Spalletti cerca la prova del nove

La Roma di Spalletti a Udine ha inanellato l’ ottava vittoria consecutiva, utile per mantenere il vantaggio di 5 punti nei confronti di Inter e Fiorentina. I viola infatti, pareggiando contro il Verona ha perso punti fondamentali nella corsa al terzo posto. In vetta alla classifica invece, Juventus e Napoli continuano a duellare a tre punti di distanza l’ una dall’altra.

Ottava vittoria consecutiva e miglior attacco del campionato. Sono numeri molto importanti per la nuova Roma di Luciano Spalletti, che lascia intravedere dei miglioramenti partita dopo partita. Oltre ad avere una manovra più fluida e meno prevedibile, questa Roma ha segnato molti gol grazie alla rinascita di alcuni giocatori che Spalletti ha saputo rivitalizzare. Ieri è stato il turno di Edin Dzeko, uno dei giocatori più criticati della stagione e che, grazie alle paterne strigliate del mister, ha già superato Mandzukic nella classifica dei marcatori. A questo, aggiungiamoci i gol di Salah ( che dopo il derby del girone di andata non si era più ripreso), di un El Shaarawy anonimo in Francia e di un Pjanic gestito con più parsimonia, sfruttandone al meglio i colpi di genio a seconda delle esigenze della partita ma anche del suo stato di forma. Il tutto, condito dal miglioramento degli altri reparti e, soprattutto, dal cambio di mentalità di questi giocatori, ha permesso alla Roma di candidarsi come favorita per il terzo posto in campionato. Ma attenzione, perché Roma – Inter è alle porte e 5 punti di distacco non sono ancora abbastanza.
Mancini nella vittoria contro il Bologna (grazie a due calci piazzati) ha perso Mauro Icardi per infortunio, Palacio è squalificato e Jovetic non è al meglio. Nel match contro la Roma si preannuncia quindi un Inter senza punte fisse, con un attacco più mobile rispetto al solito ma, al tempo stesso, da reinventare.
La Fiorentina invece ha perso un’occasione d’oro per rimanere in scia, facendosi recuperare a 5 minuti dalla fine dal Verona ultimo in classifica. Peggio ancora il Milan, che non è andata oltre lo 0-0 contro il Chievo Verona. Al momento poco brillante dei rossoneri si è unita anche la sfortuna. Kucka e Donnarumma sono stati costretti ad abbandonare la gara a causa di un infortunio, mentre i loro compagni sonk riusciti a colpire il palo anche a porta sguarnita. Mihajlovic, nel frattempo, osservava incredulo dalla tribuna a causa della squalifica presa nel turno precedente contro il Sassuolo.
Nella corsa al terzo posto quindi, al momento la Roma sembra essere la squadra più lanciata, mentre l’ Inter vince ma non convince e la Fiorentina inizia vacillare dopo lo splendido campionato che finora ha disputato. Gran parte dei meriti, vanno alla rivoluzione messa in atto da Spalletti. Nel prossimo turno Roma e Inter si affronteranno in un match che potrebbe rivelarsi determinante. Mancini vuole la rimonta, Spalletti cerca la prova del nove, come le vittorie consecutive in caso di un successo contro i neroazzurri, come il numero del suo nuovo bomber Edin Dzeko.

Vai alla Home Page di Lineadiretta24.it 

Leggi altri articoli dello stesso autore

Vuoi commentare l'articolo?

Alex Marino