiudere il set strappando la battuta ad Almagro. “Non sapevo nel 2005 che avrei vinto di nuovo o che nel 2013 sarei ancora stato ancora il vincitore” – ha detto Nadal a fine match, aggiungendo: “ in solo sei tornei da quando sono tornato, mi sono ripreso un posto nella top 10. E’ valsa la pena di lavorare duramente in questi sei mesi e sono contento perchè sono tornato a giocare ad alto livello”.

L’altro volto felice della stagione in terra battuta è quello della nostra Francesca Schiavone che dopo un periodo difficile è riuscita a conquistare il successo nel torneo Wta del Marocco. In 94 minuti la tennista italiana ha avuto la meglio sulla spagnola Lourdes Dominguez Lino, sbolognata con un netto: 6-1 6-3. Le qualità dei campioni con caratteristiche congeniali a questa particolare superficie stanno man mano venendo fuori. Così la tennista milanese a 11 mesi di distanza dalla vittoria di Strasburgo, si è aggiuducata il sesto successo in carriera, arrivato, in sequenza, dopo quelli di Bad Gastein nel 2007, Mosca 2009, Barcellona e Roland Garros nell’indimenticabile annata 2010, e infine Strasburgo 2012. L’azzurra è risalita fra le prime 40 giocatrici del mondo e può tornare ad occupare la posizione numero 37 del ranking Wta. Diventano 6 i successi di Francesca in carriera e 8 quelli di Nadal a Barcellona, sono questi i numeri da ricordare per questa settimana di tennis in rosso. E per tutti e due in pagella: 8.

 

 

Vuoi commentare l'articolo?

Daniela Lazzari

Giornalista per sport’ nel senso letterale, ma anche metaforico del termine… Da diversi anni si aggira nei meandri della redazione per infastidire colleghi e mettere a disagio i lettori. Ci sta riuscendo alla grande. Questo la spinge a proseguire e a perseverare con devozione nel suo lavoro. Interessi? Tanti. Se fai molte cose, si sa, finisci per farne bene poche. Forse blaterare on line di sport e tutto il resto è una di quelle poche. Difetti? Troppi. Pregi? Non troppi. Diceva il buon vecchio Einstein : “Ci sono due modi di vivere la vita. Uno è pensare che niente è un miracolo. L'altro è pensare che ogni cosa è un miracolo”. Il fatto che stiate ancora leggendo queste righe ha un ‘non so che’ di miracoloso…

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->